VERIFICA FORMATIVA con autovalutazione

VERSIONE INTERATTIVA con autovalutazione Un atto di amore, di rispetto e di fiducia AUDIO VERIFICA FORMATIVA Azar Nafisi Molto prima di un mondo suddiviso in paesi e nazionalità, esisteva, nella mia mente, una Repubblica dell immaginazione: un posto dove potevo spiccare il volo, libera dal peso delle noiose regole che governavano la mia vita quotidiana. Non sapevo che cosa fossero gli Stati Uniti, la Turchia, la Francia o l Italia, non sa5 pevo nemmeno che cosa volesse dire la parola «paese , però sapevo che Dorothy era stata nel regno di Oz e che un Piccolo Principe aveva viaggiato fra le stelle. Ci sono cose dell infanzia che vogliamo conservare: una, per me, è il bisogno di conoscere il mondo reinventandolo e dandogli un nome, come fa Bastian1 nella Storia infinita quando il regno di Fantàsia e la sua Imperatrice sono divo10 rati da un mostro chiamato Nulla, e solo un nuovo lettore li può salvare dalla distruzione dando un nome all Imperatrice. Quand ero piccola, mio padre mi narrava in ordine sparso e con qualche approssimazione le avventure di Alice nel paese delle meraviglie e Attraverso lo specchio. 15 Tutto era cominciato un venerdì, giorno festivo in Iran, mentre facevamo colazione. La sera prima aveva promesso di raccontarmi una storia nuova anziché portarmi al cinema (il nostro piccolo rituale del giovedì) e fu così che quella mattina mi presentò Alice. Credo che buona parte di quelle storie se le inventasse, perché quando fui abbastanza grande per leggere da sola il libro non le ritrovai. 20 Ma ricordo ancora quando mi raccontò che Alice, dopo aver bevuto un bel sorso di una pozione speciale, diventò piccolissima. «E allora disse scoprì un bruco che fumava il narghilè2 . Be , i bruchi li conoscevo bene. A quell epoca gli ambulanti li vendevano nel bozzolo assieme a una manciata di foglie3, e noi li compravamo per vederli trasfor25 marsi in farfalle. Ma Alice, che non aveva mai visto un bruco fumare il narghilè, gli chiede con grande naturalezza: «E tu chi sei? . E lui le restituisce la domanda: «E tu, tu, tu chi seeeeeeeeeeiiiii? . «Tu, tu, tu chi seeeeeeeeeeiiiii? faceva mio padre, imitando il bruco. Lo ripeteva più volte e io ridevo forte, fino alle lacrime, mentre mia madre mi sgridava perché sputacchiavo briciole di pane. Mio padre 30 non si curava delle sue proteste, mi faceva il solletico e ripeteva: «E tu chi sei? . 1. Bastian: il ragazzo protagonista del romanzo La storia infinita di Michael Ende. 2. narghilè: strumento per il fumo. Originario dell Egitto, è diffuso in India, Iran e nei Paesi arabi. 3. nel bozzolo insieme a una manciata di foglie: il bozzolo è l involucro in cui vive il bruco prima di trasformarsi in farfalla. Le foglie sono il cibo del bruco. 9 Affetti e ricordi 5394A_9-15_Temi.indd 561 561 26/01/18 12:46
VERIFICA FORMATIVA con autovalutazione