VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

STRUMENTI 19. Il ciclo germanico: il canto dei Nibelunghi Il poema e la storia Il poema, di cui non conosciamo l autore, è intitolato Canto dei Nibelunghi e può essere diviso in due parti. Nella prima parte si narrano le imprese del principe Sigfrido, il suo amore per Crimilde principessa dei Burgundi, il matrimonio con lei e infine la morte dell eroe a opera del traditore Hagen (si legge Haghen ) e di Brunilde, sposa di un fratello di Crimilde. Nella seconda parte Crimilde, dopo aver sposato Attila, re degli Unni, si prepara alla vendetta. Invitati i fratelli e il loro seguito alla corte del marito, li fa sterminare durante un banchetto. La seconda parte del poema è costruita intorno a un nucleo di verità storica: infatti verso il 436 i Burgundi, un popolo germanico stanziato lungo il Reno, subirono violenti attacchi da parte degli Unni, che ne fecero strage; i superstiti si trasferirono in Gallia. I temi In quest opera si affrontano temi simili a quelli dei romanzi cavallereschi, in primo luogo l amore e le imprese eroiche; molto spazio è riservato inoltre alla descrizione della lussuosa vita nelle corti. Poiché tuttavia il poema si rifà alla tradizione epica degli antichi popoli germanici, vi si ritrovano molti dei valori pagani propri di quelle genti: vi hanno perciò grande importanza sentimenti come l odio e il desiderio di vendetta. La trama Sigfrido e Crimilde La prima parte dell opera è ambientata principalmente nella città di Worms, sul Reno, capitale del regno dei Burgundi. Il poema si apre con la presentazione di Crimilde, sorella di Gunther, re di quel popolo. La fama della sua straordinaria bellezza spinge il principe Sigfrido, figlio di un re della regione del basso Reno, a recarsi alla corte burgunda. Sigfrido è già stato protagonista di imprese eroiche: ha conquistato un tesoro immenso che apparteneva al popolo dei Nibelunghi, ha sottratto al nano Alberico un cappuccio magico che rende invisibile chi lo indossa e ne moltiplica le forze, e ha ucciso un drago il cui sangue lo ha reso invulnerabile. 274 2 L Epica medievale 5394B_MET Mi_Ep.indd 274 26/01/18 13:27
VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO