VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

Leggiamo INSIEME I miei genitori SITUAZIONE INIZIALE La protagonista presenta se stessa e la sua famiglia: è nata ad Asmara; il padre Abreha lavora e guadagna bene; la famiglia è numerosa: in casa vivono suo padre, sua madre Alganesh, lei, i fratelli Daniel, Tesfay, Biniam, Tedros ed Esayas, il piccolino di casa, e le sorelle, Eden e Semhar. SVILUPPO Se ripensa alla sua infanzia, la prima immagine che le viene alla memoria è quella della mamma. La vede mentre cuoce l engera, il pane eritreo, sulla piastra bollente nell angolo della cucina. La mamma è svelta e abile. La bambina guarda le sue mani magre, rugose eppure molto belle, con dita lunghe. La mamma parla poco, ma è sempre tranquilla e disponibile. Quando la mamma e la bambina si guardano, nasce subito sulle labbra della mamma un dolce sorriso. Per la figlia è un dono di immenso valore, che la fa felice. Anche il babbo osserva con amore la moglie e nel suo sguardo si legge l affetto profondo che li unisce. Il padre dà sicurezza. un uomo robusto, sempre molto calmo. Il suo viso è sempre sereno, anche quando rimprovera i figli: solo il tono di voce diventa duro e deciso. Quando parla in quel modo, nessuno dei figli osa protestare. Sempre, però, nei suoi occhi brilla la bontà. CONCLUSIONE La protagonista ricorda con gioia le domeniche della sua infanzia ad Asmara. Il padre porta la figlia ed Esayas, il piccolino di casa, a passeggio in centro. Lui saluta tutti e intanto guarda attento i bambini che giocano e saltano sul marciapiede. La figlia si diverte a camminargli davanti e fermarsi improvvisamente: lui è obbligato a cambiare passo. Invece di arrabbiarsi, le accarezza la testa con tenerezza. (Adatt. da: Feven Abreha Tekle, Libera, Sperling & Kupfer) 316 5 Il testo descrittivo 5394A_5 6 7 8_Forme.indd 316 26/01/18 13:48
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1