VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

Parla di te, di come sei AUDIO 5 Il testo descrittivo Paola Zannoner Il testo Dopo aver letto alcune descrizioni di persone, forse già ti aspetti la fatidica consegna: «E ora descriviti tu ! Paura del foglio bianco? Non sai da che parte iniziare? Non preoccuparti, sei in buona compagnia Gioele la pensa esattamente come te! L autrice Paola Zannoner (1958) è una scrittrice italiana che vive a Firenze. autrice di molti libri di narrativa per ragazzi. La descrizione che leggerai in queste pagine è ambientata al giorno d oggi. USA IL DIZIONARIO E tu lo sai cosa significa percepire? Cerca sul dizionario. Descrivere non è il mio forte. Chiaro, no? Ma la prof insiste, chiede che parli di me. Peggio. Tira fuori questo compito, dice «descriviti , allora le chiedo: 5 Scusi, prof, in che senso mi devo descrivere? Ma come sarebbe a dire in che senso, Gioele? Descriviti, parla di te, di come sei. Tipo? Come sei fatto, fisicamente il tuo carattere le tue emozioni, 10 se vuoi Non mi far dire tutto, su. Voglio che siate spontanei, che ognuno parli in libertà di come si percepisce. Ah, ecco: percepisce. Vai a sapere che significa, ma a questo punto me ne guardo bene dal chiedere altro. Tante volte venisse fuori un altro di questi paroloni che m ingarbugliano ancora di più. 15 Maledetto foglio bianco, riempiti, su, riempiti. Che ci vuole a tirare fuori qualche frasetta, tanto per arrivare alla colonna e mezza d ordinanza? Per ora, mi sfogo in ghirigori sugli angoli del quaderno, lo so che ho quell aria ipnotizzata che si dice abbiano quelli molto ispirati oppure quelli che hanno il cervello disconnes20 so. Mi sa che io sono più del secondo tipo. Va bene, facciamola finita: cominciamo dall età, che è un dato di fatto. Sono un tizio di tredici anni, punto. Ho già detto tutto. Cos altro posso aggiungere? La prof ha parlato del fisico, potrei mettere quanto sono alto. Be , non lo so. All incirca un metro e sessantacinque, più o 25 meno. Chiaro che mi piacerebbe di più. Eviterei le battute abbastanza scontate su quanto sono tappo, mezza cartuccia, soldo di cacio e queste amenità che alla fin fine non sono neanche originali. Almeno fai paragoni strani, no, di : coda di lucertola, piano terra, paletto, mezzo litro, hobbit, quarto d ora, no, troppa fantasia. Spesso, poi, i commen30 ti arrivano da certa gente che sarebbe meglio stesse zitta e pensasse agli affari suoi, ai brufoli, i nasi lunghi, i rotoli di ciccia, per esempio. Mia madre dice che «tanto devo crescere ancora . E chi ce l ha il tempo di aspettare? Io no, io tredici anni ce li ho ora e sto in mezzo a un popolo di stanghe alte due metri: in classe mia devono aver fatto 35 le selezioni per il guinness dei più alti, poi hanno ficcato in mezzo anche me, che gli sono scappato dalla lista dei Vichinghi. Insomma, eccomi qua tra gente che ti guarda dall alto in basso, non so se rendo l idea. 322 5394A_5 6 7 8_Forme.indd 322 26/01/18 13:48
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1