VOLTIAMO PAGINA PRIMI GIORNI

Sogni e progetti Diventare grandi, con delle responsabilità e un lavoro, sembra un fatto ancora così lontano, che ci si può permettere di sognare a occhi aperti: «Vorrei fare l’ingegnere, l’attore o la cantante, o magari…».A volte i sogni si avverano, più spesso lasciano spazio a progetti più concreti. Come si può trasformare un sogno in progetto?Cominciando a conoscere bene quali sono le proprie attitudini, preferenze, motivazioni, e anche i propri limiti. Sogni nel cassettoGina BellotIn ogni casa c’è una stanza da letto,un comò con un secondo cassetto.Cerchi una noce, un bottone, un merletto?Ma insomma! Son lì, nel secondo cassetto.La sciarpa, i guanti, il berretto?Ma è chiaro, son lì, nel secondo cassetto.La foto di nonna, l’anello, il cerchietto,le chiavi, la borsa, il fazzoletto?Tutti a posto, nel secondo cassetto.Ma i sogni, i ricordi, le gaie illusioniqueste mie cose, dove le metto?Mettile via, nel secondo cassetto,e quando ti va e ne senti il bisognoallunga la mano e accarezza il tuo sogno.(Tratto da: G. Bellot, La torta storta, Nuove Edizioni Romane) COMPRENDERE E CONFRONTARE E tu, dove metti i tuoi sogni? Il testoI sogni sono la gioia della vita. Per non perderli, conserviamoli in un cassetto speciale: saranno sempre pronti a darci forza.L’autriceGina Bellot è un’autrice contemporanea di libri per bambini e ragazzi. È nata a Venezia ma vive a Roma, dove nel 1972 ha fondato la prima libreria per ragazzi.
Sogni e progetti Diventare grandi, con delle responsabilità e un lavoro, sembra un fatto ancora così lontano, che ci si può permettere di sognare a occhi aperti: «Vorrei fare l’ingegnere, l’attore o la cantante, o magari…».A volte i sogni si avverano, più spesso lasciano spazio a progetti più concreti. Come si può trasformare un sogno in progetto?Cominciando a conoscere bene quali sono le proprie attitudini, preferenze, motivazioni, e anche i propri limiti. Sogni nel cassettoGina BellotIn ogni casa c’è una stanza da letto,un comò con un secondo cassetto.Cerchi una noce, un bottone, un merletto?Ma insomma! Son lì, nel secondo cassetto.La sciarpa, i guanti, il berretto?Ma è chiaro, son lì, nel secondo cassetto.La foto di nonna, l’anello, il cerchietto,le chiavi, la borsa, il fazzoletto?Tutti a posto, nel secondo cassetto.Ma i sogni, i ricordi, le gaie illusioniqueste mie cose, dove le metto?Mettile via, nel secondo cassetto,e quando ti va e ne senti il bisognoallunga la mano e accarezza il tuo sogno.(Tratto da: G. Bellot, La torta storta, Nuove Edizioni Romane) COMPRENDERE E CONFRONTARE E tu, dove metti i tuoi sogni? Il testoI sogni sono la gioia della vita. Per non perderli, conserviamoli in un cassetto speciale: saranno sempre pronti a darci forza.L’autriceGina Bellot è un’autrice contemporanea di libri per bambini e ragazzi. È nata a Venezia ma vive a Roma, dove nel 1972 ha fondato la prima libreria per ragazzi.