VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 2

DIDATTICA INCLUSIVA Diario di un’amicizia ritrovata Leggi e ascolta qualche pagina del diario personale di una ragazzina. La storia… Alex, una ragazzina di quindici anni, tiene un diario in cui registra tutto quello che le succede, le emozioni e i sentimenti che prova. Nelle pagine che stai per leggere, Alex dice di essere molto triste perché ha litigato con la sua più cara amica, Abby, a causa di un ragazzo, Kevin. I luoghi • Casa di Alex. • Scuola. Il tempo • Al giorno d’oggi. I personaggi • Alex, una ragazzina di quindici anni. • I genitori, ansiosi, preoccupati per il bene della figlia. • Sissy, la sorella maggiore, fa quella che sa tutto, ma vuole bene ad Alex. • Abby, l’amica del cuore di Alex. • Kevin, il ragazzo che piace ad Alex e Abby. • Mark, un compagno di classe al quale piace Alex. DIZIONARIO MULTILINGUE p. 784 PAROLE CHIAVE PER CAPIRE diario: il racconto personale di avvenimenti, ricordi, sentimenti, scritto in prima persona per se stessi. Diario di un’amicizia ritrovata VENERDÌ 16 GIUGNO - ORE SETTE Mi bruciano gli occhi. Trattengo le lacrime da ore, non voglio che vedano quanto sono triste. Nel corridoio della scuola incontro Abby e le dico: «Sei contenta, vero? Hai ballato con Kevin…» e poi invento una bugia: «Kevin mi ha invitata a un concerto». Abby ci crede e ci rimane male. SABATO 17 GIUGNO Mi sono chiusa nella mia stanza e mi sono messa a piangere. A un certo punto è entrata mia sorella Sissy. Era arrabbiata perché avevo preso le sue scarpe e il suo rossetto senza chiedere il permesso. Sissy, però, ha capito che ero triste, così mi ha chiesto: «Che cosa è successo?». Io ho risposto: «Ho litigato con Abby». Allora lei ha provato a tranquillizzarmi dicendomi: «Alla tua età è normale, stai tranquilla. I veri problemi non sono questi». Allora mi sono arrabbiata io. Lei sa sempre TUTTO e questo mi dà fastidio. Così ho deciso di farla agitare e le ho detto: «In realtà sono felice! Kevin mi ha invitata a uscire con lui». Sissy ha avuto una brutta reazione perché a lei Kevin non piace per niente, mi ha detto: «Kevin non è un bravo ragazzo, Alex. Io lo dico a mamma e papà!». A quel punto ho fatto finta di dormire ZZZZZZZZZZZZZZZ per non sentire più i discorsi di mia sorella. DOMENICA 18 GIUGNO Ho pensato di dormire fino a lunedì, per non sentire i rimproveri di mamma e papà, ma ho fame. Così sono scesa in cucina per prepararmi un panino. Ovviamente sono arrivati mamma, papà e Sissy. La mamma mi ha detto: «Alex, dobbiamo parlare!». Mamma, papà e mia sorella si sono seduti sul divano; io ho preso una sedia e mi sono seduta di fronte a loro. La mamma ha iniziato il discorso: «Io e tuo padre siamo preoccupati per te». «Va tutto bene!» ho risposto io. «Noi siamo preoccupati perché questo Kevin non ci piace tanto. Devi stare attenta a un tipo così!». Io ho tranquillizzato la mamma: «Mamma, lui è un bravo ragazzo. Sua madre lavora nella mensa della scuola». Mamma, però, ha insistito: «Questo Kevin è più grande di te!». Poi ha parlato mia sorella: «Guarda, Alex, che Kevin ha già una ragazza! Devi lasciar perdere!». Un po’ triste sono tornata nella mia stanza. Io penso che i grandi non si ricordino più che cosa vuol dire essere innamorati. Però ho combinato un bel pasticcio… Come farò con la bugia che ho raccontato a Abby? LUNEDÌ 19 GIUGNO Stamattina in classe tutti mi guardavano. Qualcuno parlava nell’orecchio di un compagno e io mi sono vergognata. Mi sono seduta al banco e lì vicino c’era Abby, ma lei si è girata per non guardarmi negli occhi. Una mia compagna mi ha detto: «Ho saputo che uscirai con Kevin. Accidenti!». Io non ho fatto in tempo a dire niente perché è entrata in classe la professoressa. MARTEDÌ 20 GIUGNO Sono così triste oggi! Ho detto alla mamma che ho mal di gola perché non voglio andare a scuola, ma lei non mi ha creduto. Non ha ascoltato le mie spiegazioni. Mi ha detto: «Non fare tante storie! Vai a scuola e basta. Stasera, se vuoi, parliamo un po’». Uffa, nessuno mi ascolta. MERCOLEDÌ 21 GIUGNO Un altro giorno terribile a scuola. Anche oggi alcuni compagni mi guardavano e ridevano. Mi prendevano in giro e dicevano: «Kevin ha invitato Alex… Ah! Ah! Ah!». Sono stufa! A un certo punto si è avvicinato Mark e mi ha chiesto: «Come stai?». Io ero molto arrabbiata e gli ho risposto: «Sto benissimo! Lasciami stare!». E lui è andato via. Poi, mentre tornavo a casa, Mark si è avvicinato di nuovo e mi ha chiesto: «Ciao! Hai impegni? Io devo portare fuori il cane del mio vicino e ho bisogno di aiuto. Puoi venire con me?». «No. Devo tornare a casa e preparare il tè per i miei fratelli. L’ho promesso alla mamma». Allora Mark mi ha detto che poteva aiutare lui me. Il cane del vicino poteva aspettare. Quando Mark ha conosciuto la mia sorellina più piccola ha detto che è molto simpatica. Ha detto anche che i miei fratelli sono divertenti (povero Mark! Secondo me, è un po’ matto!). Comunque, è stato un po’ con noi e poi è andato via. GIOVEDÌ 22 GIUGNO Stamattina ero nel corridoio della scuola e a un certo punto si è avvicinato Kevin. È stato molto cattivo con me. Davanti a tutti mi ha detto: «Ah, sei tu Alex! Guarda che io ho già la ragazza… E poi, cosa credi, che io voglia uscire con una come te?». Io stavo per mettermi a piangere. Ma è arrivata Abby e mi ha abbracciata e poi Mark ha mandato via Kevin. Io sono tornata in classe con i miei amici. È bello essere di nuovo l’amica del cuore di Abby! All’uscita da scuola sono andata a casa di Abby e abbiamo passato insieme tutto il pomeriggio e le ho confessato di avere detto una bugia. Kevin adesso non mi interessa più! (Adatt. da: Kathryn Lamb, Ehi! Vi siete accorti che ci sono anch’io? Diario di una ragazza invisibile, Mondadori) COMPRENDERE 1. Le vignette che vedi qui sotto rappresentano i momenti principali della vicenda. Però sono in disordine: numera tu i disegni nell’ordine giusto. a. Abby e Alex si abbracciano b. Sissy entra in camera di Alex c. I compagni di classe prendono in giro Alex d. Alex inventa una bugia con Abby e. I genitori di Alex parlano alla figlia f. Mark va a casa di Alex LESSICO 2. Sottolinea nell’elenco che segue i sentimenti che prova Alex: rabbia • allegria • tristezza • paura • nostalgia • indifferenza • vendetta • vergogna 3. Per ogni personaggio ti diamo tre aggettivi: sottolinea quello che riassume meglio il suo comportamento nei confronti di Alex: Sissy: cattiva • pettegola • preoccupata Genitori: premurosi • curiosi • indifferenti Mark: pettegolo • indifferente • protettivo Kevin: prepotente • rispettoso • amichevole Abby: vendicativa • permalosa • sincera 4. Nel diario c’è una scritta che riproduce un suono: trovala e riscrivila: ANALIZZARE 5. Rileggi il testo, poi indica il completamento corretto. a. Il diario personale è scritto in A. prima persona (io) B. seconda persona (tu) C. terza persona (egli) b. I fatti narrati sono accaduti A. da poco tempo B. in un passato molto lontano c. Le pagine di diario A. hanno sempre la data B. non hanno mai la data d. Nelle pagine del diario di Alex A. ci sono i sentimenti e le emozioni B. non ci sono i sentimenti e le emozioni 6. Quante giornate vengono raccontate da Alex? A. quattro B. cinque C. sei D. sette ESPRIMERE E VALUTARE 7. Ti è mai capitato che un amico/un’amica ti raccontasse una bugia? Ti sei sentito tradito? Quali sentimenti hai provato? Avete poi chiarito e fatto pace? Racconta.
DIDATTICA INCLUSIVA Diario di un’amicizia ritrovata Leggi e ascolta qualche pagina del diario personale di una ragazzina. La storia… Alex, una ragazzina di quindici anni, tiene un diario in cui registra tutto quello che le succede, le emozioni e i sentimenti che prova. Nelle pagine che stai per leggere, Alex dice di essere molto triste perché ha litigato con la sua più cara amica, Abby, a causa di un ragazzo, Kevin. I luoghi • Casa di Alex. • Scuola. Il tempo • Al giorno d’oggi. I personaggi • Alex, una ragazzina di quindici anni. • I genitori, ansiosi, preoccupati per il bene della figlia. • Sissy, la sorella maggiore, fa quella che sa tutto, ma vuole bene ad Alex. • Abby, l’amica del cuore di Alex. • Kevin, il ragazzo che piace ad Alex e Abby. • Mark, un compagno di classe al quale piace Alex. DIZIONARIO MULTILINGUE p. 784 PAROLE CHIAVE PER CAPIRE diario: il racconto personale di avvenimenti, ricordi, sentimenti, scritto in prima persona per se stessi. Diario di un’amicizia ritrovata VENERDÌ 16 GIUGNO - ORE SETTE Mi bruciano gli occhi. Trattengo le lacrime da ore, non voglio che vedano quanto sono triste. Nel corridoio della scuola incontro Abby e le dico: «Sei contenta, vero? Hai ballato con Kevin…» e poi invento una bugia: «Kevin mi ha invitata a un concerto». Abby ci crede e ci rimane male. SABATO 17 GIUGNO Mi sono chiusa nella mia stanza e mi sono messa a piangere. A un certo punto è entrata mia sorella Sissy. Era arrabbiata perché avevo preso le sue scarpe e il suo rossetto senza chiedere il permesso. Sissy, però, ha capito che ero triste, così mi ha chiesto: «Che cosa è successo?». Io ho risposto: «Ho litigato con Abby». Allora lei ha provato a tranquillizzarmi dicendomi: «Alla tua età è normale, stai tranquilla. I veri problemi non sono questi». Allora mi sono arrabbiata io. Lei sa sempre TUTTO e questo mi dà fastidio. Così ho deciso di farla agitare e le ho detto: «In realtà sono felice! Kevin mi ha invitata a uscire con lui». Sissy ha avuto una brutta reazione perché a lei Kevin non piace per niente, mi ha detto: «Kevin non è un bravo ragazzo, Alex. Io lo dico a mamma e papà!». A quel punto ho fatto finta di dormire ZZZZZZZZZZZZZZZ per non sentire più i discorsi di mia sorella. DOMENICA 18 GIUGNO Ho pensato di dormire fino a lunedì, per non sentire i rimproveri di mamma e papà, ma ho fame. Così sono scesa in cucina per prepararmi un panino. Ovviamente sono arrivati mamma, papà e Sissy. La mamma mi ha detto: «Alex, dobbiamo parlare!». Mamma, papà e mia sorella si sono seduti sul divano; io ho preso una sedia e mi sono seduta di fronte a loro. La mamma ha iniziato il discorso: «Io e tuo padre siamo preoccupati per te». «Va tutto bene!» ho risposto io. «Noi siamo preoccupati perché questo Kevin non ci piace tanto. Devi stare attenta a un tipo così!». Io ho tranquillizzato la mamma: «Mamma, lui è un bravo ragazzo. Sua madre lavora nella mensa della scuola». Mamma, però, ha insistito: «Questo Kevin è più grande di te!». Poi ha parlato mia sorella: «Guarda, Alex, che Kevin ha già una ragazza! Devi lasciar perdere!». Un po’ triste sono tornata nella mia stanza. Io penso che i grandi non si ricordino più che cosa vuol dire essere innamorati. Però ho combinato un bel pasticcio… Come farò con la bugia che ho raccontato a Abby? LUNEDÌ 19 GIUGNO Stamattina in classe tutti mi guardavano. Qualcuno parlava nell’orecchio di un compagno e io mi sono vergognata. Mi sono seduta al banco e lì vicino c’era Abby, ma lei si è girata per non guardarmi negli occhi. Una mia compagna mi ha detto: «Ho saputo che uscirai con Kevin. Accidenti!». Io non ho fatto in tempo a dire niente perché è entrata in classe la professoressa. MARTEDÌ 20 GIUGNO Sono così triste oggi! Ho detto alla mamma che ho mal di gola perché non voglio andare a scuola, ma lei non mi ha creduto. Non ha ascoltato le mie spiegazioni. Mi ha detto: «Non fare tante storie! Vai a scuola e basta. Stasera, se vuoi, parliamo un po’». Uffa, nessuno mi ascolta. MERCOLEDÌ 21 GIUGNO Un altro giorno terribile a scuola. Anche oggi alcuni compagni mi guardavano e ridevano. Mi prendevano in giro e dicevano: «Kevin ha invitato Alex… Ah! Ah! Ah!». Sono stufa! A un certo punto si è avvicinato Mark e mi ha chiesto: «Come stai?». Io ero molto arrabbiata e gli ho risposto: «Sto benissimo! Lasciami stare!». E lui è andato via. Poi, mentre tornavo a casa, Mark si è avvicinato di nuovo e mi ha chiesto: «Ciao! Hai impegni? Io devo portare fuori il cane del mio vicino e ho bisogno di aiuto. Puoi venire con me?». «No. Devo tornare a casa e preparare il tè per i miei fratelli. L’ho promesso alla mamma». Allora Mark mi ha detto che poteva aiutare lui me. Il cane del vicino poteva aspettare. Quando Mark ha conosciuto la mia sorellina più piccola ha detto che è molto simpatica. Ha detto anche che i miei fratelli sono divertenti (povero Mark! Secondo me, è un po’ matto!). Comunque, è stato un po’ con noi e poi è andato via. GIOVEDÌ 22 GIUGNO Stamattina ero nel corridoio della scuola e a un certo punto si è avvicinato Kevin. È stato molto cattivo con me. Davanti a tutti mi ha detto: «Ah, sei tu Alex! Guarda che io ho già la ragazza… E poi, cosa credi, che io voglia uscire con una come te?». Io stavo per mettermi a piangere. Ma è arrivata Abby e mi ha abbracciata e poi Mark ha mandato via Kevin. Io sono tornata in classe con i miei amici. È bello essere di nuovo l’amica del cuore di Abby! All’uscita da scuola sono andata a casa di Abby e abbiamo passato insieme tutto il pomeriggio e le ho confessato di avere detto una bugia. Kevin adesso non mi interessa più! (Adatt. da: Kathryn Lamb, Ehi! Vi siete accorti che ci sono anch’io? Diario di una ragazza invisibile, Mondadori) COMPRENDERE 1. Le vignette che vedi qui sotto rappresentano i momenti principali della vicenda. Però sono in disordine: numera tu i disegni nell’ordine giusto. a. Abby e Alex si abbracciano b. Sissy entra in camera di Alex c. I compagni di classe prendono in giro Alex d. Alex inventa una bugia con Abby e. I genitori di Alex parlano alla figlia f. Mark va a casa di Alex LESSICO 2. Sottolinea nell’elenco che segue i sentimenti che prova Alex: rabbia • allegria • tristezza • paura • nostalgia • indifferenza • vendetta • vergogna 3. Per ogni personaggio ti diamo tre aggettivi: sottolinea quello che riassume meglio il suo comportamento nei confronti di Alex: Sissy: cattiva • pettegola • preoccupata Genitori: premurosi • curiosi • indifferenti Mark: pettegolo • indifferente • protettivo Kevin: prepotente • rispettoso • amichevole Abby: vendicativa • permalosa • sincera 4. Nel diario c’è una scritta che riproduce un suono: trovala e riscrivila: ANALIZZARE 5. Rileggi il testo, poi indica il completamento corretto. a. Il diario personale è scritto in A. prima persona (io) B. seconda persona (tu) C. terza persona (egli) b. I fatti narrati sono accaduti A. da poco tempo B. in un passato molto lontano c. Le pagine di diario A. hanno sempre la data B. non hanno mai la data d. Nelle pagine del diario di Alex A. ci sono i sentimenti e le emozioni B. non ci sono i sentimenti e le emozioni 6. Quante giornate vengono raccontate da Alex? A. quattro B. cinque C. sei D. sette ESPRIMERE E VALUTARE 7. Ti è mai capitato che un amico/un’amica ti raccontasse una bugia? Ti sei sentito tradito? Quali sentimenti hai provato? Avete poi chiarito e fatto pace? Racconta.