VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

15 Pagine di storia 11. liberi: piccoli proprietari terrieri, non servi del padrone. 12. ferve: è nel pieno dell attività. 13. carpentiere: falegname. uova in tutto. Ella affida la piccola Hildegard al suo secondo figliolo, di nove anni, e chiama una delle vicine che deve andare anch essa alla casa grande. La vicina è una serva e deve portare all amministratore un pezzo di stoffa di lana che sarà inviato a Saint-Germain per farne 45 una tonaca da frate. Suo marito lavora tutto il giorno nelle vigne del dominio, perché in questo fondo generalmente i servi curano le viti, mentre i liberi11 fanno quasi tutta l aratura. Ermentrude e la moglie del servo vanno insieme alla casa. Qui dappertutto ferve12 il lavoro. Nel laboratorio degli uomini vi sono molti bravi artigiani un cal50 zolaio, un carpentiere13 , un fabbro ferraio, e due fabbri argentieri; non ce n è altri, perché i migliori artigiani di tutti i fondi di SaintGermain abitano presso le mura dell abbazia, così da poter lavorare per i monaci sul posto e risparmiare la fatica del trasporto. Ma Ermentrude non si ferma al laboratorio degli uomini. Cerca 55 l amministratore, gli fa l inchino, e consegna il pollo e le uova, e poi corre al quartiere delle donne. I Franchi usavano a quel tempo tenere le donne della casa in un quartiere separato, dove facevano il lavoro considerato più adatto per le donne, proprio come usavano gli antichi Greci. 60 I laboratori erano luoghi accoglienti, riscaldati da stufe, e là Ermentrude (che, essendo una donna, ha il permesso di entrare) trova una dozzina di serve che tessono e tingono la stoffa e cuciono i vestiti. Ogni settimana l indaffaratissimo amministratore porta loro il materiale grezzo occorrente per lavorare, e ritira il lavoro finito. 65 Ermentrude, comunque, deve scappar via, dopo aver scambiato qualche pettegolezzo con le altre donne. Essa ritorna alla sua fattoria, e si mette al lavoro nella piccola vigna; poi, dopo un ora o due, rientra per far da mangiare ai bambini, e per impiegare il resto della giornata a cucire caldi indumenti di lana per loro. Tutte le sue amiche sono al 70 lavoro nei campi, o alle fattorie dei loro mariti, o a badare al pollaio, o all orto, o in casa a cucire; poiché il lavoro delle donne, in una fattoria di campagna, è pesante come quello degli uomini. Ai tempi di Carlo Magno (ad esempio) quasi tutta la tosatura delle pecore era fatta da loro. 75 Poi finalmente Bodo ritorna per la cena, e appena il sole è tramontato vanno a letto; perché la loro candela fatta a mano dà solo un barlume di luce, ed entrambi debbono essere presto in piedi al mattino. Questo, dunque, era il modo in cui Bodo ed Ermentrude passavano generalmente la loro giornata di lavoro. (Tratto da: E. Power, Vita nel Medioevo, Einaudi) 760 5394A_9-15_Temi.indd 760 26/01/18 12:49
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1