VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 2

DIDATTICA INCLUSIVAEro diventata grande Leggi e ascolta un breve racconto che ha per protagonista una ragazzina.La storiaLa protagonista, Sirena, una ragazzina di dodici-tredici anni, si accorge di non essere più bambina e di non essere ancora grande. Ha però nuovi sentimenti, nuove emozioni e desideri.Il tempo• Negli anni precedenti la Seconda guerra mondiale, nella prima metà nel Novecento.Il luogo• Un paese di campagna.I personaggi• Sirena, una ragazza della tua età.• Gianni, suo compagno di giochi da sempre.• La mamma di Sirena, dolce e comprensiva.Chi ha scritto il testoSilvia Roncaglia è una scrittrice di libri per ragazzi.Nata a Modena, ha ricevuto numerosi premi per i suoi libri. DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIREadolescenza: età nella quale continua la crescita, tra l’infanzia e l’età adulta.infanzia: la prima età dell’essere umano, dalla nascita fino all’adolescenza Ero diventata grandeUn anno, all’inizio dell’estate, Sirena non ha più voglia di correre e di giocare come gli altri anni. Si sente scontenta e prova una nuova sensazione di noia. Sta in cortile con i grandi: guarda i lavori delle donne e i giochi a carte degli uomini. Capisce per la prima volta che sta crescendo, si sente più grande. Sta passando il confine tra l’infanzia e l’adolescenza.SITUAZIONE INIZIALELa ragazza sente il trascorrere del tempo e nasce in lei un nuovo desiderio: quello di stare con il suo amico Gianni, di farlo sorridere. Gianni è il figlio del fornaio e sfreccia per il paese con la sua bicicletta per portare il pane. L’aria gli sposta il ciuffo di capelli e a lei viene voglia di pettinarlo con le dita. È il primo amore, desidera che lui le sorrida e la prenda per mano. Tutti i ragazzi della vecchia banda che, le estati precedenti, avevano riempito di grida e di risate le vie del paese, ora sono annoiati; sono cambiati anche loro, quasi non si riconoscono anche se sono cresciuti insieme. Un giorno la ragazza si avvicina a Gianni e tutto d’un fiato gli chiede: «Secondo te, potrei essere la tua ragazza?». Lui diventa rosso, si mette a ridere in modo esagerato e le risponde: «Ma che ragazza? Guardati, sei una bambina con le trecce e le ginocchia sbucciate!». È vero: l’aspetto di Sirena non è cambiato, sembra sempre un maschiaccio, con quei pantaloncini corti e le croste sulle ginocchia, soltanto il suo cuore prova sentimenti ed emozioni nuovi e differenti. E poi Gianni aggiunge: «Le ragazze hanno le gonne o almeno una collana!». Sirena scappa via, per giorni è triste e scontrosa, poi pensa che se avrà una collana Gianni le sorriderà. Così corre dalla mamma e le chiede una collana.SVILUPPOMa non ci sono soldi per una collana. La mamma allora strappa un filo di lana rossa e lo mette al collo di Sirena.Come fare per rendere più preziosa la sua collana?Inventa un nuovo gioco: chiedere a tutte le donne della sua famiglia un piccolo oggetto da attaccare alla sua collana.Ogni oggetto porta in sé una storia e la ragazzina scopre, per la prima volta, il mondo delle donne e le loro storie.(Adatt. da: Silvia Roncaglia, Il tempo della collana, Fatatrac)CONCLUSIONE LESSICO 1. Sirena prova una sensazione di “noia”, cioèA. difficoltàB. insoddisfazione2. L’espressione «Gianni… sfreccia per il paese» significa cheA. Gianni scappa rapido come una frecciaB. Gianni passa rapido come una freccia3. Per giorni Sirena è “scontrosa”, cioèA. poco socievoleB. non contenta COMPRENDERE 4. Che cosa capisce, a un certo punto, Sirena?5. Quale nuovo desiderio nasce in lei?6. Che cosa faceva le altre estati?7. Che cosa chiede un giorno a Gianni?8. Gianni diventa rosso e ride in modo esagerato perché la richiesta di Sirena…a. lo diverteb. lo imbarazzac. lo offended. lo preoccupa9. Che tipo di collana le regala la mamma?10. In che modo Sirena pensa di rendere preziosa la sua nuova collana? ESPRIMERE E VALUTARE 11. Qual è il messaggio del brano?A. Con i ragazzi non ci si fa mai avanti per primeB. Una delusione rovina per sempre i rapporti tra le personeC. Un’esperienza negativa può aiutarci a renderci più forti
DIDATTICA INCLUSIVAEro diventata grande Leggi e ascolta un breve racconto che ha per protagonista una ragazzina.La storiaLa protagonista, Sirena, una ragazzina di dodici-tredici anni, si accorge di non essere più bambina e di non essere ancora grande. Ha però nuovi sentimenti, nuove emozioni e desideri.Il tempo• Negli anni precedenti la Seconda guerra mondiale, nella prima metà nel Novecento.Il luogo• Un paese di campagna.I personaggi• Sirena, una ragazza della tua età.• Gianni, suo compagno di giochi da sempre.• La mamma di Sirena, dolce e comprensiva.Chi ha scritto il testoSilvia Roncaglia è una scrittrice di libri per ragazzi.Nata a Modena, ha ricevuto numerosi premi per i suoi libri. DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIREadolescenza: età nella quale continua la crescita, tra l’infanzia e l’età adulta.infanzia: la prima età dell’essere umano, dalla nascita fino all’adolescenza Ero diventata grandeUn anno, all’inizio dell’estate, Sirena non ha più voglia di correre e di giocare come gli altri anni. Si sente scontenta e prova una nuova sensazione di noia. Sta in cortile con i grandi: guarda i lavori delle donne e i giochi a carte degli uomini. Capisce per la prima volta che sta crescendo, si sente più grande. Sta passando il confine tra l’infanzia e l’adolescenza.SITUAZIONE INIZIALELa ragazza sente il trascorrere del tempo e nasce in lei un nuovo desiderio: quello di stare con il suo amico Gianni, di farlo sorridere. Gianni è il figlio del fornaio e sfreccia per il paese con la sua bicicletta per portare il pane. L’aria gli sposta il ciuffo di capelli e a lei viene voglia di pettinarlo con le dita. È il primo amore, desidera che lui le sorrida e la prenda per mano. Tutti i ragazzi della vecchia banda che, le estati precedenti, avevano riempito di grida e di risate le vie del paese, ora sono annoiati; sono cambiati anche loro, quasi non si riconoscono anche se sono cresciuti insieme. Un giorno la ragazza si avvicina a Gianni e tutto d’un fiato gli chiede: «Secondo te, potrei essere la tua ragazza?». Lui diventa rosso, si mette a ridere in modo esagerato e le risponde: «Ma che ragazza? Guardati, sei una bambina con le trecce e le ginocchia sbucciate!». È vero: l’aspetto di Sirena non è cambiato, sembra sempre un maschiaccio, con quei pantaloncini corti e le croste sulle ginocchia, soltanto il suo cuore prova sentimenti ed emozioni nuovi e differenti. E poi Gianni aggiunge: «Le ragazze hanno le gonne o almeno una collana!». Sirena scappa via, per giorni è triste e scontrosa, poi pensa che se avrà una collana Gianni le sorriderà. Così corre dalla mamma e le chiede una collana.SVILUPPOMa non ci sono soldi per una collana. La mamma allora strappa un filo di lana rossa e lo mette al collo di Sirena.Come fare per rendere più preziosa la sua collana?Inventa un nuovo gioco: chiedere a tutte le donne della sua famiglia un piccolo oggetto da attaccare alla sua collana.Ogni oggetto porta in sé una storia e la ragazzina scopre, per la prima volta, il mondo delle donne e le loro storie.(Adatt. da: Silvia Roncaglia, Il tempo della collana, Fatatrac)CONCLUSIONE LESSICO 1. Sirena prova una sensazione di “noia”, cioèA. difficoltàB. insoddisfazione2. L’espressione «Gianni… sfreccia per il paese» significa cheA. Gianni scappa rapido come una frecciaB. Gianni passa rapido come una freccia3. Per giorni Sirena è “scontrosa”, cioèA. poco socievoleB. non contenta COMPRENDERE 4. Che cosa capisce, a un certo punto, Sirena?5. Quale nuovo desiderio nasce in lei?6. Che cosa faceva le altre estati?7. Che cosa chiede un giorno a Gianni?8. Gianni diventa rosso e ride in modo esagerato perché la richiesta di Sirena…a. lo diverteb. lo imbarazzac. lo offended. lo preoccupa9. Che tipo di collana le regala la mamma?10. In che modo Sirena pensa di rendere preziosa la sua nuova collana? ESPRIMERE E VALUTARE 11. Qual è il messaggio del brano?A. Con i ragazzi non ci si fa mai avanti per primeB. Una delusione rovina per sempre i rapporti tra le personeC. Un’esperienza negativa può aiutarci a renderci più forti