VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

DIDATTICA INCLUSIVA Antigone, una donna moderna Leggi e ascolta un brano della tragedia greca Antigone di Sofocle. La storia Polinice vuole diventare re della città di Tebe, ma è ucciso. Il nuovo re, Creonte, vieta che il suo corpo sia seppellito. Antigone, sorella di Polinice, lo seppellisce lo stesso. Creonte condanna a morte Antigone, perché ha disobbedito alla legge. I personaggi • Antigone, sorella di Polinice. • Creonte, re di Tebe e zio di Antigone. Il tempo • Il V secolo a.C. Il luogo • Tebe, una città dell’antica Grecia. DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE tragedia: è un tipo di testo teatrale. I personaggi sono nobili, eroi, dèi. I protagonisti devono affrontare gravi difficoltà e fare scelte difficili. La conclusione non è mai positiva: il protagonista muore o prova profonde sofferenze. Antigone, una donna modernaCREONTE (ad Antigone) Dico a te: neghi o ammetti di avere compiuto il fatto? ANTIGONE Sì, sono stata io, non lo nego. CREONTE Conoscevi la legge, che vietava di seppellire Polinice? ANTIGONE Sì, la conoscevo. CREONTE Eppure hai osato disobbedire? ANTIGONE Sì, perché questa non è la legge di Zeus o di un altro dio. I tuoi ordini non hanno tanta forza da violare le leggi non scritte che esistono da sempre, come il dovere di seppellire i parenti morti. Io non potevo, per paura di un uomo arrogante come te, attirarmi il castigo degli dèi. Sapevo bene - cosa credi? - che la morte mi attende. Ma per me morire è un guadagno: chi, come me, vive fra tanti dolori, non ricava forse un guadagno a morire? Affrontare la morte è un dolore da nulla. Avrei sofferto di più se avessi lasciato insepolto il corpo di mio fratello. E se ti sembra che mi comporto come una pazza, forse è pazzo chi di pazzia mi accusa. CREONTE Hai già dimostrato la tua arroganza perché hai disobbedito alle leggi. Adesso aggiungi un’altra colpa, dal momento che ti vanti del tuo crimine. Certamente io non sarei più un uomo se non ti punissi. Saresti tu l’uomo, in questo caso. No, ti punirò anche se sei figlia di mia sorella. Non sfuggirai a morte amarissima. ANTIGONE Che aspetti, dunque? Non una delle tue parole mi è sopportabile, né mai lo sarà. Come potevo acquistare fama più illustre che dando sepoltura a mio fratello? Tutti i cittadini di Tebe apprezzano il mio gesto. Però non osano dirlo per paura di te. Chi ha il potere può fare e dire ciò che vuole.CREONTE Tu sola, fra tutti i Tebani, la pensi così.ANTIGONE No, tutti la pensano come me, ma frenano la lingua per farti piacere.CREONTE E tu non ti vergogni a distinguerti da loro?ANTIGONE Non è una vergogna onorare i parenti. Io sono fatta per l’amore, non per l’odio.CREONTE E allora, se vuoi amare, scendi sotto terra e ama i morti. Io, finché vivo, non prenderò ordini da una donna.(Tratto e adattato da: Sofocle, Antigone, trad. E. Cetrangolo, in G. Guidorizzi, Kosmos. L’universo dei Greci, L’età classica, Einaudi Scuola) COMPRENDERE 1. Quale crimine ha commesso Antigone?A. Ha ucciso il fratelloB. Ha seppellito il corpo del fratelloC. Non ha seppellito il corpo del fratello2. Chi ha vietato di seppellire Polinice?A. Il reB. ZeusC. Gli dèi3. Perché Antigone disobbedisce alla legge?A. Perché non riconosce Creonte come re di TebeB. Perché non conosceva la leggeC. Perché ritiene che quella legge non sia giusta4. Secondo Creonte, Antigone aggiunge un’altra colpa all’aver disobbedito. Quale?A. Si vanta di quello che ha fattoB. Nega quello che ha fatto5. Creonte ha paura di apparire debole se perdona Antigone, perchéA. Antigone è sua nipoteB. Antigone è una donnaC. i cittadini di Tebe non approvano quello che ha fatto Antigone6. Come si conclude il brano?A. Antigone è perdonataB. Antigone è mandata via da TebeC. Antigone è condannata a morteQuale frase di Creonte lo fa capire? Scrivila sui puntini. IL LINGUAGGIO DELLA TRAGEDIA 7. Secondo Antigone, il dovere di dare sepoltura ai parenti èA. una legge anticaB. una legge non scritta che esiste da sempreC. una legge di Creonte8. «Tutti la pensano come me, ma frenano la lingua per farti piacere». Che cosa significa l’espressione “frenano la lingua”?A. Dicono ciò che pensanoB. Non dicono ciò che pensanoC. Dicono ciò che pensano solo a Creonte, perché è il re ANALIZZARE 9. Quale atteggiamento ha Creonte verso Antigone?A. È comprensivo e affettuosoB. È tristeC. È adirato e minaccioso10. Quale atteggiamento ha Antigone verso Creonte?A. È paurosa e chiede perdonoB. È tranquilla e decisaC. È adirata e minacciosa11. Il brano che hai letto è un dialogo tra due personaggi molto diversi. Completa la tabella: devi attribuire a ciascun personaggio le sue caratteristiche.ha il potere • ha coraggio • segue le leggi dell’amore • segue le leggi dello Stato • segue le leggi degli dèi • non ha paura della morte • giudica debole un uomo che prende ordini da una donna
DIDATTICA INCLUSIVA Antigone, una donna moderna Leggi e ascolta un brano della tragedia greca Antigone di Sofocle. La storia Polinice vuole diventare re della città di Tebe, ma è ucciso. Il nuovo re, Creonte, vieta che il suo corpo sia seppellito. Antigone, sorella di Polinice, lo seppellisce lo stesso. Creonte condanna a morte Antigone, perché ha disobbedito alla legge. I personaggi • Antigone, sorella di Polinice. • Creonte, re di Tebe e zio di Antigone. Il tempo • Il V secolo a.C. Il luogo • Tebe, una città dell’antica Grecia. DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE tragedia: è un tipo di testo teatrale. I personaggi sono nobili, eroi, dèi. I protagonisti devono affrontare gravi difficoltà e fare scelte difficili. La conclusione non è mai positiva: il protagonista muore o prova profonde sofferenze. Antigone, una donna modernaCREONTE (ad Antigone) Dico a te: neghi o ammetti di avere compiuto il fatto? ANTIGONE Sì, sono stata io, non lo nego. CREONTE Conoscevi la legge, che vietava di seppellire Polinice? ANTIGONE Sì, la conoscevo. CREONTE Eppure hai osato disobbedire? ANTIGONE Sì, perché questa non è la legge di Zeus o di un altro dio. I tuoi ordini non hanno tanta forza da violare le leggi non scritte che esistono da sempre, come il dovere di seppellire i parenti morti. Io non potevo, per paura di un uomo arrogante come te, attirarmi il castigo degli dèi. Sapevo bene - cosa credi? - che la morte mi attende. Ma per me morire è un guadagno: chi, come me, vive fra tanti dolori, non ricava forse un guadagno a morire? Affrontare la morte è un dolore da nulla. Avrei sofferto di più se avessi lasciato insepolto il corpo di mio fratello. E se ti sembra che mi comporto come una pazza, forse è pazzo chi di pazzia mi accusa. CREONTE Hai già dimostrato la tua arroganza perché hai disobbedito alle leggi. Adesso aggiungi un’altra colpa, dal momento che ti vanti del tuo crimine. Certamente io non sarei più un uomo se non ti punissi. Saresti tu l’uomo, in questo caso. No, ti punirò anche se sei figlia di mia sorella. Non sfuggirai a morte amarissima. ANTIGONE Che aspetti, dunque? Non una delle tue parole mi è sopportabile, né mai lo sarà. Come potevo acquistare fama più illustre che dando sepoltura a mio fratello? Tutti i cittadini di Tebe apprezzano il mio gesto. Però non osano dirlo per paura di te. Chi ha il potere può fare e dire ciò che vuole.CREONTE Tu sola, fra tutti i Tebani, la pensi così.ANTIGONE No, tutti la pensano come me, ma frenano la lingua per farti piacere.CREONTE E tu non ti vergogni a distinguerti da loro?ANTIGONE Non è una vergogna onorare i parenti. Io sono fatta per l’amore, non per l’odio.CREONTE E allora, se vuoi amare, scendi sotto terra e ama i morti. Io, finché vivo, non prenderò ordini da una donna.(Tratto e adattato da: Sofocle, Antigone, trad. E. Cetrangolo, in G. Guidorizzi, Kosmos. L’universo dei Greci, L’età classica, Einaudi Scuola) COMPRENDERE 1. Quale crimine ha commesso Antigone?A. Ha ucciso il fratelloB. Ha seppellito il corpo del fratelloC. Non ha seppellito il corpo del fratello2. Chi ha vietato di seppellire Polinice?A. Il reB. ZeusC. Gli dèi3. Perché Antigone disobbedisce alla legge?A. Perché non riconosce Creonte come re di TebeB. Perché non conosceva la leggeC. Perché ritiene che quella legge non sia giusta4. Secondo Creonte, Antigone aggiunge un’altra colpa all’aver disobbedito. Quale?A. Si vanta di quello che ha fattoB. Nega quello che ha fatto5. Creonte ha paura di apparire debole se perdona Antigone, perchéA. Antigone è sua nipoteB. Antigone è una donnaC. i cittadini di Tebe non approvano quello che ha fatto Antigone6. Come si conclude il brano?A. Antigone è perdonataB. Antigone è mandata via da TebeC. Antigone è condannata a morteQuale frase di Creonte lo fa capire? Scrivila sui puntini. IL LINGUAGGIO DELLA TRAGEDIA 7. Secondo Antigone, il dovere di dare sepoltura ai parenti èA. una legge anticaB. una legge non scritta che esiste da sempreC. una legge di Creonte8. «Tutti la pensano come me, ma frenano la lingua per farti piacere». Che cosa significa l’espressione “frenano la lingua”?A. Dicono ciò che pensanoB. Non dicono ciò che pensanoC. Dicono ciò che pensano solo a Creonte, perché è il re ANALIZZARE 9. Quale atteggiamento ha Creonte verso Antigone?A. È comprensivo e affettuosoB. È tristeC. È adirato e minaccioso10. Quale atteggiamento ha Antigone verso Creonte?A. È paurosa e chiede perdonoB. È tranquilla e decisaC. È adirata e minacciosa11. Il brano che hai letto è un dialogo tra due personaggi molto diversi. Completa la tabella: devi attribuire a ciascun personaggio le sue caratteristiche.ha il potere • ha coraggio • segue le leggi dell’amore • segue le leggi dello Stato • segue le leggi degli dèi • non ha paura della morte • giudica debole un uomo che prende ordini da una donna