VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 2

Màrtin andava col suo vecchio cane Diego Valeri Il testo Un uomo e il suo cane camminano vicini: è un’immagine semplice e quotidiana che forse osservi per la strada tutti i giorni. Eppure essa ci comunica, più di tanti discorsi, l’essenza e la profondità del sentimento dell’amicizia. L’autore Diego Valeri (1887-1976) è stato un poeta e saggista italiano. Ha composto numerose poesie, riunite in più raccolte. Professore universitario e traduttore, ha contribuito a diffondere la conoscenza di autori stranieri in Italia. Màrtin andava col suo vecchio cane per viottole di monte. L’uno al fianco dell’altro, senza dire motto1, solo scambiando qualche sguardo. Ora non so del cane2. So che Màrtin se n’è andato dal mondo dei viventi. Chissà se c’è laggiù3, monti, sentieri di bosco, cani: un vecchio cane che gli cammini al fianco in silenzio, scambiando qualche occhiata. (Tratto da: D. Valeri, Poesie scelte, Mondadori) 1. motto: parola. 2. Ora non so del cane: non so che fine abbia fatto il cane. 3. laggiù: nel mondo di quelli che non vivono più. COMPRENDERE 1. La poesia è divisa in due strofe, che corrispondono a due diversi momenti della storia di Màrtin e del suo cane. Nella prima il poeta ricorda i due amici che ..................................... Nella seconda il poeta si chiede se ................. 2. Quale atteggiamento reciproco rivela la profondità del sentimento che unisce l’uomo e l’animale? ESPRIMERE E VALUTARE 3. Parlare Molti studi hanno dimostrato che la vicinanza di un piccolo animale, soprattutto un cane o un gatto, può essere di aiuto per bambini, anziani, persone malate. Che cosa ne pensi? Che cosa diresti a una persona anziana per convincerla a prendere con sé un animale?
Màrtin andava col suo vecchio cane Diego Valeri Il testo Un uomo e il suo cane camminano vicini: è un’immagine semplice e quotidiana che forse osservi per la strada tutti i giorni. Eppure essa ci comunica, più di tanti discorsi, l’essenza e la profondità del sentimento dell’amicizia. L’autore Diego Valeri (1887-1976) è stato un poeta e saggista italiano. Ha composto numerose poesie, riunite in più raccolte. Professore universitario e traduttore, ha contribuito a diffondere la conoscenza di autori stranieri in Italia. Màrtin andava col suo vecchio cane per viottole di monte. L’uno al fianco dell’altro, senza dire motto1, solo scambiando qualche sguardo. Ora non so del cane2. So che Màrtin se n’è andato dal mondo dei viventi. Chissà se c’è laggiù3, monti, sentieri di bosco, cani: un vecchio cane che gli cammini al fianco in silenzio, scambiando qualche occhiata. (Tratto da: D. Valeri, Poesie scelte, Mondadori) 1. motto: parola. 2. Ora non so del cane: non so che fine abbia fatto il cane. 3. laggiù: nel mondo di quelli che non vivono più. COMPRENDERE 1. La poesia è divisa in due strofe, che corrispondono a due diversi momenti della storia di Màrtin e del suo cane. Nella prima il poeta ricorda i due amici che ..................................... Nella seconda il poeta si chiede se ................. 2. Quale atteggiamento reciproco rivela la profondità del sentimento che unisce l’uomo e l’animale? ESPRIMERE E VALUTARE 3. Parlare Molti studi hanno dimostrato che la vicinanza di un piccolo animale, soprattutto un cane o un gatto, può essere di aiuto per bambini, anziani, persone malate. Che cosa ne pensi? Che cosa diresti a una persona anziana per convincerla a prendere con sé un animale?