VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 2

L’AMICIZIA VERSO GLI ANIMALI Soprattutto cani e gatti fanno compagnia alle persone, ma sono molti gli animali in grado di interagire con l’uomo e di stringere con lui un rapporto di amicizia e di condivisione. Personcina Giovanni Raboni Quando dorme se lo chiami muove un orecchio solo. Succhia latte nei sogni dalla sua mamma morta. Morde biscotti. Adora i fondi del caffè. Con le zampe assapora scialli e maglioni. Dorme sui fogli. Usa un libro per cuscino. Sta bene soprattutto in fondo agli armadi, nelle scatole… Con occhi più verdi, tremando spia il viavai dei piccioni. Si lecca i baffi puntando la mosca che volerà. (Tratto da: G. Raboni, L’opera poetica, Mondadori) Il testo Profondo affetto e dolcezza irradiano dalla descrizione di questo animaletto che allieta e accompagna le giornate del poeta. L’autore Giovanni Raboni (1932-2004), milanese, è stato un poeta, autore teatrale e critico letterario. Importante anche la sua attività come collaboratore di varie case editrici e traduttore di grandi poeti e scrittori francesi (Baudelaire, Apollinaire, Proust). COMPRENDERE 1. Di chi si parla nella poesia? 2. In che modo l’animale mostra di essere sempre vigile? 3. Che cosa fa quando sogna? 4. Dove dorme? Dunque gli piace stare vicino al poeta? 5. Perché gli occhi si fanno più verdi? 6. Qual è il significato del titolo? ANALIZZARE 7. Nell’espressione «Con le zampe assapora / scialli e maglioni» (vv. 7-8) a. il poeta usa la figura retorica che accosta percezioni sensoriali differenti, cioè una ☐ metafora ☐ similitudine ☐ sinestesia b. Quali sensi vengono accostati, infatti? 8. La poesia è ricca di enjambement. Rileggi con attenzione il testo, scegline tre e specifica quali parti del discorso sono state separate, come nell’esempio: Adora / i fondi (vv. 5-6) = predicato verbale / complemento oggetto 9. Da quante strofe è composta la poesia? Quanti versi contiene ciascuna strofa? Perciò le strofe si chiamano ................................................ ESPRIMERE E VALUTARE 10. Scrivere Quali sentimenti ha suscitato in te la descrizione di questo animale? Come lo immagini? Ti ricorda un animale che conosci? Prova a farne una breve descrizione soggettiva, ricca di paragoni e di osservazioni personali. LIBRI PER TE Il gatto di Baudelaire e altri gatti, a cura di A. Paronuzzi, Franco Muzzio Editore Sarà forse perché sono animali un po’ misteriosi, intelligentissimi, eleganti e indipendenti, ma tra gatti e scrittori c’è da sempre un feeling molto particolare. In questa antologia, il veterinario-scrittore Alessandro Paronuzzi ha raccolto una serie di ritratti di gatti a opera di grandi scrittori e poeti di tutto il mondo e di tutte le epoche, che raccontano la loro passione per questi animali.
L’AMICIZIA VERSO GLI ANIMALI Soprattutto cani e gatti fanno compagnia alle persone, ma sono molti gli animali in grado di interagire con l’uomo e di stringere con lui un rapporto di amicizia e di condivisione. Personcina Giovanni Raboni Quando dorme se lo chiami muove un orecchio solo. Succhia latte nei sogni dalla sua mamma morta. Morde biscotti. Adora i fondi del caffè. Con le zampe assapora scialli e maglioni. Dorme sui fogli. Usa un libro per cuscino. Sta bene soprattutto in fondo agli armadi, nelle scatole… Con occhi più verdi, tremando spia il viavai dei piccioni. Si lecca i baffi puntando la mosca che volerà. (Tratto da: G. Raboni, L’opera poetica, Mondadori) Il testo Profondo affetto e dolcezza irradiano dalla descrizione di questo animaletto che allieta e accompagna le giornate del poeta. L’autore Giovanni Raboni (1932-2004), milanese, è stato un poeta, autore teatrale e critico letterario. Importante anche la sua attività come collaboratore di varie case editrici e traduttore di grandi poeti e scrittori francesi (Baudelaire, Apollinaire, Proust). COMPRENDERE 1. Di chi si parla nella poesia?  2. In che modo l’animale mostra di essere sempre vigile? 3. Che cosa fa quando sogna? 4. Dove dorme? Dunque gli piace stare vicino al poeta? 5. Perché gli occhi si fanno più verdi? 6. Qual è il significato del titolo? ANALIZZARE 7. Nell’espressione «Con le zampe assapora / scialli e maglioni» (vv. 7-8) a. il poeta usa la figura retorica che accosta percezioni sensoriali differenti, cioè una ☐ metafora ☐ similitudine ☐ sinestesia b. Quali sensi vengono accostati, infatti?  8. La poesia è ricca di enjambement. Rileggi con attenzione il testo, scegline tre e specifica quali parti del discorso sono state separate, come nell’esempio: Adora / i fondi (vv. 5-6) = predicato verbale / complemento oggetto 9. Da quante strofe è composta la poesia? Quanti versi contiene ciascuna strofa? Perciò le strofe si chiamano ................................................ ESPRIMERE E VALUTARE 10. Scrivere Quali sentimenti ha suscitato in te la descrizione di questo animale? Come lo immagini? Ti ricorda un animale che conosci? Prova a farne una breve descrizione soggettiva, ricca di paragoni e di osservazioni personali. LIBRI PER TE Il gatto di Baudelaire e altri gatti, a cura di A. Paronuzzi, Franco Muzzio Editore Sarà forse perché sono animali un po’ misteriosi, intelligentissimi, eleganti e indipendenti, ma tra gatti e scrittori c’è da sempre un feeling molto particolare. In questa antologia, il veterinario-scrittore Alessandro Paronuzzi ha raccolto una serie di ritratti di gatti a opera di grandi scrittori e poeti di tutto il mondo e di tutte le epoche, che raccontano la loro passione per questi animali.