VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

DIDATTICA INCLUSIVA Canto le armi e l’uomo Leggi e ascolta il Proemio, l’introduzione dell’Eneide. Di che cosa si parla Il poeta Virgilio racconta le imprese compiute da Enea prima di arrivare nel Lazio, la terra a lui predestinata. Il luogo • Troia, la città da cui parte Enea. • Il mar Mediterraneo. • Le coste del Lazio, dove arriva Enea. Il tempo • Dopo la fine della guerra di Troia. I personaggi • Enea, eroe troiano caratterizzato dal suo profondo rispetto per gli dèi. • Giunone, moglie di Giove, il re degli dèi. Nemica dei Troiani, farà di tutto per ostacolare Enea nelle sue imprese. • La Musa della poesia. Chi ha scritto l’Eneide Il poeta Publio Virgilio Marone, nato ad Andes, vicino a Mantova, nel 70 a.C., vissuto a Roma e morto a Brindisi nel 19 a.C. Era legato da amicizia con l’imperatore Ottaviano Augusto. DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE fuggiasco: chi deve scappare dalla propria terra. Fato: volontà superiore che decide il destino degli uomini e contro la quale né gli dèi né gli uomini possono fare qualcosa. ira: rabbia violenta. Canto le armi e l’uomo Il poeta Virgilio racconta le guerre e le imprese che ha vissuto Enea. Egli è stato il primo tra i guerrieri a partire fuggiasco da Troia per volere del Fato e a raggiungere le coste del Lazio. Enea ha viaggiato a lungo in terra e sul mare per volere degli dèi e in particolare per l’ira della dea Giunone. Enea ha sofferto molto prima di raggiungere le coste del Lazio. In questa nuova terra ha combattuto e ha portato le statuette dei propri dèi e ha fondato la città di Lavinio. In questo modo ha dato origine alla sua discendenza. Tra i discendenti, Romolo e Remo fonderanno la città di Roma. Virgilio chiede alla Musa di dirgli per quale motivo Giunone, la regina degli dèi, era offesa con Enea. Perché la dea aveva condannato un uomo così rispettoso degli dèi a soffrire tanto e ad affrontare tante disavventure? Quanto può essere grande la rabbia degli dèi? (Adatt. da: Virgilio, Eneide, trad. di R. Calzecchi Onesti) COMPRENDERE 1. Di quale eroe Virgilio racconta le imprese? 2. Che cosa chiede Virgilio alla Musa? A. Di aiutarlo a narrare il viaggio di Enea B. Di spiegargli il motivo della rabbia di Giunone ANALIZZARE 3. L’introduzione (Proemio) dell’Eneide si può dividere in due parti. Indica la risposta corretta. A. Prima Virgilio espone l’argomento, poi invoca la Musa B. Prima Virgilio invoca la Musa, poi espone l’argomento 4. Il Proemio si conclude con due domande da parte di Virgilio. Sottolineale con due colori.
DIDATTICA INCLUSIVA Canto le armi e l’uomo Leggi e ascolta il Proemio, l’introduzione dell’Eneide. Di che cosa si parla Il poeta Virgilio racconta le imprese compiute da Enea prima di arrivare nel Lazio, la terra a lui predestinata. Il luogo • Troia, la città da cui parte Enea. • Il mar Mediterraneo. • Le coste del Lazio, dove arriva Enea. Il tempo • Dopo la fine della guerra di Troia. I personaggi • Enea, eroe troiano caratterizzato dal suo profondo rispetto per gli dèi. • Giunone, moglie di Giove, il re degli dèi. Nemica dei Troiani, farà di tutto per ostacolare Enea nelle sue imprese. • La Musa della poesia. Chi ha scritto l’Eneide Il poeta Publio Virgilio Marone, nato ad Andes, vicino a Mantova, nel 70 a.C., vissuto a Roma e morto a Brindisi nel 19 a.C. Era legato da amicizia con l’imperatore Ottaviano Augusto. DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE fuggiasco: chi deve scappare dalla propria terra. Fato: volontà superiore che decide il destino degli uomini e contro la quale né gli dèi né gli uomini possono fare qualcosa. ira: rabbia violenta. Canto le armi e l’uomo Il poeta Virgilio racconta le guerre e le imprese che ha vissuto Enea. Egli è stato il primo tra i guerrieri a partire fuggiasco da Troia per volere del Fato e a raggiungere le coste del Lazio. Enea ha viaggiato a lungo in terra e sul mare per volere degli dèi e in particolare per l’ira della dea Giunone. Enea ha sofferto molto prima di raggiungere le coste del Lazio. In questa nuova terra ha combattuto e ha portato le statuette dei propri dèi e ha fondato la città di Lavinio. In questo modo ha dato origine alla sua discendenza. Tra i discendenti, Romolo e Remo fonderanno la città di Roma. Virgilio chiede alla Musa di dirgli per quale motivo Giunone, la regina degli dèi, era offesa con Enea. Perché la dea aveva condannato un uomo così rispettoso degli dèi a soffrire tanto e ad affrontare tante disavventure? Quanto può essere grande la rabbia degli dèi? (Adatt. da: Virgilio, Eneide, trad. di R. Calzecchi Onesti) COMPRENDERE 1. Di quale eroe Virgilio racconta le imprese?  2. Che cosa chiede Virgilio alla Musa? A. Di aiutarlo a narrare il viaggio di Enea B. Di spiegargli il motivo della rabbia di Giunone ANALIZZARE 3. L’introduzione (Proemio) dell’Eneide si può dividere in due parti. Indica la risposta corretta. A. Prima Virgilio espone l’argomento, poi invoca la Musa B. Prima Virgilio invoca la Musa, poi espone l’argomento 4. Il Proemio si conclude con due domande da parte di Virgilio. Sottolineale con due colori.