VOLTIAMO PAGINA COMPETENZE LINGUISTICHE E TRASVERSALI 1

Per antipasto, su un grande vassoio viene sistemato un asinello, di bronzo corinzio1, che porta una bisaccia a due tasche, delle quali l una contiene olive chiare, l altra scure. Dei piccoli sostegni, poi, saldati al piano del vassoio, sorreggono dei ghiri spalmati di miele e cosparsi di polvere di papavero. Non mancano anche delle salsicce che friggono sopra una griglia d argento e sotto la griglia prugne siriane con chicchi di melograno. Segue una portata: si tratta di un vassoio rotondo che ha disposti, uno dopo l altro, in circolo, i dodici segni zodiacali, sopra ciascuno dei quali il maestro di cucina ha sistemato il cibo. Seguono vassoi con pollame e ventri di scrofa e in mezzo una lepre, un cinghiale di grande mole, e per giunta fornito di un cappello, dalle cui zanne pendono due cestini, fatti di foglie di palma intrecciate, ripieni l uno di datteri freschi, l altro di datteri secchi. Intorno al cinghiale, poi, dei porcellini fatti di pasta biscottata, dando l impressione di stare attaccati alle mammelle, indicano che il cinghiale è femmina. Mentre Trimalcione parla, arriva un altro vassoio enorme contenente un maiale gigantesco, che riempie la tavola centrale. Viene portato un vitello lesso e contemporaneamente già è stato sistemato sulla tavola un trionfo contornato da alcune focacce, il cui centro era occupato da un Priapo2 realizzato da un pasticcere, che tiene nel suo ampio grembo ogni sorta di frutti e di grappoli. Seguono degli stuzzica-appetito: al posto dei soliti tordi, vengono fatte girare delle galline ingrassate, una per ciascun commensale, e in più delle uova d anatra. Concesso quindi un momento di calma, Trimalcione fa servire i dolci, consistenti in tordi fatti di farina di segale impastata, farciti di uva passa e noci. Fanno loro seguito delle mele cotogne su cui erano confitte delle spine, in modo da sembrare dei ricci di mare. COMPETENZE TRASVERSALI 2. Lo spreco di cibo A un certo punto gli invitati si accorgono della mancanza della moglie del padrone di casa e gli chiedono notizie di lei. Ma dì un po , Gaio, ti prego, come mai Fortunata non è qui a tavola? Sai lei com è esclamò Trimalcione che, se non ha riposto l argenteria, se non ha diviso quel che resta tra i ragazzi3, non mette dentro una goccia d acqua! (Tratto da: Satyricon) 1. corinzio: proveniente dalla città greca di Corinto. 2. Priapo: divinità greca e romana, che protegge la fertilità della natura. 3. i ragazzi: i servi. Competenze trasversali 1_Competenze_063_116.indd 89 89 26/01/18 17:01
VOLTIAMO PAGINA COMPETENZE LINGUISTICHE E TRASVERSALI 1