VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

STRUMENTI 5. Il teatro latino Plauto Tito Maccio Plauto (250 circa-184 a.C.) è considerato uno dei più importanti autori di commedie in lingua latina. Nacque probabilmente a S rsina, nell attuale Emilia-Romagna, ed era un cittadino libero. Gli vengono attribuite circa 130 commedie, ma soltanto 21 sono state sicuramente scritte da lui. Il teatro di Plauto mette in scena pochi temi, che si ripetono nelle varie commedie con alcune varianti: gli strata- Una rappresentazione del Miles Gloriosus di Plauto. gemmi di servi astuti per permettere al padrone di conquistare la donna amata; gli inganni per costringere un vecchio avaro a dare i soldi al figlio; il riconoscimento delle nobili origini di ragazzi e ragazze che vivono in schiavitù o in povertà. Plauto non vuole creare attesa o suspense: il pubblico sa già come andrà a finire attraverso il racconto del prologo. Burle, raggiri, equivoci, scambi di persona sono gli ingredienti più usati per divertire gli spettatori, che assicurarono un enorme successo alle commedie di Plauto. Terenzio Abbiamo poche notizie sicure sulla vita di Terenzio, l altro grande commediografo latino. Originario di Cartagine, nacque nel 185 o 184 a.C. e probabilmente arrivò a Roma come schiavo al seguito di un senatore. Morì nel 159 in occasione di un viaggio in Grecia. Di lui ci restano sei commedie. I personaggi di Terenzio non sono diversi da quelli di Plauto: giovani innamorati, genitori che contrastano i loro Il commediografo (a sinistra) e la Musa. sentimenti, schiavi indaffarati a soddisfare i desideri dei padroni (cercando di ricavare anche qualche guadagno o vantaggio personale). L immancabile lieto fine conclude ogni commedia. Tuttavia il pubblico di Terenzio è diverso da quello di Plauto, che si rivolgeva a persone semplici, che andavano a teatro per divertirsi e non per riflettere o meditare. Il pubblico di Terenzio, invece, era formato in prevalenza da aristocratici colti e raffinati, che avevano interesse per la psicologia dei personaggi e non tanto e non solo per la comicità. Questo giustifica anche lo scarso successo di Terenzio, specie se paragonato alla fama di Plauto. 322 3 Il teatro 5394B_MET Teatro.indd 322 21/02/18 10:00
VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO