VOLTIAMO PAGINA COMPETENZE LINGUISTICHE E TRASVERSALI 1

COMPETENZE TRASVERSALI - Linguaggi speciali • Il fumetto Dalla vignetta alla striscia alla tavola Per capire meglio i segreti del fumetto, mettiamoci nei panni di un disegnatore.Innanzi tutto abbiamo bisogno di carta (formato A4) e matita. Occorre imparare a squadrare i fogli per ottenere i riquadri che conterranno la sceneggiatura, ambientata in una scenografia.SCENEGGIATURA E SCENOGRAFIAAttenzione a non confondere la sceneggiatura con la scenografia!La sceneggiatura è il CHE COSA succede: l’azione e i dialoghi descritti su un copione.La scenografia, invece, è il DOVE, cioè l’ambientazione della sceneggiatura.I due termini sono usati con questo significato anche in ambito teatrale e cinematografico.Osserva. Ogni riquadro contiene una vignetta. Se la storia è breve e comprende soltanto tre o quattro vignette, si ottiene quella che si chiama striscia (in inglese strip).Spesso la striscia è corta e immediata come una barzelletta… e fa divertire allo stesso modo!Quando le vignette sono più numerose e occupano un’intera pagina, si ottiene una tavola.• Possiamo trovare tavole molto semplici, in cui la storia si svolge come in un brano scritto, nel senso indicato dalla freccia.• Quasi sempre, però, le tavole sono suddivise in modo più articolato, per ottenere spazi di misure diverse, adatti al disegno che devono contenere.Per esempio, per un volto di cui vogliamo far vedere l’espressione basta un riquadro piccolo come l’1, mentre per un paesaggio è meglio progettare uno spazio più ampio come i riquadri 4 e 10.
COMPETENZE TRASVERSALI - Linguaggi speciali • Il fumetto Dalla vignetta alla striscia alla tavola Per capire meglio i segreti del fumetto, mettiamoci nei panni di un disegnatore.Innanzi tutto abbiamo bisogno di carta (formato A4) e matita. Occorre imparare a squadrare i fogli per ottenere i riquadri che conterranno la sceneggiatura, ambientata in una scenografia.SCENEGGIATURA E SCENOGRAFIAAttenzione a non confondere la sceneggiatura con la scenografia!La sceneggiatura è il CHE COSA succede: l’azione e i dialoghi descritti su un copione.La scenografia, invece, è il DOVE, cioè l’ambientazione della sceneggiatura.I due termini sono usati con questo significato anche in ambito teatrale e cinematografico.Osserva. Ogni riquadro contiene una vignetta. Se la storia è breve e comprende soltanto tre o quattro vignette, si ottiene quella che si chiama striscia (in inglese strip).Spesso la striscia è corta e immediata come una barzelletta… e fa divertire allo stesso modo!Quando le vignette sono più numerose e occupano un’intera pagina, si ottiene una tavola.• Possiamo trovare tavole molto semplici, in cui la storia si svolge come in un brano scritto, nel senso indicato dalla freccia.• Quasi sempre, però, le tavole sono suddivise in modo più articolato, per ottenere spazi di misure diverse, adatti al disegno che devono contenere.Per esempio, per un volto di cui vogliamo far vedere l’espressione basta un riquadro piccolo come l’1, mentre per un paesaggio è meglio progettare uno spazio più ampio come i riquadri 4 e 10.