VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

13 Giochi regole parità 4. rito: azione che si svolge abitualmente e secondo determinate regole, come una cerimonia. 5. Baba: il padre. in ordine sul davanzale. Li sistemavamo sempre nello stesso modo, 50 con molta cura, prima di cominciare a giocare. Era il nostro piccolo rito4. Quando eravamo pronte, quel polveroso angolo delle scale diventava il nostro regno. Non ci accorgevamo nemmeno della gente che ci passava accanto, correndo su e giù per il palazzo. 55 I tesori che avevo aggiunto al bottino erano una forcina rosa a forma di farfalla che mi aveva regalato mia mamma, un borsellino ricamato e cucito dalla nonna e una busta con sopra un francobollo straniero, che Baba5 aveva usato per scrivere una lettera alla mamma. Come ogni pomeriggio, le ore volarono. Se dovessi raccontarvi 60 tutti i giochi che facevamo, non saprei da che parte cominciare. Ripiglino era solo l inizio: Samar era bravissima a inventare giochi appassionanti e divertenti. Non ci annoiavamo mai, nel nostro piccolo rifugio. (Tratto da: E. Laird, Quando nel mio Paese crescevano gli aranci, Piemme) PER SAPERNE DI PI L antica Fenicia Il Libano oggi COMPRENDERE 1. Chi racconta? 2. In che modo Ayesha e Samar riescono a dimenticare, almeno per un po , i bombardamenti, la fame, la paura? 3. Perché Ayesha aveva avuto, in un primo momento, paura di Samar? 4. Per quali motivi Samar si sente sola? 5. Descrivi il rifugio segreto di Samar. 6. In che modo Samar riesce a farsi capire da Ayesha? 7. Nella frase «corremmo al suo rifugio segreto, che ormai era diventato il nostro rifugio segreto (r. 47-48), che cosa significa il cambiamento dell aggettivo suo in nostro ? 8. Quali sentimenti provano le due ragazzine quando «quel polveroso angolo delle scale diventava il nostro regno (r. 51-52)? 690 5394A_9-15_Temi.indd 690 26/01/18 12:48
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1