VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 2

LA RESPONSABILITÀ DEL PROPRIO FUTURO Ai giovani di oggi la scelta Giovani di tutto il mondo, che in un futuro prossimo riceverete in consegna il mondo e ne dirigerete le sorti, questo è un appello al di sopra di ogni credo, di ogni ideologia sociale e politica, di ogni nazionalità, origine e cultura. Il mondo che ereditate e che trasmetterete ai vostri discendenti è logorato da un periodo di uso non sempre oculato1. Gli uomini aumentano vertiginosamente, il loro influsso e la loro incidenza sulla natura si allargano e approfondiscono sempre di più, mentre lo spazio terreno rimane invariato e le risorse naturali si vanno esaurendo. Giovani di tutti i continenti, i millenni scorsi e specialmente gli ultimi secoli hanno generato le condizioni di cui subiamo le conseguenze; esse sono tragiche e irreversibilmente deteriorate in molti settori, assai prossime al punto critico in altri, già delicate, anche se ancora non irrimediabilmente compromesse, in vastissimi campi e in tutto il pianeta. Le terre, la flora, la fauna, le acque, l’atmosfera hanno subìto devastazioni e alterazioni, che sono incompatibili2 con un sano, indefinito ed armonico sviluppo culturale e civile delle nostre future generazioni. La scienza ha messo in evidenza le gravi responsabilità di coloro che ci hanno preceduto; oggi abbiamo preso coscienza che a noi, e soprattutto ai giovani tocca la responsabilità di instaurare3 una più razionale gestione del mondo, della natura, delle risorse. L’immane4 potenza tecnica che l’uomo può ora, e potrà ancor più in futuro, esercitare sulla natura, lo rende arbitro del destino del pianeta e dell’umanità. Ai giovani di oggi, che governeranno il mondo di domani, la responsabilità di instaurare e garantire i princìpi di una sana gestione dei beni della natura, in questa nostra Terra, sulla quale si compie il nostro destino. Oggi abbiamo la chiara rappresentazione delle due vie che ci stanno di fronte: ai giovani di tutto il mondo la scelta e la decisione. (Tratto da: Conferenza Internazionale di Strasburgo, 1970) Il testo Il testo che segue è stato scritto nel 1970, ma è quanto mai attuale. Il destino della Terra infatti è legato alle scelte che i giovani di oggi e di domani compiranno: sta a loro imboccare la strada giusta. E rimediare in questo modo agli errori commessi dalle generazioni passate. 1. oculato: avveduto, accorto. 2. incompatibili: inconciliabili, che non possono coesistere. 3. instaurare: dare inizio a. 4. immane: enorme; di smisurata grandezza. COMPRENDERE 1. Quando è stato pronunciato il discorso che hai letto? 2. Perché, se non conoscessimo l’occasione in cui è stato lanciato questo appello, potremmo pensare che sia stato pronunciato ai nostri giorni? 3. Com’è il mondo che ereditano i giovani? 4. Qual è il primo problema che balza agli occhi, osservando l’aumento demografico, lo spazio e le risorse? 5. Che cosa ha subìto il pianeta Terra, soprattutto negli ultimi secoli? 6. La scienza ha messo in evidenza le responsabilità degli uomini: quali? 7. Quali sono le due vie che stanno di fronte ai giovani? ESPRIMERE E VALUTARE 8. Qual è il messaggio lanciato in questo appello? 9. Pensi che l’appello possa riguardare anche te? Avevi mai pensato che la responsabilità di quello che succede sulla Terra è di tutti e che tutti, anche nelle piccole situazioni, possono dare un contributo positivo o negativo nel salvare o distruggere il pianeta? LIBRI PER TE The EarthWorks Group, 50 cose da fare per aiutare la Terra, Salani Salvare la Terra sembra una missione adatta a un supereroe, più che a un ragazzino come te… E invece è proprio qui che ci si sbaglia! Le proposte chiare e precise di questo libro (insieme alle divertenti vignette) spiegano che tutti abbiamo il potere di aiutare la Terra a diventare più vivibile, riciclando, risparmiando risorse ed energia, e persino nutrendo i vermi! Jacquie Wines, Il pianeta lo salvo io! in 101 mosse, EDT Ci risiamo, tocca di nuovo a voi ragazzi rimediare ai disastri combinati dai grandi! L’avidità e l’imprevidenza degli uomini stanno distruggendo il pianeta, e il danno più grave è nei confronti del clima. Bisogna agire in fretta, prima che sia troppo tardi, per salvare il futuro della Terra, il tuo futuro… E allora forza, comincia subito a dare la caccia ai tanti eco-crimini che si commettono ogni giorno!
LA RESPONSABILITÀ DEL PROPRIO FUTURO Ai giovani di oggi la scelta Giovani di tutto il mondo, che in un futuro prossimo riceverete in consegna il mondo e ne dirigerete le sorti, questo è un appello al di sopra di ogni credo, di ogni ideologia sociale e politica, di ogni nazionalità, origine e cultura. Il mondo che ereditate e che trasmetterete ai vostri discendenti è logorato da un periodo di uso non sempre oculato1. Gli uomini aumentano vertiginosamente, il loro influsso e la loro incidenza sulla natura si allargano e approfondiscono sempre di più, mentre lo spazio terreno rimane invariato e le risorse naturali si vanno esaurendo. Giovani di tutti i continenti, i millenni scorsi e specialmente gli ultimi secoli hanno generato le condizioni di cui subiamo le conseguenze; esse sono tragiche e irreversibilmente deteriorate in molti settori, assai prossime al punto critico in altri, già delicate, anche se ancora non irrimediabilmente compromesse, in vastissimi campi e in tutto il pianeta. Le terre, la flora, la fauna, le acque, l’atmosfera hanno subìto devastazioni e alterazioni, che sono incompatibili2 con un sano, indefinito ed armonico sviluppo culturale e civile delle nostre future generazioni. La scienza ha messo in evidenza le gravi responsabilità di coloro che ci hanno preceduto; oggi abbiamo preso coscienza che a noi, e soprattutto ai giovani tocca la responsabilità di instaurare3 una più razionale gestione del mondo, della natura, delle risorse. L’immane4 potenza tecnica che l’uomo può ora, e potrà ancor più in futuro, esercitare sulla natura, lo rende arbitro del destino del pianeta e dell’umanità. Ai giovani di oggi, che governeranno il mondo di domani, la responsabilità di instaurare e garantire i princìpi di una sana gestione dei beni della natura, in questa nostra Terra, sulla quale si compie il nostro destino. Oggi abbiamo la chiara rappresentazione delle due vie che ci stanno di fronte: ai giovani di tutto il mondo la scelta e la decisione. (Tratto da: Conferenza Internazionale di Strasburgo, 1970) Il testo Il testo che segue è stato scritto nel 1970, ma è quanto mai attuale. Il destino della Terra infatti è legato alle scelte che i giovani di oggi e di domani compiranno: sta a loro imboccare la strada giusta. E rimediare in questo modo agli errori commessi dalle generazioni passate. 1. oculato: avveduto, accorto. 2. incompatibili: inconciliabili, che non possono coesistere. 3. instaurare: dare inizio a. 4. immane: enorme; di smisurata grandezza. COMPRENDERE 1. Quando è stato pronunciato il discorso che hai letto? 2. Perché, se non conoscessimo l’occasione in cui è stato lanciato questo appello, potremmo pensare che sia stato pronunciato ai nostri giorni? 3. Com’è il mondo che ereditano i giovani? 4. Qual è il primo problema che balza agli occhi, osservando l’aumento demografico, lo spazio e le risorse?  5. Che cosa ha subìto il pianeta Terra, soprattutto negli ultimi secoli? 6. La scienza ha messo in evidenza le responsabilità degli uomini: quali? 7. Quali sono le due vie che stanno di fronte ai giovani? ESPRIMERE E VALUTARE 8. Qual è il messaggio lanciato in questo appello? 9. Pensi che l’appello possa riguardare anche te? Avevi mai pensato che la responsabilità di quello che succede sulla Terra è di tutti e che tutti, anche nelle piccole situazioni, possono dare un contributo positivo o negativo nel salvare o distruggere il pianeta? LIBRI PER TE The EarthWorks Group, 50 cose da fare per aiutare la Terra, Salani Salvare la Terra sembra una missione adatta a un supereroe, più che a un ragazzino come te… E invece è proprio qui che ci si sbaglia! Le proposte chiare e precise di questo libro (insieme alle divertenti vignette) spiegano che tutti abbiamo il potere di aiutare la Terra a diventare più vivibile, riciclando, risparmiando risorse ed energia, e persino nutrendo i vermi! Jacquie Wines, Il pianeta lo salvo io! in 101 mosse, EDT Ci risiamo, tocca di nuovo a voi ragazzi rimediare ai disastri combinati dai grandi! L’avidità e l’imprevidenza degli uomini stanno distruggendo il pianeta, e il danno più grave è nei confronti del clima. Bisogna agire in fretta, prima che sia troppo tardi, per salvare il futuro della Terra, il tuo futuro… E allora forza, comincia subito a dare la caccia ai tanti eco-crimini che si commettono ogni giorno!