VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 2

Nella mia vita ho sempre arrampicato AUDIO i generi Reinhold Messner Il testo Il nome di Reinhold Messner è legato a numerose imprese alpinistiche: è stato il primo ad aver scalato tutte le quattordici cime che superano gli 8000 metri sul livello del mare, spesso da versanti o in condizioni di eccezionale difficoltà. In questo testo autobiografico ci racconta la nascita di questa grande passione. L autoreprotagonista Reinhold Messner (Bressanone, Bolzano, 1944) è uno dei più famosi alpinisti del mondo. stato il primo a salire sulla vetta dell Everest, la montagna più alta della Terra, senza l aiuto dell ossigeno. Ha compiuto anche la traversata a piedi dell Antartide, della Groenlandia e del Deserto del Gobi. Ha raccontato le sue straordinarie imprese (3500 ascensioni, di cui circa 100 mai realizzate prima) in una cinquantina di libri. Per quanto possa tornare indietro col pensiero, nella mia vita ho sempre arrampicato. Non solo alle pareti delle Odle1, dalle mie parti, non solo sui blocchi di roccia al limitare di un bosco, sulle facciate di costruzioni diroccate o, durante l intervallo a scuola, sui muri di 5 cinta del cimitero. Ho soprattutto arrampicato con la fantasia. Col pensiero sono sempre stato un po più avanti rispetto alle mie capacità, e ho scalato pareti sempre più ripide, finché a un certo punto nessuna via, per quanto ardita, mi è parsa impossibile. Sono arrivato così a immaginare una lunga serie di prime2 alle più imponenti pareti 10 dolomitiche, all Eiger, al Kilimangiaro e all Aconcagua. Frequentavo la scuola e a casa davo una mano, insieme a tutti i miei fratelli, alla costruzione del pollaio, grazie al quale i nostri genitori mantenevano noi ragazzi. Mio padre era insegnante alla scuola del paese ed è stato anche il mio primo maestro in montagna. A dieci 15 o dodici anni però cominciai a lasciarlo indietro e con G nther, mio fratello minore, iniziai a esplorare un regno che era solo nostro. Negli ultimi anni di scuola mi sono reso conto che la mia strada verso la conoscenza non sarebbe passata per biblioteche, professori e studi universitari. La mia strada stava nel vivere e sperimentare la 20 realtà. Avrei imparato molto, anche dalle esperienze altrui, ma niente avrebbe potuto mai eguagliare le mie avventure nella natura incontaminata. Tutte le mie conoscenze sociali, scientifiche e religiose rimandano a esperienze che ho vissuto in prima persona. Questo è uno dei motivi che in seguito mi ha portato a organizzare 25 una spedizione dopo l altra, a rimettermi sempre in viaggio. Quante volte, mentre ero in giro, mi sono detto: «Questa è l ultima! . E invece, qualche settimana più tardi, quando le fatiche, le ansie, le preoccupazioni erano già state dimenticate, mi ponevo come traguardo una nuova sfida, ricominciavo a sognare una scalata. In quel modo nel giro di 30 poco tempo ripartivo. E mi ritrovavo in situazioni pericolose. Sempre però con la ferma intenzione di non mettere a repentaglio la vita! Di una cosa ero più che convinto: il giorno in cui avessi smesso di sognare e di viaggiare sarei stato irrimediabilmente e tragicamente vecchio. 1. Odle: il gruppo delle Odle è una catena montuosa delle Dolomiti, in Alto Adige. 2. prime: nell alpinismo, con il termine prima si indica la prima volta che si compie una scalata o un determinato itinerario su una parete. 35 5395A_1 2 3_Generi.indd 35 15/02/18 10:04
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 2