VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

i temi L autore Mario Porqueddu è un giornalista del quotidiano milanese «Corriere della Sera . 3. antropocentrismo: concezione secondo cui l uomo sarebbe il centro dell universo, superiore a qualunque altra forma di vita. 4. Lorenz: Konrad Lorenz (1903-1989) è stato uno zoologo austriaco, considerato il padre dell etologia moderna. Vinse il premio Nobel per la medicina nel 1973. 5. taccole: piccoli uccelli simili al corvo. scientifico attacca Mainardi. La tradizione che considera gli anima35 li come delle macchine ha fatto comodo a un certo tipo di antropocentrismo3 e ci sarebbe qualche imbarazzo ad ammettere che gli animali provano emozioni simili alle nostre e poi continuare a fare quello che si fa, o si è fatto fino a ieri, nei loro confronti . Eppure Mainardi non ha dubbi: «Un organismo superiore non funziona senza base emotiva . 40 Dunque, i sentimenti degli animali esistono. Chi ha visto un cane muovere la coda dicendo qualcosa come «arf , o alzare il pelo, mostrare i denti e tirare indietro le orecchie, sa che è difficile non leggere un segnale di gioia nel primo caso e di rabbia nel secondo. «Quanto più un animale è sociale tanto più sarà sviluppato il suo sistema 45 di comunicazione delle emozioni, soprattutto le più comuni: rabbia, paura, desiderio o gioia. Non è chiaro, o non è facile da dimostrare, se ne siano consapevoli. E questa è la frontiera della ricerca. Ma non sempre il fatto che qualcosa non sia stato dimostrato significa che non esiste , rilancia Mainardi. E gli scienziati vanno avanti. L istinto 50 e le istruzioni contenute nel dna, insomma, non sembrano più sufficienti a spiegare il comportamento di molte specie animali. Spiega ancora Mainardi: «Lorenz4 ha confrontato il riconoscimento dei predatori in anitre e taccole5. Risultato: simulando l attacco di una volpe, l anitra fugge anche se non ha mai avuto esperienza di 55 predatori, mentre alla taccola per riconoscere il nemico occorre un esperienza diretta o trasmessa da altri individui. Succede così: un individuo viene a contatto con un predatore sconosciuto, poi lo incontra una seconda volta ed emette un segnale d allarme, se un altro individuo lo sente capisce che il predatore è davvero un pericolo e trasmette 60 l allarme. Altre specie oltre la nostra sanno fabbricarsi una cultura. Apprendono e trasmettono: è un po l equivalente della nostra scuola . (Adatt. da: http://archiviostorico.corriere.it/) 607 5394A_9-15_Temi.indd 607 26/01/18 12:47
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1