VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

L amore e la morte Sigfrido incontra Crimilde Il testo Nel primo episodio, Sigfrido incontra finalmente Crimilde, in uno dei rari momenti di gioia e serenità del poema. Nel secondo episodio, invece, siamo di fronte a uno dei momenti più drammatici: il tradimento del perfido Hagen, che promette a Crimilde di proteggere suo marito nella guerra che sta per iniziare, facendosi rivelare il punto esatto del corpo in cui l eroe può essere ferito, e approfitta invece di una battuta di caccia per ucciderlo. 272 Il re1 aveva in mente, poiché ben lo sapeva, con quanta intensità il guerriero del Niederland2 amava sua sorella, benché non la conoscesse, perché si diceva che era la più bella di tutte le donne [ ] 278 Ordinò, quel re potente, che venissero con la sorella, per farle scorta, ben cento dei suoi guerrieri, parenti a lei e a lui; e vennero con in pugno la spada. Tale era il seguito, nella corte burgunda. [ ] 281 E venne la leggiadra, come rompe l aurora fuori da oscure nubi. Sparì una grande angoscia in colui che l amava, e già da lungo tempo. Egli vide la bella, splendida, innanzi a sé. [ ] 283 Come splende la luna più di tutte le stelle quando il suo raggio lucente scende dalle nubi, così le altre donne superava in bellezza. Per questo esultava il cuore dei bei guerrieri. 284 Si videro precederla maestosi camerlenghi3. I superbi guerrieri non potevano trattenersi dal far ressa d intorno, per vedere la fanciulla. Il sire4 Sigfrido era lieto e turbato5. 285 Pensava con il suo cuore: «Come può accadere che mi sia dato d amarti? Non è che un sogno folle. Ma se devo restarti estraneo, vorrei piuttosto morire . E in quel pensiero il suo volto impallidiva e arrossiva. [ ] 292 Quand ella il fiero eroe vide innanzi a sé, il suo volto s accese6. Poi disse la bella: «Siate il benvenuto, Sigfrido, nobile cavaliere . Allora per quel saluto gli esultò tutto il cuore. 1. Il re: Gunther. 2. il guerriero del Niederland: Sigfrido. 3. camerlenghi: dignitari di corte. 4. sire: principe. 5. lieto e turbato: lieto perché può finalmente contemplare da vicino la donna che ama e turbato perché teme di non essere corrisposto da lei. 6. s accese: arrossì. AUDIO i poemi epici medievali 278 5394B_MET Mi_Ep.indd 278 26/01/18 13:28
VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO