VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

leggere è bello classici di oggi da gustare Luigi Ballerini LA SIGNORINA EUFORBIA San Paolo Edizioni PERCH LEGGERE QUESTO LIBRO Per conoscere una pasticciera molto speciale! Le sue creazioni, infatti, non sono solo magnifiche torte o saporiti pasticcini, ma anche dolci su misura che soddisfano il palato e soprattutto consentono a chi li gusta di risolvere un problema, trovare dentro di sé una risposta, prendere una decisione. Siete pronti ad assaporare con la fantasia un potrebbe venirmi una buona idea o un non abbattiamoci e troviamo una soluzione ? IL LIBRO IN BREVE Marta, una ragazzina di 12 anni, ha appena terminato la scuola e, in attesa delle vacanze, partecipa a un corso di cucina in una pasticceria davvero particolare. La proprietaria, infatti, è la signorina Euforbia, che non prepara i soliti dolci che normalmente si acquistano, ma dolci su misura , adatti a una particolare situazione o utili per risolvere un problema. Durante il corso, Marta conosce un ragazzo suo coetaneo e insieme aiuteranno Euforbia a risolvere un problema per la cui soluzione non bastano i pasticcini. IL LIBRO IN ASSAGGIO [Marta ha appena fatto la conoscenza con la signorina Euforbia, che l ha pregata di attenderla mentre scompare in cucina a preparare i dolcetti] Marta si ritrovò sola nel negozio. Da dietro la porta filtravano i rumori della cucina sovrastati di tanto in tanto dal canto di Euforbia. Marta non riusciva a distinguere le parole, ma si trattava di una melodia molto gradevole da ascoltare, tanto che non le venne nemmeno in mente di infilarsi le cuffie dell iPod. Ah, ma è ancora lì in piedi! Avrebbe dovuto mettersi comoda. Mi aiuti a spostare il tavolino più in centro la invitò Euforbia al suo ritorno. Si destreggiava bene con un vassoio appoggiato sul palmo della mano. Sopra c erano quattro bicchierini di vetro. Ecco quel che ci vuole al caso suo: un golosissimo potrebbe-venirmiuna-buona-idea! Marta fu colpita sia dal timbro della voce sia dall eleganza con cui la donna si muoveva; nonostante il fisico un po allampanato, aveva un portamento da regina. Anche alla stranezza del lei si stava gradatamente abituando; non era poi così male, le ricordava quando da bambina giocava con le amiche alle signore e preparavano il tè per le bambole vestite con i cappelli rubati alle mamme. La signorina Euforbia 5394A_9-15_Temi.indd 747 747 26/01/18 12:49
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1