VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 2

DIDATTICA INCLUSIVA Inghiottita dalla miniera Leggi e ascolta un racconto di avventura che ha per protagonista una ragazza. La storia Giulia e Arianna, durante la gita con la classe in una miniera, si perdono. Il tempo • Al giorno d’oggi. Il luogo • Una miniera. I personaggi • Giulia, una ragazzina di dodici anni. • Arianna, la sua compagna di classe e amica. Chi ha scritto il racconto Silvana Gandolfi (1940, Roma), famosa scrittrice di romanzi per bambini e per ragazzi. DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE avventura: vicenda insolita e straordinaria. pericolo: possibilità che succeda qualcosa di dannoso, non voluto. rischio: situazione di pericolo. L’espressione “correre il rischio” significa “accettare e affrontare una situazione di pericolo”. Inghiottita dalla miniera All’improvviso Giulia si accorge di essere sola al buio in un luogo freddo. Ha molta paura e si mette a correre. Ha lasciato la sua amica Arianna sola: e se le succede qualcosa? Torna indietro e si precipita nella galleria che ha attraversato da poco. Inizia a chiamare Arianna e sente lo stridìo1 dei pipistrelli. Continua a chiamarla, ma lei non risponde perché non è più lì dove Giulia l’ha lasciata. SITUAZIONE INIZIALE 1. stridìo: suono acuto ripetuto e prolungato. Giulia è molto preoccupata perché non sa dove Arianna può essere. Decide di tornare sul percorso fatto prima. Mentre cammina, vede su un lato una galleria: forse Arianna è entrata lì per cercare i loro compagni… Giulia decide di entrarci anche lei. Cammina veloce e continua a chiamare Arianna, ma niente. Il terrore la prende allo stomaco e inizia ad avere pensieri orribili: per esempio che una frana le cada addosso! Continua a camminare sempre più veloce, ma a un certo punto vede un ruscello d’acqua scura. Prima non c’era, non l’aveva visto! Forse prima, però, non è passata di lì… Giulia sa di essersi persa! Sente che sta per venirle una crisi di panico2. Tenta di calmarsi. Si appoggia alla parete, scivola con la schiena e si ritrova seduta nel fango. - Mi sono persa! - urla al buio. Ma continua a scivolare giù: i suoi piedi toccano qualcosa di solido, ma rotola ancora. A un certo punto si ferma: dove è arrivata? Apre gli occhi e vede intorno a lei tantissima sabbia scura. - Giulia! - sente una voce vicina a lei. Si gira di scatto: - Arianna! - Giulia non riesce a crederci… Arianna è lì, seduta vicino a lei! - Ma che cosa è successo? Siamo piene di sabbia! - dice Giulia. Arianna la guarda e risponde: - Non lo so! C’erano tante gallerie e mi sono persa! Giulia si alza in piedi e si guarda intorno stupita. SVILUPPO 2. panico: paura improvvisa e incontrollabile. Tutto intorno Giulia vede solo sabbia. In alto si vedono il cielo e la cima di una montagna. Da lì esce un fumo nero e in mezzo al fumo si vedono tanti lapilli3 infuocati. Forse non è una montagna, ma un vulcano! (Adatt. da: Silvana Gandolfi, L’isola del tempo perso, Salani) CONCLUSIONE 3. lapilli: pezzetti di roccia lanciati dall’interno di un vulcano verso l’esterno. COMPRENDERE 1. Rispondi alle domande delle “5W” per presentare in breve la vicenda. • When? Quando? • Where? Dove? • Who? Chi? • What? Che cosa? • Why? Perché? 2. Perché Giulia torna indietro? A. Per cercare Arianna B. Perché ha paura 3. Giulia a un certo punto capisce che non ha mai fatto quella strada prima. Da che cosa lo capisce? A. Sente lo stridìo dei pipistrelli B. Vede un piccolo corso d’acqua LESSICO 4. Sottolinea le parole che indicano gli stati d’animo di Giulia. terrore • allegria • panico • calma • stupore • preoccupazione 5. Ti elenchiamo tre parole che non sono presenti nel testo, ma sono tipiche dei racconti di avventura. Leggi bene il loro significato e poi con ciascuna di esse completa le frasi che ti proponiamo. MERAVIGLIA = senso di sorpresa, di stupore SGOMENTO = forte spavento AUDACIA = grande coraggio a. Giulia, all’interno della miniera, non dà prova di .............................................. b. Quando vede il piccolo fiume, Giulia prova .............................................. perché sa di essersi persa. c. Giulia e Arianna provano .............................................. quando vedono il vulcano. ANALIZZARE 6. Rileggi il testo, poi riordina i titoletti delle sequenze che ti diamo in disordine. ☐ Giulia trova finalmente Arianna ☐ Giulia vede una galleria e decide di percorrerla ☐ Giulia capisce di aver fatto una strada nuova ☐ Giulia torna indietro per cercare Arianna ☐ Giulia scivola e cade in un luogo pieno di sabbia ☐ Giulia si ritrova da sola in un luogo buio e freddo 7. Adesso sistema i vari titoletti dell’esercizio precedente nei tre momenti principali in cui è diviso un testo narrativo. Puoi usare i numeri. Situazione iniziale: ....................... Sviluppo: ....................... Conclusione: ....................... 8. Se leggi il racconto originale, a p. 74, puoi vedere che è scritto in prima persona, mentre il testo che hai letto è in terza persona. Trasforma la seguente frase dalla terza alla prima persona. «Il terrore la prende allo stomaco e inizia ad avere pensieri orribili: per esempio che una frana le cada addosso! Continua a camminare sempre più veloce, ma a un certo punto vede un piccolo fiume. Prima non c’era, non l’aveva visto! Forse prima, però, non è passata di lì…» ESPRIMERE E VALUTARE 9. Giulia e Arianna si sono ritrovate. Scrivi tu la continuazione del racconto. • Che cosa decidono di fare? • Dove vanno? • Chi incontrano? • Dove scoprono di essere finite? • Come fanno a ritrovare i loro compagni? • Come riescono a tornare a casa?
DIDATTICA INCLUSIVA Inghiottita dalla miniera Leggi e ascolta un racconto di avventura che ha per protagonista una ragazza. La storia Giulia e Arianna, durante la gita con la classe in una miniera, si perdono. Il tempo • Al giorno d’oggi. Il luogo • Una miniera. I personaggi • Giulia, una ragazzina di dodici anni. • Arianna, la sua compagna di classe e amica. Chi ha scritto il racconto Silvana Gandolfi (1940, Roma), famosa scrittrice di romanzi per bambini e per ragazzi. DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE avventura: vicenda insolita e straordinaria. pericolo: possibilità che succeda qualcosa di dannoso, non voluto. rischio: situazione di pericolo. L’espressione “correre il rischio” significa “accettare e affrontare una situazione di pericolo”. Inghiottita dalla miniera All’improvviso Giulia si accorge di essere sola al buio in un luogo freddo. Ha molta paura e si mette a correre. Ha lasciato la sua amica Arianna sola: e se le succede qualcosa? Torna indietro e si precipita nella galleria che ha attraversato da poco. Inizia a chiamare Arianna e sente lo stridìo1 dei pipistrelli. Continua a chiamarla, ma lei non risponde perché non è più lì dove Giulia l’ha lasciata. SITUAZIONE INIZIALE 1. stridìo: suono acuto ripetuto e prolungato. Giulia è molto preoccupata perché non sa dove Arianna può essere. Decide di tornare sul percorso fatto prima. Mentre cammina, vede su un lato una galleria: forse Arianna è entrata lì per cercare i loro compagni… Giulia decide di entrarci anche lei. Cammina veloce e continua a chiamare Arianna, ma niente. Il terrore la prende allo stomaco e inizia ad avere pensieri orribili: per esempio che una frana le cada addosso! Continua a camminare sempre più veloce, ma a un certo punto vede un ruscello d’acqua scura. Prima non c’era, non l’aveva visto! Forse prima, però, non è passata di lì… Giulia sa di essersi persa! Sente che sta per venirle una crisi di panico2. Tenta di calmarsi. Si appoggia alla parete, scivola con la schiena e si ritrova seduta nel fango. - Mi sono persa! - urla al buio. Ma continua a scivolare giù: i suoi piedi toccano qualcosa di solido, ma rotola ancora. A un certo punto si ferma: dove è arrivata? Apre gli occhi e vede intorno a lei tantissima sabbia scura.  - Giulia! - sente una voce vicina a lei. Si gira di scatto: - Arianna! - Giulia non riesce a crederci… Arianna è lì, seduta vicino a lei! - Ma che cosa è successo? Siamo piene di sabbia! - dice Giulia. Arianna la guarda e risponde: - Non lo so! C’erano tante gallerie e mi sono persa! Giulia si alza in piedi e si guarda intorno stupita. SVILUPPO   2. panico: paura improvvisa e incontrollabile. Tutto intorno Giulia vede solo sabbia. In alto si vedono il cielo e la cima di una montagna. Da lì esce un fumo nero e in mezzo al fumo si vedono tanti lapilli3 infuocati. Forse non è una montagna, ma un vulcano! (Adatt. da: Silvana Gandolfi, L’isola del tempo perso, Salani) CONCLUSIONE 3. lapilli: pezzetti di roccia lanciati dall’interno di un vulcano verso l’esterno. COMPRENDERE 1. Rispondi alle domande delle “5W” per presentare in breve la vicenda. • When? Quando? • Where? Dove? • Who? Chi? • What? Che cosa? • Why? Perché? 2. Perché Giulia torna indietro? A. Per cercare Arianna B. Perché ha paura 3. Giulia a un certo punto capisce che non ha mai fatto quella strada prima. Da che cosa lo capisce? A. Sente lo stridìo dei pipistrelli B. Vede un piccolo corso d’acqua LESSICO 4. Sottolinea le parole che indicano gli stati d’animo di Giulia. terrore • allegria • panico • calma • stupore • preoccupazione 5. Ti elenchiamo tre parole che non sono presenti nel testo, ma sono tipiche dei racconti di avventura. Leggi bene il loro significato e poi con ciascuna di esse completa le frasi che ti proponiamo. MERAVIGLIA = senso di sorpresa, di stupore SGOMENTO = forte spavento AUDACIA = grande coraggio a. Giulia, all’interno della miniera, non dà prova di .............................................. b. Quando vede il piccolo fiume, Giulia prova .............................................. perché sa di essersi persa. c. Giulia e Arianna provano .............................................. quando vedono il vulcano. ANALIZZARE 6. Rileggi il testo, poi riordina i titoletti delle sequenze che ti diamo in disordine. ☐ Giulia trova finalmente Arianna ☐ Giulia vede una galleria e decide di percorrerla ☐ Giulia capisce di aver fatto una strada nuova ☐ Giulia torna indietro per cercare Arianna ☐ Giulia scivola e cade in un luogo pieno di sabbia ☐ Giulia si ritrova da sola in un luogo buio e freddo 7. Adesso sistema i vari titoletti dell’esercizio precedente nei tre momenti principali in cui è diviso un testo narrativo. Puoi usare i numeri. Situazione iniziale: ....................... Sviluppo: ....................... Conclusione: ....................... 8. Se leggi il racconto originale, a p. 74, puoi vedere che è scritto in prima persona, mentre il testo che hai letto è in terza persona. Trasforma la seguente frase dalla terza alla prima persona. «Il terrore la prende allo stomaco e inizia ad avere pensieri orribili: per esempio che una frana le cada addosso! Continua a camminare sempre più veloce, ma a un certo punto vede un piccolo fiume. Prima non c’era, non l’aveva visto! Forse prima, però, non è passata di lì…» ESPRIMERE E VALUTARE 9. Giulia e Arianna si sono ritrovate. Scrivi tu la continuazione del racconto. • Che cosa decidono di fare? • Dove vanno? • Chi incontrano? • Dove scoprono di essere finite? • Come fanno a ritrovare i loro compagni? • Come riescono a tornare a casa?