VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

i temi Prima regola: la fantasia! AUDIO PER GIOCARE BISOGNA FANTASTICARE Gianni Rodari Il testo Tutti i giochi hanno delle regole, più o meno rigide, che devono essere rispettate per vincere onestamente. Ma nessun gioco può definirsi tale se non si scatena la fantasia! L autore Gianni Rodari è nato in provincia di Novara nel 1920. Iniziò a lavorare come maestro, poi divenne giornalista e scrittore di libri per ragazzi. Tra le sue numerose opere, particolarmente ricche di fantasia e originalità, ricordiamo Filastrocche in cielo e in terra, Favole al telefono, La freccia azzurra, C era due volte il barone Lamberto, Novelle fatte a macchina, Grammatica della fantasia. stato finora l unico autore italiano a vincere, nel 1970, il premio Andersen, il più importante concorso internazionale nel campo della letteratura per l infanzia. Morì nel 1980. Un giorno il piccolo Claudio giocava sotto il portone di casa, e sulla strada passò un bel vecchio con gli occhiali d oro, che camminava curvo, appoggiandosi a un bastone, e proprio davanti al portone il bastone gli cadde. 5 Claudio fu pronto a raccoglierlo e lo porse al vecchio, che sorrise e disse: Grazie, ma non mi serve. Posso camminare benissimo senza. Se ti piace, tienilo. E senza aspettare risposta si allontanò, e pareva meno curvo di prima. Claudio rimase 10 lì col bastone fra le mani e non sapeva che farne. Era un comune bastone di legno, col manico ricurvo e il puntale1 di ferro, e niente altro di speciale da notare. 15 Claudio picchiò due o tre volte il puntale per terra, poi, quasi senza pensarci, inforcò il bastone ed ecco che non era più un bastone, ma un cavallo, un meraviglioso puledro 20 nero con una stella bianca in fronte, che si slanciò al galoppo intorno al cortile, nitrendo e facendo sprizzare scintille dai ciottoli. Quando Claudio, meravigliato e un po spaventato, riuscì a rimettere il piede a terra, il bastone era di nuovo un bastone, e non 25 aveva zoccoli ma un semplice puntale arrugginito, né criniera, ma il solito manico ricurvo. «Voglio riprovare decise Claudio, quando ebbe ripreso fiato. Inforcò di nuovo il bastone, e stavolta non fu un cavallo, ma un cammello a due gobbe, e il cortile era un immenso deserto da attra30 versare, però Claudio non aveva paura e scrutava in lontananza, per veder comparire l oasi. 1. puntale: la parte di metallo o di gomma che riveste l estremità inferiore del bastone.. 673 5394A_9-15_Temi.indd 673 26/01/18 12:48
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1