VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

Re Carlo, il nostro imperatore grande 1 Carlo il re, nostro imperatore magno, da sett’anni interi si trova in Ispagna: insino al mare conquise1 quella terra altera2; non v’è castello che davanti a lui resista, mura o rocca3 non vi son rimaste da infrangere, men Saragozza, che è su una montagna. Il re Marsilio n’è signore, che Dio non rispetta: Maometto venera e Apollo adora. Non può guardarsi che mal non gliene incolga4. (Tratto da: La Canzone di Rolando, trad. di S. Pellegrini, UTET) COMPRENDERE 1. Da quanti anni Carlo Magno è in Spagna? 2. Ha completato la conquista? Perché? ANALIZZARE 3. La struttura di questo proemio è un po’ diversa da quella dei poemi classici. Ti guidiamo nell’individuare le principali differenze: completa tu le frasi che seguono. • I poemi omerici e l’Eneide, prima di entrare in tema, si aprivano con ............................. ; qui, invece, si entra subito nell’argomento che verrà trattato. • Nei poemi omerici il poeta compariva parlando in prima persona singolare (Cantami…, Narrami…); nel proemio della Chanson, invece, ... • Nel proemio dell’Iliade il dio Apollo e altri dèi pagani sono citati come causa degli avvenimenti; anche nella Chanson è citato Apollo, ma ... Il testo Fin dai primi versi del poema risulta chiaro il tema principale: lo scontro tra il mondo cristiano e quello musulmano. Il primo è rappresentato da Carlo Magno, re dei Franchi, e l’altro da Marsilio, re saraceno di Saragozza. 1. conquise: conquistò. 2. altera: fiera, superba. 3. rocca: la parte alta e fortificata di una città. 4. Non può guardarsi… incolga: non potrà evitare di incorrere in sventura a causa della sua fede in falsi dèi. È qui evidente l’ispirazione cristiana del poema.
Re Carlo, il nostro imperatore grande 1 Carlo il re, nostro imperatore magno, da sett’anni interi si trova in Ispagna: insino al mare conquise1 quella terra altera2; non v’è castello che davanti a lui resista, mura o rocca3 non vi son rimaste da infrangere, men Saragozza, che è su una montagna. Il re Marsilio n’è signore, che Dio non rispetta: Maometto venera e Apollo adora. Non può guardarsi che mal non gliene incolga4. (Tratto da: La Canzone di Rolando, trad. di S. Pellegrini, UTET) COMPRENDERE 1. Da quanti anni Carlo Magno è in Spagna? 2. Ha completato la conquista? Perché? ANALIZZARE 3. La struttura di questo proemio è un po’ diversa da quella dei poemi classici. Ti guidiamo nell’individuare le principali differenze: completa tu le frasi che seguono. • I poemi omerici e l’Eneide, prima di entrare in tema, si aprivano con ............................. ; qui, invece, si entra subito nell’argomento che verrà trattato. • Nei poemi omerici il poeta compariva parlando in prima persona singolare (Cantami…, Narrami…); nel proemio della Chanson, invece, ... • Nel proemio dell’Iliade il dio Apollo e altri dèi pagani sono citati come causa degli avvenimenti; anche nella Chanson è citato Apollo, ma ... Il testo Fin dai primi versi del poema risulta chiaro il tema principale: lo scontro tra il mondo cristiano e quello musulmano. Il primo è rappresentato da Carlo Magno, re dei Franchi, e l’altro da Marsilio, re saraceno di Saragozza. 1. conquise: conquistò. 2. altera: fiera, superba. 3. rocca: la parte alta e fortificata di una città. 4. Non può guardarsi… incolga: non potrà evitare di incorrere in sventura a causa della sua fede in falsi dèi. È qui evidente l’ispirazione cristiana del poema.