VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 2

Non t’amo come se fossi rosa di sale, topazio Pablo Neruda Il testo Spesso l’amore è rappresentato come un sentimento spettacolare, appariscente e in qualche modo violento. Invece, quel che il poeta prova per la propria donna è un sentimento sotterraneo, meno visibile, ma non per questo meno forte e vero. L’autore Pablo Neruda (1904-1973) è stato un poeta cileno, PREMIO NOBEL per la letteratura nel 1971. A soli 20 anni ottenne un notevole successo con la raccolta Venti poesie d’amore e una canzone disperata. L’esperienza della guerra civile scoppiata nel 1936 in Spagna, dove si trovava come console cileno, segnò il passaggio a una poesia di impegno sociale e politico. Nel 1945 venne eletto senatore in Cile, ma dovette lasciare il Paese pochi anni dopo, in seguito all’avvento del dittatore Videla. Durante l’esilio soggiornò anche in Italia, a Capri. Tornato in Cile, morì poco dopo l’instaurarsi della nuova dittatura del generale Pinochet. Non t’amo come se fossi rosa di sale, topazio1 o freccia di garofani che propagano2 il fuoco: t’amo come si amano certe cose oscure, segretamente, tra l’ombra e l’anima. T’amo come la pianta che non fiorisce e reca dentro di sé, nascosta, la luce di quei fiori; grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo il concentrato aroma che ascese3 dalla terra. T’amo senza sapere come, né quando, né da dove, t’amo direttamente senza problemi né orgoglio: così ti amo perché non so amare altrimenti che così, in questo modo in cui non sono e non sei, così vicino che la tua mano sul mio petto è mia, così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno. (Tratto da: P. Neruda, Cento sonetti d’amore, in Poesie d’amore, Newton Compton) 1. topazio: pietra preziosa, gialla o verdognola. 2. propagano: diffondono. 3. ascese: salì. COMPRENDERE 1. In che modo il poeta ama la sua donna? Rispondi con i due avverbi presenti nella poesia. 2. Il poeta dichiara nella terza strofa di amare la propria donna «senza problemi né orgoglio». Vuole dire che ☐ l’amore l’ha colto e non si chiede come questo sia avvenuto ☐ l’amore l’ha colpito nell’orgoglio e si chiede il perché ☐ ama la sua donna senza crearsi problemi e senza superbia 3. Amare è condividere, sentire di appartenere l’uno all’altro: con quali versi il poeta esprime questo pensiero? ANALIZZARE 4. Il poeta usa l’anafora, la ripetizione di parole ed espressioni. Trascrivi qui di seguito le anafore e le parole chiave. • Anafore: • Parole chiave: 5. Nella terza strofa c’è un enjambement molto efficace, del quale il poeta si serve per sottolineare ancora una volta il suo modo di amare: trascrivilo e sottolinea l’unità sintattica spezzata. ESPRIMERE E VALUTARE 6. Parlare A partire da quella espressa nel titolo, nella poesia ci sono alcune similitudini: quale ti sembra più efficace? Quale tu non useresti per esprimere un sentimento d’amore? Confronta la tua opinione in classe.
Non t’amo come se fossi rosa di sale, topazio Pablo Neruda Il testo Spesso l’amore è rappresentato come un sentimento spettacolare, appariscente e in qualche modo violento. Invece, quel che il poeta prova per la propria donna è un sentimento sotterraneo, meno visibile, ma non per questo meno forte e vero. L’autore Pablo Neruda (1904-1973) è stato un poeta cileno, PREMIO NOBEL per la letteratura nel 1971. A soli 20 anni ottenne un notevole successo con la raccolta Venti poesie d’amore e una canzone disperata. L’esperienza della guerra civile scoppiata nel 1936 in Spagna, dove si trovava come console cileno, segnò il passaggio a una poesia di impegno sociale e politico. Nel 1945 venne eletto senatore in Cile, ma dovette lasciare il Paese pochi anni dopo, in seguito all’avvento del dittatore Videla. Durante l’esilio soggiornò anche in Italia, a Capri. Tornato in Cile, morì poco dopo l’instaurarsi della nuova dittatura del generale Pinochet. Non t’amo come se fossi rosa di sale, topazio1 o freccia di garofani che propagano2 il fuoco: t’amo come si amano certe cose oscure, segretamente, tra l’ombra e l’anima. T’amo come la pianta che non fiorisce e reca dentro di sé, nascosta, la luce di quei fiori; grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo il concentrato aroma che ascese3 dalla terra. T’amo senza sapere come, né quando, né da dove, t’amo direttamente senza problemi né orgoglio: così ti amo perché non so amare altrimenti che così, in questo modo in cui non sono e non sei, così vicino che la tua mano sul mio petto è mia, così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno. (Tratto da: P. Neruda, Cento sonetti d’amore, in Poesie d’amore, Newton Compton) 1. topazio: pietra preziosa, gialla o verdognola. 2. propagano: diffondono. 3. ascese: salì. COMPRENDERE 1. In che modo il poeta ama la sua donna? Rispondi con i due avverbi presenti nella poesia. 2. Il poeta dichiara nella terza strofa di amare la propria donna «senza problemi né orgoglio». Vuole dire che ☐ l’amore l’ha colto e non si chiede come questo sia avvenuto ☐ l’amore l’ha colpito nell’orgoglio e si chiede il perché ☐ ama la sua donna senza crearsi problemi e senza superbia 3. Amare è condividere, sentire di appartenere l’uno all’altro: con quali versi il poeta esprime questo pensiero? ANALIZZARE 4. Il poeta usa l’anafora, la ripetizione di parole ed espressioni. Trascrivi qui di seguito le anafore e le parole chiave. • Anafore:  • Parole chiave:  5. Nella terza strofa c’è un enjambement molto efficace, del quale il poeta si serve per sottolineare ancora una volta il suo modo di amare: trascrivilo e sottolinea l’unità sintattica spezzata. ESPRIMERE E VALUTARE 6. Parlare A partire da quella espressa nel titolo, nella poesia ci sono alcune similitudini: quale ti sembra più efficace? Quale tu non useresti per esprimere un sentimento d’amore? Confronta la tua opinione in classe.