VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

I PROTAGONISTI ROLANDO: è il più valoroso dei paladini di Carlo Magno. Per le sue imprese, l impe- STRUMENTI PER CONOSCERE IL CICLO CAROLINGIO ratore gli ha donato la marca di Bretagna e lo ha voluto tra i dodici pari, i suoi migliori amici, consiglieri del re e difensori della cristianità. CARLO MAGNO: all epoca dei fatti narrati aveva solo trentasei anni e non era ancora imperatore del Sacro Romano Impero. Nella vicenda, però, è già considerato tale e presentato come un anziano regnante saggio e autorevole. GANO: paladino di Carlo Magno e patrigno di Rolando. Per vendicarsi del figliastro, tradisce il proprio sovrano svelando ai Saraceni il modo per cogliere di sorpresa la retroguardia franca di ritorno dalla Spagna. Rolando viene sconfitto e ucciso, ma Gano avrà una punizione orribile per il suo tradimento: sarà squartato vivo e i suoi resti bruciati e sparsi al vento. OLIVIERI: altro paladino di Carlo Magno e compagno fedele di Rolando. I temi principali Il senso dell onore: Gano si sente ferito nell orgoglio da parte di Rolando e trama la vendetta; Rolando non vuole suonare l Olifante perché vuole dimostrare il suo eroismo e valore in battaglia; poi, ferito a morte, cerca di rompere la sua spada (Durindarda) per non farla cadere nelle mani degli infedeli; Marsilio si suicida per non cadere nelle mani di Carlo. L eroismo in battaglia: Rolando, pur essendo cosciente che i Saraceni sono numericamente superiori, combatte eroicamente fino all ultimo. La lealtà verso il sovrano: Rolando muore in battaglia per proteggere il ritorno in patria del sovrano. Il paladino e il suo esercito combattono sempre fedelmente a fianco di Carlo. La fede in Cristo e nella Chiesa: la guerra contro i Saraceni è combattuta per far convertire i musulmani; Rolando e gli altri personaggi mostrano sempre una forte fede nel Dio cristiano. 2 L Epica medievale 5394B_MET Mi_Ep.indd 237 237 26/01/18 13:24
VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO