VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

La trama Virgilio, come Omero, introduce subito il lettore nel vivo dell azione presentando Enea e i suoi compagni, che da sette anni errano senza trovare una patria, in balìa di una violenta tempesta che li getta sulle coste dell Africa; qui la regina di Cartagine, Didone, li accoglie benevolmente. STRUMENTI PER CONOSCERE L ENEIDE IL RACCONTO DELLA FINE DI TROIA Durante un banchetto in onore degli ospiti, Enea racconta la fine di Troia: dopo dieci anni di inutili combattimenti, i Greci riescono a vincere i Troiani con l inganno. L INGANNO DEL CAVALLO Fingono di ripartire per la Grecia, abbandonando sulla spiaggia davanti a Troia un enorme cavallo di legno che sembra un offerta agli dèi, mentre in realtà contiene nel proprio ventre vuoto un gruppetto di guerrieri greci. LAOCOONTE E I SERPENTI Il cavallo è trascinato entro le mura della città, nonostante l opposizione del sacerdote Laocoonte che sospetta l inganno, e che per questo viene soffocato insieme ai suoi figli da due giganteschi serpenti inviati dagli dèi avversi ai Troiani. LA DISTRUZIONE DI TROIA Durante la notte, i guerrieri nascosti escono dal ventre del cavallo e aprono ai compagni le porte della città, che viene così incendiata e distrutta. LA FUGA DI ENEA Enea porta in salvo il padre Anchise e il figlioletto Iulo, quindi con pochi superstiti inizia le sue peregrinazioni alla ricerca della nuova patria a lui destinata dal Fato. L ARRIVO IN TRACIA E L INCONTRO CON POLIDORO La prima terra toccata è la Tracia, dove Enea vede colare del sangue da un cespuglio e sente una voce che gli dice di essere Polidoro, figlio di Priamo, ucciso a tradimento dall avido re Polinestore e trasformato in pianta per volere degli dèi. NUOVA FUGA DI ENEA Enea decide perciò di fuggire da quella terra piena di insidie. Crede di riconoscere in Creta la terra assegnatagli come nuova patria dal destino, ma in sogno gli viene ordinato di proseguire il viaggio. LE ARPIE L eroe, con i suoi compagni, finisce quindi nell isola delle Arpie, mostri con il corpo di uccello e la testa di donna, che predicono sciagure al suo popolo. 2 L Epica classica 5394B_MET Mi_Ep.indd 197 197 26/01/18 13:19
VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO