VOLTIAMO PAGINA COMPETENZE LINGUISTICHE E TRASVERSALI 1

PROVA 6 Competenza linguistica: SCRITTURA (sviluppo di un testo NARRATIVO) Traguardi per lo sviluppo delle competenze • L’allievo scrive correttamente testi narrativi adeguati a situazione, argomento, scopo, destinatario. • Padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative al lessico, alla morfologia, all’organizzazione logico-sintattica della frase, ai connettivi testuali. Obiettivi di apprendimento • Conoscere e applicare le procedure di ideazione, pianificazione, stesura e revisione del testo a partire dall’analisi del compito di scrittura. • Scrivere testi narrativi corretti dal punto di vista morfosintattico, lessicale, ortografico, coerenti e coesi, adeguati allo scopo. • Realizzare forme di scrittura creativa. • Realizzare scelte lessicali adeguate in base al tipo di testo. 1. Leggi con attenzione il testo che segue. UNA PASSEGGIATA SERALE Quella sera si ritrovò troppo inquieto per dormire. Intorno alle dieci sgusciò fuori di casa passando dalla gattaiola1. L’aria gelida della notte non riusciva a penetrare il pelo fitto della sua pelliccia. Zampettò silenzioso fino al muro di cinta del giardino. Sembrava altissimo, ma con un semplice balzo aggraziato ne guadagnò la cima, dalla quale poteva dominare il suo territorio. Che meraviglia, poter scrutare negli angoli bui, percepire ogni vibrazione dell’aria notturna a fior di baffi, e poi rendersi invisibili quando, verso mezzanotte, una volpe arrivò in giardino per rovistare tra i bidoni della spazzatura. Sentiva nei dintorni la presenza di altri gatti, a zonzo per i loro vagabondaggi serali. Poco dopo, si ritrovò muso a muso con un altro gatto. Era nero nero. Si trattava del gattone della porta accanto, un tipo gagliardo, quasi due volte lui, con un gran collo e lunghe zampe robuste. Senza nemmeno pensarci, inarcò la schiena e scompigliò il pelo per sembrare più grosso. - Ehi, micio-micio - sibilò - stai camminando sul mio muretto. Il gatto nero era molto sorpreso. Sorrise. - Vorrai dire che era il tuo muro, Nonnetto. Sentiamo un po’, che intenderesti fare? (Tratto da: Ian McEwan, L’inventore di sogni, Einaudi) 1. gattaiola: piccola apertura protetta, praticata nella parte bassa delle porte per consentire il libero passaggio di piccoli felini o di altri animali domestici. 2. Continua tu la storia, con l’aiuto delle seguenti domande:- La zuffa tra i due gatti accade o viene evitata? Se sì, come si sviluppa?- Gli altri gatti del quartiere che ruolo hanno? Fanno il tifo per l’uno o per l’altro? Intervengono? Fanno da pacieri?- Qual è l’esito finale? Ci sono un vincitore e un vinto?- Come torna a casa il gatto protagonista? C’è qualcuno ad accoglierlo?
PROVA 6 Competenza linguistica: SCRITTURA (sviluppo di un testo NARRATIVO) Traguardi per lo sviluppo delle competenze • L’allievo scrive correttamente testi narrativi adeguati a situazione, argomento, scopo, destinatario. • Padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative al lessico, alla morfologia, all’organizzazione logico-sintattica della frase, ai connettivi testuali. Obiettivi di apprendimento • Conoscere e applicare le procedure di ideazione, pianificazione, stesura e revisione del testo a partire dall’analisi del compito di scrittura. • Scrivere testi narrativi corretti dal punto di vista morfosintattico, lessicale, ortografico, coerenti e coesi, adeguati allo scopo. • Realizzare forme di scrittura creativa. • Realizzare scelte lessicali adeguate in base al tipo di testo. 1. Leggi con attenzione il testo che segue. UNA PASSEGGIATA SERALE Quella sera si ritrovò troppo inquieto per dormire. Intorno alle dieci sgusciò fuori di casa passando dalla gattaiola1. L’aria gelida della notte non riusciva a penetrare il pelo fitto della sua pelliccia. Zampettò silenzioso fino al muro di cinta del giardino. Sembrava altissimo, ma con un semplice balzo aggraziato ne guadagnò la cima, dalla quale poteva dominare il suo territorio. Che meraviglia, poter scrutare negli angoli bui, percepire ogni vibrazione dell’aria notturna a fior di baffi, e poi rendersi invisibili quando, verso mezzanotte, una volpe arrivò in giardino per rovistare tra i bidoni della spazzatura. Sentiva nei dintorni la presenza di altri gatti, a zonzo per i loro vagabondaggi serali. Poco dopo, si ritrovò muso a muso con un altro gatto. Era nero nero. Si trattava del gattone della porta accanto, un tipo gagliardo, quasi due volte lui, con un gran collo e lunghe zampe robuste. Senza nemmeno pensarci, inarcò la schiena e scompigliò il pelo per sembrare più grosso. - Ehi, micio-micio - sibilò - stai camminando sul mio muretto. Il gatto nero era molto sorpreso. Sorrise. - Vorrai dire che era il tuo muro, Nonnetto. Sentiamo un po’, che intenderesti fare? (Tratto da: Ian McEwan, L’inventore di sogni, Einaudi) 1. gattaiola: piccola apertura protetta, praticata nella parte bassa delle porte per consentire il libero passaggio di piccoli felini o di altri animali domestici. 2. Continua tu la storia, con l’aiuto delle seguenti domande:- La zuffa tra i due gatti accade o viene evitata? Se sì, come si sviluppa?- Gli altri gatti del quartiere che ruolo hanno? Fanno il tifo per l’uno o per l’altro? Intervengono? Fanno da pacieri?- Qual è l’esito finale? Ci sono un vincitore e un vinto?- Come torna a casa il gatto protagonista? C’è qualcuno ad accoglierlo?