VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

STRUMENTI 5. Il poema della guerra La trama L Iliade è divisa in 24 libri e comprende più di 15 000 versi. Il poema non narra tutta la storia della guerra di Troia, bensì le vicende che accadono durante 51 giorni al decimo e ultimo anno di guerra, a partire dall episodio dell «ira funesta di Achille, che dà inizio all azione. Le sorti della guerra sono incerte L Iliade inizia presentando la situazione della guerra dopo nove anni di aspri combattimenti. I Greci sono accampati sulla spiaggia vicino alle navi e i Troiani resistono dentro le mura della città. Crise è cacciato da Agamennone n giorno Crise, sacerdote troiano, si reca all accampamento greco U per riscattare con ricchi doni la figlia Criseide, fatta schiava da Agamennone. Si presenta solo, umile, spinto dall amore paterno e commuove i capi greci, che sono concordi nell esaudire la sua richiesta. Ma Agamennone si rifiuta e caccia l anziano sacerdote. Crise chiede vendetta ad Apollo Crise, offeso, se ne va e amareggiato chiede vendetta ad Apollo, il suo dio. Quest ultimo accoglie le preghiere, scende dall Olimpo e scatena la sua ira sui Greci, facendo per nove giorni strage di animali e di uomini con le sue frecce portatrici di una terribile pestilenza, che gli Achei interpretano come segno della collera divina. Si interroga un indovino Al decimo giorno Achille riunisce tutti i Greci e propone di interrogare un indovino, perché spieghi le ragioni di quanto sta accadendo. L indovino Calcante svela che la colpa è tutta di Agamennone, che ha offeso Apollo maltrattando Crise, suo sacerdote. Agamennone pretende per sé la schiava di Achille Dice Calcante: si restituisca Criseide al padre, si facciano sacrifici e il dio si placherà. Agamennone non può che obbedire, ma, infuriato, pretende in cambio Briseide, la schiava di Achille. La lite tra Achille e Agamennone Scoppia, inevitabile, una violenta lite: Achille accusa Agamennone di avidità e di egoismo, ma Agamennone, come capo supremo dell esercito, ottiene Briseide. Achille vorrebbe uccidere Agamennone, ma la stessa dea Atena lo trattiene. L ira di Achille Achille ubbidisce a malincuore e fa il solenne giuramento di non partecipare più alla battaglia. Si allontana, solo, presso la riva del mare, dove scoppia in un pianto disperato e invoca la madre Teti, dea marina. 108 2 L epica 5394B_MET Mi_Ep.indd 108 26/01/18 13:12
VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO