16. CARLO MAGNO, TRA STORIA E MITO

STRUMENTI PER APPROFONDIRE I PROTAGONISTI EPICI 16. C ARLO MAGNO, TRA STORIA E MITO Un uomo di eccezionale statura, in tutti i sensi L immagine più diffusa di Carlo Magno lo presenta come un uomo eccezionale. In effetti lo fu per molti aspetti. Il suo stesso aspetto fisico era straordinario per l epoca in cui visse. Secondo Eginardo, il monaco che scrisse la biografia dell imperatore franco, egli era alto «sette volte più del suo piede , cioè circa un metro e novanta. Questa notizia è confermata anche dagli scavi archeologici: quando, nel 1861, la tomba di Carlo fu aperta e il suo scheletro venne misurato, si vide che era lungo appunto 192 centimetri. Per un uomo del IX secolo era una misura davvero eccezionale, perché a quei tempi la statura media era molto inferiore alla nostra. Questa è la descrizione di Carlo Magno scritta da Eginardo, che visse a lungo alla corte dell imperatore. «La testa rotonda, gli occhi molto grandi e vivaci, il naso appena più grosso del normale, bei capelli bianchi, viso piacevole e vivace, che gli conferiva un aspetto autorevole e dignitoso. Sebbene il suo collo potesse sembrare grosso e troppo corto, e il suo ventre alquanto prominente, tuttavia non si notavano per la proporzione di tutte le altre membra. La voce era stridula e perciò non del tutto adatta al suo aspetto fisico. [ ] Carlo indossava quasi sempre il costume nazionale dei Franchi. A contatto del corpo portava una camicia di lino; al di sopra una tunica orlata di seta e calzoni; poi avvolgeva le gambe con fascette e i piedi con calzari; d inverno proteggeva le spalle e il petto con un farsetto [un giubbotto] di pelle di lontra o di topo; indossava un mantello azzurro e cingeva una corta spada, con l impugnatura d oro e d argento. In occasione di particolari feste si serviva anche di una spada ornata di gemme . (Eginardo, Vita di Carlo Magno) 238 2 L Epica medievale 5394B_MET Mi_Ep.indd 238 26/01/18 13:24
16. CARLO MAGNO, TRA STORIA E MITO