VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

La figlia del re A me piace tanto gridare. Il re Nel Paese di Niente, gridare è un crimine. Lo dice la legge. La figlia del re Tu sei il Re, puoi cambiare la legge, se vuoi. Il re Io non voglio cambiare la legge. Ne vado molto fiero. Alla figlia del re sfugge un lamento. Didascalia Indicazione di atteggiamento Il re Didascalia Indicazione di gesto/ movimento Ti voglio così tanto bene. Sarai la più perfetta delle regine del Paese di Niente. Didascalia Indicazione di atteggiamento/ movimento STRUMENTI PER ANALIZZARE IL TEATRO Un lamento. Riprendilo e mettilo in gabbia. Lei lo riprende e lo mette in gabbia. La ragazza si rannicchia contro il re. La figlia del re Io non voglio essere la regina di Niente. Il re Un giorno sarai fiera di esserlo. Quando eri piccola, ti piaceva tanto quando ti raccontavo la storia del nostro paese. Mi ascoltavi per ore. La figlia del re Non capivo cosa volesse dire. Il re Eri molto fiera dei miei tesori di caccia e poi dei miei tesori di guerra. Sono riuscito a far tacere tutto il regno. Poi l ho svuotato, completamente, in modo che non ci fosse più niente. La figlia del re Non è rimasto niente. Il re proprio quel che voglio: niente. La figlia del re E io? Io sono niente? Il re Tu sei la futura regina del paese di Niente. La figlia del re Non voglio. Il re Tu sei la figlia del Re di Niente, lo sei e lo resterai. La figlia del re Mi annoio. Farò tornare qui delle persone. Il re No! Sono troppo complicate, le persone. Prima si amano e un attimo dopo non si amano più. E poi si moltiplicano troppo in fretta. [ ] (Tratto da: Nathalie Papin, Il Paese di Niente, Edizioni Cleup) A TEATRO PER IL PIACERE DI LEGGERE J.C. Grumberg, Cappuccetto UF Ti piacerebbe fare teatro? Questo laboratorio fa per te! LABORATORIO TEATRO 1ª parte 3 Il teatro 5394B_MET Teatro.indd 301 301 21/02/18 09:59
VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO