VOLTIAMO PAGINA COMPETENZE LINGUISTICHE E TRASVERSALI 1

TESTO 2 Odisseo alla mensa dei Proci AUDIO COMPETENZE TRASVERSALI Odisseo è finalmente tornato all amata patria Itaca, da cui è lontano da 20 anni. Dopo aver rivelato la sua identità al figlio Telemaco e al porcaio Eumeo, si reca alla reggia dove i principi di Itaca, i Proci, banchettano a sue spese, attendendo che la regina Penelope decida chi di loro sposare. Odisseo si presenta come un povero mendicante a cui, com è tradizione nella cultura greca antica, i ricchi gettano gli avanzi della loro tavola: nulla, così, va sprecato. Ed ecco che Atena, venuta accanto al Laerziade1 Odisseo, lo spinse a raccogliere tra i pretendenti2 gli avanzi, perché vedesse chi era giusto e ingiusto. [ ] Dunque si mosse per chiedere doni ad ogni principe, stendendo in giro la mano, come se fosse stato sempre un pitocco3. E quelli per compassione davano e di lui si stupivano, si chiedevan l un l altro chi fosse e da dove venisse. [ ] Così diceva e Antinoo4 rimproverò con parole il porcaio: O tu, famoso porcaio, perché l hai portato in città? Non ci bastavano gli altri accattoni, straccioni schifosi, divoratori di avanzi? . (Tratto da: Odissea, libro XVII, trad. Rosa Calzecchi Onesti, Mondadori) TESTO 3 La cena di Trimalcione 3. pitocco: povero, che chiede l elemosina per vivere. 4. Antinoo: uno dei Proci. AUDIO 1. Laerziade: figlio di Laerte. 2. pretendenti: i principi di Itaca, ciascuno dei quali vorrebbe sposare Penelope per diventare re dell isola. Quindi sono pretendenti alla mano di Penelope e, al tempo stesso, al trono di Itaca. Il Satyricon è un romanzo della letteratura latina attribuito a Petronio Arbitro (I secolo d.C.). Il fatto che sia solo attribuito significa che non si è certi che il manoscritto sia proprio di questo scrittore. L opera racconta le avventure del giovane Encolpio e dei suoi amici Gitone e Ascilto. Una sera i tre si recano a cena a casa del ricco Trimalcione. La cena è ricchissima di portate che si susseguono senza sosta, anche quando gli ospiti sono ormai sazi. Ma in questo caso lo scopo non è nutrirsi: i commensali devono stupirsi per la quantità e la ricercatezza delle portate, e soprattutto per l enorme disponibilità di denaro del padrone di casa. 88 2. Lo spreco di cibo 1_Competenze_063_116.indd 88 26/01/18 17:01
VOLTIAMO PAGINA COMPETENZE LINGUISTICHE E TRASVERSALI 1