VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

Il modello omerico Nel comporre l Eneide, Virgilio ha sicuramente tenuto presenti i modelli greci: sei dei dodici libri ricordano l Odissea, con il racconto delle peregrinazioni di Enea per i mari, mentre gli altri sei narrano la lotta sostenuta dai Troiani al loro arrivo nel Lazio e si ricollegano idealmente all Iliade. Il legame con i poemi omerici si ferma però qui, perché l opera del poeta latino trae ispirazione da sentimenti diversi e da altre convinzioni. STRUMENTI PER CONOSCERE L ENEIDE Una nuova, diversa immagine di eroe Particolarmente significativa è, a questo riguardo, la figura del protagonista Enea, ormai lontano dagli eroi dell Iliade, agitati dalle loro violente passioni, ma anche dall Ulisse dell Odissea, a cui è apparentemente legato da un comune destino di peregrinazioni per i mari. In Enea non vi è curiosità, sete di conoscenza, esaltazione nell affermare la propria intelligenza e il proprio valore. L eroe di Virgilio è più malinconico e pensoso, distaccato dalle passioni, interamente assorbito dal proprio compito di portare a termine una missione voluta dal destino. Sa navigare e combattere, ma la sua virtù specifica è la pietas, un sentimento che per i Romani significava devozione religiosa, rispetto della famiglia e degli antenati, accettazione del dovere, tolleranza e umanità verso i deboli e i vinti. Nomadi delle steppe Britannia Gallia Celtica Germani Germania Gallia Belgica Norico Rezia Aquitania Gallia Narbonense Tarragonese Illiria Roma Cartagine Numidia Nomadi del deserto Dacia Tracia Macedonia Atene Grecia Cappadocia Troia Regno dei Parti Mar Mediterraneo Cirenaica Tevere Umbri Latini Sanniti Volsci Mar Ad r ia t ic o Lucani Mar Tirreno Mar Mediterraneo Sicani Siculi 2 L Epica classica 5394B_MET Mi_Ep.indd 195 195 26/01/18 13:19
VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO