18. CHI ERANO I CAVALIERI?

STRUMENTI PER APPROFONDIRE I PROTAGONISTI EPICI 18. C HI ERANO I CAVALIERI? All inizio erano davvero poco cavalieri All inizio del Medioevo i cavalieri formavano un gruppo sociale piuttosto violento, costituito da giovani in cerca di avventure e di fortuna. I primi cavalieri vivevano di caccia e di rapine, ed erano individui brutali, assolutamente privi di quella gentilezza d animo che oggi chiamiamo cavalleria. Ognuno difendeva un pezzo di terra dalle scorrerie dei Normanni o dei Saraceni. I contadini impauriti si affidarono alla protezione dei cavalieri e costruirono torri in legno, circondate da fossati e palizzate, offrendo cibo e ospitalità a quegli uomini che dovevano proteggerli. poi si misero in regola Per portare i cavalieri alla disciplina, a partire dal X secolo intervenne la Chiesa, che diede loro un codice di comportamento, ossia un insieme di regole che dovevano seguire. Queste regole erano sostanzialmente due: difendere i deboli e lottare contro gli infedeli. Il guerriero diveniva così un cavaliere cristiano, combattente di Dio e al servizio dei deboli. Egli doveva soccorrere i preti e i vescovi, le vedove e gli orfani, i malati e i pellegrini. Le crociate furono l esperienza più importante dei cavalieri al servizio della fede. Intanto i cavalieri s inserirono nella società medievale, essendo accolti alle corti dei marchesi e dei conti. Educarono il loro animo all amore gentile per le donne e al servizio disinteressato per i signori. 264 2 L Epica medievale 5394B_MET Mi_Ep.indd 264 26/01/18 13:26
18. CHI ERANO I CAVALIERI?