VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

Fetonte e il carro del Sole AUDIO Il mito (mito greco) Il testo Anche in questo caso il Sole diventa un pericolo per la Terra: il mondo greco vive momenti di terrore a causa di un Sole impazzito. USA IL DIZIONARIO Cerca in queste righe un verbo sinonimo di sentire , percepire . Apollo aveva amato la ninfa Climene, figlia di Minia, e da lei aveva avuto un figlio, Fetonte. Un giorno, mentre il ragazzo giocava con i suoi coetanei, costoro presero a sbeffeggiarlo, perché Fetonte sosteneva di essere figlio di Apollo ed essi non ci credevano. Fetonte ne restò 5 mortificato, e per avere su essi una rivincita andò a trovare il padre e lo scongiurò con le lacrime agli occhi che, per attestare al mondo la sua vera nascita, gli lasciasse guidare per un giorno, per un solo giorno, il carro del Sole. Apollo cercò in tutti i modi di distoglierlo da questa pazza idea; ma Fetonte pianse, supplicò, e tanto disse e fece, 10 che ottenne alla fine ciò che voleva. Salì sul carro di fuoco e partì. Ma, quando poi si vide solo, sopra quel carro fiammeggiante, e sotto i piedi vide un baratro fondo, s impaurì. I quattro cavalli che tiravano il carro avvertirono immediatamente la mano inesperta di chi li guidava e sbagliarono strada. Il carro, sbandando, ora saliva 15 troppo alto, minacciando di bruciare la volta celeste, ora invece scendeva troppo in basso, e a quel calore i fiori e le messi si seccavano, le foreste s incendiavano, le montagne ardevano, i fiumi e tutte le acque della Terra si prosciugavano. Zeus ebbe pietà degli uomini e del mondo, e per salvarli lanciò 20 la sua folgore sul presuntuoso ragazzo: Fetonte morì e precipitò nel fiume Eridano, che oggi si chiama Po. Mentre i cavalli ritornavano da soli alle proprie stalle, le sorelle del disgraziato Fetonte, le Heliadi, piangevano disperatamente la sua morte. Zeus, impietosito di quel dolore, le mutò in pioppi e le loro lacrime divennero gocce d ambra1: 25 questi pioppi fremono ancora lungo le rive del Po. (Tratto da: Fernando Palazzi, I miti degli dèi e degli eroi, Loescher) 1. ambra: resina fossile, di colore giallo bruno o rossiccio, usata per oggetti ornamentali. 49 5394B_MET Mi_Ep.indd 49 26/01/18 13:08
VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO