VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

Una strana graziosa neonata AUDIO 5 Il testo descrittivo Gerald Durrell Il testo Uno zoologo si trova a dover allevare un cucciolo di formichiere gigante, un animale veramente insolito nel nostro ambiente, per il quale egli diventa proprio come un genitore adottivo. L autore Gerald Durrell (1925-1995), zoologo e scrittore inglese, trascorse alcuni anni della sua infanzia nell isola greca di Corfù, dove scoprì la sua grande passione per la natura. Nel 1958 realizzò il sogno della sua vita fondando nell isola di Jersey, nel Canale della Manica, il Jersey Zoological Park. Qualche anno dopo fondò anche un organizzazione per la preservazione delle specie a rischio di estinzione. Questo brano è ambientato nell America del Sud intorno alla metà del Novecento. Poco prima della nostra partenza dal Paraguay un indiano era arrivato nel campo portando un sacco dal quale uscivano i più strani rumori. Parevano una combinazione tra le note lamentose di un violoncello e i versi di una scimmia con la laringite. Aperto il sacco, 5 l indiano ne trasse uno dei più graziosi neonati che io abbia mai visto. Si trattava di una femmina di formichiere gigante, e non doveva avere più di una settimana di vita. Aveva pressappoco le dimensioni di un corgie1, un mantello nero, grigio-cenere e bianco, un muso lungo e sottile, e due occhietti un po velati. L indiano disse di averla trovata 10 che vagava sola e piangente nella foresta. L uomo pensava che la madre fosse stata uccisa da un giaguaro. L arrivo di questa neonata mi mise in un bell impiccio. Sapevo che sarei dovuto partire poco dopo e che l aereo era così piccolo che si sarebbe dovuto abbandonare la maggior parte del nostro equipaggia15 mento per lasciare il posto a cinque o sei animali che eravamo ben decisi a portare con noi. A questo punto accettare un piccolo formichiere che pesava parecchio, richiedeva cure particolari, e bisognava nutrire col poppatoio, era pura follia. Inoltre, a prescindere da2 tutto il resto, a quanto sapevo nessuno aveva mai allevato un piccolo formi20 chiere col poppatoio. Ma proprio mentre stavo per decidere di conseguenza, la piccola, sempre lamentandosi in modo penoso, scoprì d un tratto la mia gamba e con un verso di gioia le diede la scalata, mi si accomodò in grembo e si addormentò. In silenzio, pagai all indiano il prezzo che chiedeva, e così divenni padre di uno dei più simpatici 25 figli che abbia mai avuto. La prima difficoltà si presentò quasi immediatamente. Avevamo un poppatoio ma avevamo esaurito la provvista di tettarelle. Fortunatamente una febbrile ricerca casa per casa nel villaggio in cui eravamo alloggiati portò alla scoperta di una tettarella di età veneranda3 e il 30 cui aspetto dal punto di vista dell igiene lasciava molto a desiderare. 1. corgie: varietà di cane, diffusa specialmente nel Galles, simile al nostro volpino. Il formichiere adulto raggiunge le dimensioni di un grosso cane lupo. 2. a prescindere da: senza tenere in considerazione, trascurando. 3. veneranda: molto avanzata. Letteralmente significa degna di venerazione, di rispetto . In questo caso è un espressione scherzosa per dire che si tratta di una tettarella molto vecchia. 336 5394A_5 6 7 8_Forme.indd 336 26/01/18 13:49
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1