VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

STRUMENTI 5. Il poema della guerra I MORTALI Troiani PRIAMO il vecchio re di Troia, padre di numerosi figli. La sua sorte è tra le più tristi, perché la città su cui regna è destinata a essere distrutta e quasi tutti i suoi figli cadranno sotto le armi nemiche. ECUBA Moglie di Priamo, lo affianca nel governo della città e ne condivide il tragico destino. madre di numerosi figli, tra cui Ettore, Paride, Creusa (moglie di Enea), Cassandra. ETTORE la più nobile figura del poema. Uomo mite e generoso, sa essere in battaglia un terribile guerriero. Non ama la guerra, non si aspetta da essa ricchezza né fama. A spingerlo ogni giorno in prima fila sul campo di battaglia, dove si rivela il più forte difensore della città assediata, è la necessità di difendere la propria famiglia e la propria patria, anche a costo della vita. ANDROMACA Moglie di Ettore, è un personaggio dolce e infelice che vive in apprensione per la sorte del marito e del piccolo figlio Astianatte. CASSANDRA Figlia di Priamo, è una sacerdotessa con il dono della profezia, ma è anche colpita dalla maledizione di non essere mai creduta. Inutilmente, infatti, predice ai suoi concittadini la sconfitta e la distruzione di Troia. PARIDE uno dei tanti figli di Priamo. Avendo rapito Elena, è il principale responsabile della guerra. ELENA Moglie di Menelao e perciò greca, vive però tra le mura di Troia dopo il suo rapimento a opera di Paride. La sua eccezionale bellezza è la causa del conflitto, ma in realtà tutti sono consapevoli che la guerra di Troia è voluta dagli dèi e dal Fato, entità misteriosa che stabilisce il destino degli uomini e degli stessi dèi. ENEA figlio del mortale Anchise e della dea Afrodite, sempre pronta a soccorrerlo nei momenti di difficoltà. Combatte con valore, ma nell Iliade ha un ruolo secondario, mentre è il protagonista dell Eneide, il poema di Virgilio. 106 2 L epica 5394B_MET Mi_Ep.indd 106 26/01/18 13:12
VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO