VOLTIAMO PAGINA PRIMI GIORNI

Accoglienza Primo orientamento Alle dieci c è l intervallo; le ragazze vanno tutte in uno stanzone 40 squallido che dà su un balcone con ai due lati un gabinetto sporco e puzzolente. La puzza filtra nello stanzone vuoto dove è permesso mangiare, durante quei dieci minuti d intervallo, in piedi, il proprio panino. Le ragazze guardano con invidia il mio pacchetto bianco che contiene un sandwich di pane bianco ricoperto di burro e pollo, che 45 io detesto. Io guardo con invidia il loro pane scuro con due fette di salame o la loro fetta di castagnaccio o il loro pane e cioccolato. Con il tempo imparo a barattare la mia merenda con la loro. Poi si torna in classe e le lezioni continuano nella stessa monotona noia finché suona il campanello di mezzogiorno e tutti ci precipi50 tiamo giù per le scale, fuori nella strada grigia. Miss Parker è lì che aspetta. Troviamo Gianni e camminiamo fino a casa. Odio la scuola, le lezioni, i compiti, la mancanza di interesse e di amore. Odio il nero. (Tratto da: S. Agnelli, Vestivamo alla marinara, Mondadori) COMPRENDERE 1. Nella colonna di sinistra della tabella leggi alcune frasi del testo, relative al momento della mattina in cui ci si prepara per andare a scuola. Completa la colonna di destra: scrivi le tue abitudini, come negli esempi. IERI Fuori è scuro come una minestra di lenticchie Corriamo in bagno, ci laviamo i denti OGGI Quando mi alzo Ci infiliamo i vestiti preparati ieri sulla seggiola La mia cartella nera è piena di libri scelti per le lezioni di oggi Quaderni, vocabolario, penna stilografica, riga Seduti al tavolo beviamo il latte caldo, mastichiamo i toast col burro e la marmellata Di solito non preparo i vestiti la sera prima, ma il mattino apro l armadio, ancora mezza addormentata, e scelgo che cosa indossare (Risposta indicativa) 32 Primi giorni.indd 32 26/01/18 16:55
VOLTIAMO PAGINA PRIMI GIORNI