VOLTIAMO PAGINA MITO EPICA TEATRO

DIDATTICA INCLUSIVA Pangu e l’origine della vita (mito cinese) Leggi e ascolta un mito di origine cinese. La storia Il mito spiega come sono nati l’universo, la Terra, gli animali e l’uomo. Secondo questo mito l’universo in origine era un grosso uovo. All’interno dell’uovo dormiva Pangu. Al suo risveglio Pangu ruppe l’uovo e creò il cielo e la terra. Ormai vecchio, morì: dal suo corpo presero vita tutte le parti della natura. In questo modo il mondo era formato, ma mancava l’uomo. Nüwa, la divinità più importante che viveva nel mondo, si annoiava. Allora prese del fango, lo modellò e creò l’uomo. Alla fine inventò il matrimonio, perché gli uomini e le donne potessero avere dei figli e sopravvivere da soli. I personaggi • Pangu, primo essere dell’universo; un gigante che vuole mettere fine al caos e fare ordine. • Nüwa, dea madre, creatrice degli esseri umani. La parte superiore del suo corpo ha aspetto umano, quella inferiore sembra un drago. Il tempo • All’inizio dei tempi. I luoghi • L’universo. • Il mondo. DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE caos: grande confusione e disordine, mancanza di armonia. mito: narrazione sulle origini del mondo, del genere umano, di una popolazione o sulle imprese di dèi ed eroi (l’aggettivo mitico si usa oggi anche per un personaggio le cui imprese sono così straordinarie da sembrare un mito). origine: nascita, momento di inizio di un fatto. universo: l’insieme di tutti i corpi celesti e lo spazio che li contiene. Pangu e l’origine della vita In origine l’universo assomiglia a un grande uovo, in cui sono mescolati il cielo e la terra e anche il giorno e la notte. All’interno dell’uovo nasce Pangu, il primo essere dell’universo. Pangu dorme all’interno dell’uovo, nel buio, per migliaia e migliaia di anni. SITUAZIONE INIZIALE Un giorno Pangu si sveglia. È diventato un gigante. Si guarda intorno, vede il caos e decide di mettere ordine. Afferra una pesante ascia e rompe il guscio dell’uovo. Le parti leggere al suo interno salgono verso l’alto e formano il cielo; le parti pesanti scendono verso il basso e formano la terra. Perché non si riuniscano nel caos di prima, Pangu spinge con le mani il cielo e schiaccia con i piedi la terra. Pangu ha fatto ordine. A questo punto decide di riposarsi. Sono passati millenni e millenni e Pangu è vecchio e stanco. Si addormenta e muore. Il suo corpo allora si trasforma in tutte le cose che conosciamo: il suo occhio sinistro diventa il sole, il suo occhio destro la luna, il corpo le montagne, il sangue i fiumi; dai suoi peli si formano le piante e gli animali, dalle sue ossa i minerali. Il mondo prende forma. Ci sono il Sole, la Luna, i monti, i fiumi, le piante e gli animali. Manca soltanto l’uomo. A quei tempi il mondo è abitato dagli dèi. La divinità più importante è la dea madre di nome Nüwa. Nüwa è un essere fantastico: la sua parte superiore ha forma di donna, quella inferiore di drago. Inoltre può cambiare aspetto quando vuole. Il mondo è ricco e bello, ma Nüwa si annoia. Desidera avere dei compagni che come lei sentano, pensino, amino. Un giorno Nüwa va al fiume e raccoglie un po’ di fango. Modella il fango a forma di piccole bambole: la testa e le braccia sono come le sue; le bambole però non hanno la coda di drago come lei, ma le gambe, per camminare. A questo punto Nüwa soffia e le bambole prendono vita. Ecco uomini e donne. SVILUPPO Nüwa non è più sola, ha creato molti uomini e donne. A questo punto crea il rito del matrimonio, così uomini e donne possono sposarsi e avere dei bambini. In questo modo potranno sopravvivere da soli, senza l’aiuto di Nüwa. Il futuro dell’umanità è assicurato. (Adatt. da: Tao Tao Liu Sanders, Dèi, draghi ed eroi della mitologia cinese, Mondadori) CONCLUSIONE ANALIZZARE 1. Numera in ordine le seguenti vignette, per ricostruire il mito. 2. I protagonisti del mito sono Pangu e Nüwa. Pangu è un ..................................................... Nüwa è una ..................................................... Perciò Pangu e Nüwa sono A. esseri fantastici, giganti e dèi B. esseri del passato che oggi si sono estinti C. personaggi reali 3. Quando viene creato l’universo, secondo il mito? A. 10 000 anni fa B. Al tempo delle origini C. Nel 3500 a.C. 4. Il tempo del mito è dunque un tempo A. determinato, vale a dire specificato con precisione B. indeterminato, molto lontano; risale ai tempi dell’origine del mondo e degli uomini LESSICO 5. Dal corpo di Pangu si formano le parti del mondo e della natura. Cerca nel testo e completa sui puntini. L’occhio sinistro diventa il ....................................................... Il corpo ....................................................... I peli ....................................................... L’occhio destro diventa la ....................................................... Il sangue ....................................................... Le ossa ....................................................... 6. Immagina che altre parti del corpo di Pangu si trasformino. Che cosa potrebbero diventare? Scegli tra le alternative proposte e completa sui puntini. Il suo respiro potrebbe diventare ..................................................... perché è come un soffio. le nuvole e il vento • la pioggia • gli animali erbivori La sua voce potrebbe diventare ........................................................ perché è forte e potente. le pietre • il tuono • la sabbia Il suo sudore potrebbe diventare ....................................................... perché è fresco e umido. gli uccelli • la rugiada • i monti ESPRIMERE E VALUTARE 7. Che cosa spiega, secondo te, questo mito? A. Un avvenimento del passato B. L’origine dell’universo e della vita sulla Terra C. Una caratteristica dell’uomo 8. La spiegazione che il mito fornisce, secondo te, è A. scientifica B. fantastica C. verosimile, potrebbe essere accaduto proprio così
DIDATTICA INCLUSIVA Pangu e l’origine della vita (mito cinese) Leggi e ascolta un mito di origine cinese. La storia Il mito spiega come sono nati l’universo, la Terra, gli animali e l’uomo. Secondo questo mito l’universo in origine era un grosso uovo. All’interno dell’uovo dormiva Pangu. Al suo risveglio Pangu ruppe l’uovo e creò il cielo e la terra. Ormai vecchio, morì: dal suo corpo presero vita tutte le parti della natura. In questo modo il mondo era formato, ma mancava l’uomo. Nüwa, la divinità più importante che viveva nel mondo, si annoiava. Allora prese del fango, lo modellò e creò l’uomo. Alla fine inventò il matrimonio, perché gli uomini e le donne potessero avere dei figli e sopravvivere da soli. I personaggi • Pangu, primo essere dell’universo; un gigante che vuole mettere fine al caos e fare ordine. • Nüwa, dea madre, creatrice degli esseri umani. La parte superiore del suo corpo ha aspetto umano, quella inferiore sembra un drago. Il tempo • All’inizio dei tempi. I luoghi • L’universo. • Il mondo. DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE caos: grande confusione e disordine, mancanza di armonia. mito: narrazione sulle origini del mondo, del genere umano, di una popolazione o sulle imprese di dèi ed eroi (l’aggettivo mitico si usa oggi anche per un personaggio le cui imprese sono così straordinarie da sembrare un mito). origine: nascita, momento di inizio di un fatto. universo: l’insieme di tutti i corpi celesti e lo spazio che li contiene. Pangu e l’origine della vita In origine l’universo assomiglia a un grande uovo, in cui sono mescolati il cielo e la terra e anche il giorno e la notte. All’interno dell’uovo nasce Pangu, il primo essere dell’universo. Pangu dorme all’interno dell’uovo, nel buio, per migliaia e migliaia di anni. SITUAZIONE INIZIALE Un giorno Pangu si sveglia. È diventato un gigante. Si guarda intorno, vede il caos e decide di mettere ordine. Afferra una pesante ascia e rompe il guscio dell’uovo. Le parti leggere al suo interno salgono verso l’alto e formano il cielo; le parti pesanti scendono verso il basso e formano la terra. Perché non si riuniscano nel caos di prima, Pangu spinge con le mani il cielo e schiaccia con i piedi la terra. Pangu ha fatto ordine. A questo punto decide di riposarsi. Sono passati millenni e millenni e Pangu è vecchio e stanco. Si addormenta e muore. Il suo corpo allora si trasforma in tutte le cose che conosciamo: il suo occhio sinistro diventa il sole, il suo occhio destro la luna, il corpo le montagne, il sangue i fiumi; dai suoi peli si formano le piante e gli animali, dalle sue ossa i minerali. Il mondo prende forma. Ci sono il Sole, la Luna, i monti, i fiumi, le piante e gli animali. Manca soltanto l’uomo. A quei tempi il mondo è abitato dagli dèi. La divinità più importante è la dea madre di nome Nüwa. Nüwa è un essere fantastico: la sua parte superiore ha forma di donna, quella inferiore di drago. Inoltre può cambiare aspetto quando vuole. Il mondo è ricco e bello, ma Nüwa si annoia. Desidera avere dei compagni che come lei sentano, pensino, amino. Un giorno Nüwa va al fiume e raccoglie un po’ di fango. Modella il fango a forma di piccole bambole: la testa e le braccia sono come le sue; le bambole però non hanno la coda di drago come lei, ma le gambe, per camminare. A questo punto Nüwa soffia e le bambole prendono vita. Ecco uomini e donne. SVILUPPO Nüwa non è più sola, ha creato molti uomini e donne. A questo punto crea il rito del matrimonio, così uomini e donne possono sposarsi e avere dei bambini. In questo modo potranno sopravvivere da soli, senza l’aiuto di Nüwa. Il futuro dell’umanità è assicurato. (Adatt. da: Tao Tao Liu Sanders, Dèi, draghi ed eroi della mitologia cinese, Mondadori) CONCLUSIONE ANALIZZARE 1. Numera in ordine le seguenti vignette, per ricostruire il mito. 2. I protagonisti del mito sono Pangu e Nüwa. Pangu è un ..................................................... Nüwa è una ..................................................... Perciò Pangu e Nüwa sono A. esseri fantastici, giganti e dèi B. esseri del passato che oggi si sono estinti C. personaggi reali 3. Quando viene creato l’universo, secondo il mito? A. 10 000 anni fa B. Al tempo delle origini C. Nel 3500 a.C. 4. Il tempo del mito è dunque un tempo A. determinato, vale a dire specificato con precisione B. indeterminato, molto lontano; risale ai tempi dell’origine del mondo e degli uomini LESSICO 5. Dal corpo di Pangu si formano le parti del mondo e della natura. Cerca nel testo e completa sui puntini. L’occhio sinistro diventa il  ....................................................... Il corpo  ....................................................... I peli  ....................................................... L’occhio destro diventa la  ....................................................... Il sangue  ....................................................... Le ossa  ....................................................... 6. Immagina che altre parti del corpo di Pangu si trasformino. Che cosa potrebbero diventare? Scegli tra le alternative proposte e completa sui puntini. Il suo respiro potrebbe diventare ..................................................... perché è come un soffio. le nuvole e il vento • la pioggia • gli animali erbivori La sua voce potrebbe diventare ........................................................ perché è forte e potente. le pietre • il tuono • la sabbia Il suo sudore potrebbe diventare ....................................................... perché è fresco e umido. gli uccelli • la rugiada • i monti ESPRIMERE E VALUTARE 7. Che cosa spiega, secondo te, questo mito? A. Un avvenimento del passato B. L’origine dell’universo e della vita sulla Terra C. Una caratteristica dell’uomo 8. La spiegazione che il mito fornisce, secondo te, è A. scientifica B. fantastica C. verosimile, potrebbe essere accaduto proprio così