PERCORSO 2 LO SPRECO DI CIBO

PERCORSO 2 Lo spreco di cibo Le regole per un uso responsabile e consapevole del cibo A. Entrare in tema La riduzione degli sprechi, ieri e oggi TESTO 1 Gli sprechi degli uomini primitivi AUDIO Ogni giorno, in molti paesi del mondo, migliaia di tonnellate di cibo vengono gettate nella spazzatura: non si tratta di alimenti avariati, anzi, sono assolutamente commestibili, potrebbero sfamare milioni di persone e far risparmiare grandi quantità di denaro e di risorse fondamentali, come l acqua. La grave crisi economica che stiamo vivendo sta portando all attenzione di tutti la gravità del problema dello spreco, e qualcosa si sta facendo per sensibilizzare il consumatore all esigenza di non sprecare cibo. Seguendo il percorso che ti proponiamo, scoprirai come venivano utilizzati gli avanzi nell antichità e come si spreca il cibo in Italia e nel mondo, esaminerai alcune campagne pubblicitarie che mirano alla riduzione dei rifiuti alimentari, infine potrai verificare se e quanto cibo si spreca a casa tua. A conclusione del percorso, con l aiuto dell insegnante e dei compagni, potrai realizzare una campagna pubblicitaria per la riduzione degli sprechi e un ricettario con ricette virtuose , in cui si utilizzano gli avanzi per preparare piatti appetitosi ed economici. Ma cominciamo davvero dal principio , cioè dalla preistoria e dalle civiltà antiche. COMPETENZE TRASVERSALI 2. Lo spreco di cibo Gli uomini preistorici producevano piccolissime quantità di scarti di cibo: i residui di ossa o di pelli e le foglie dure delle piante, che servivano come cibo per gli animali. Dopo la scoperta dell agricoltura, gli scarti di cibo servivano da concime. I pochi rifiuti venivano gettati nei pressi delle case, in quello che di fatto era il letamaio, dove gli animali trovavano cibo e dove si accumulavano sostanze organiche, che oggi chiamiamo compost, utili per concimare i campi. (Tratto da: A come Ambiente, Editoriale Scienza) Competenze trasversali 1_Competenze_063_116.indd 87 87 26/01/18 17:01
PERCORSO 2 LO SPRECO DI CIBO