VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

Una misteriosa pietra blu SITUAZIONE INIZIALE Eragon è a caccia nella foresta, quando a un certo punto sente un esplosione. Poco lontano da lui, al centro di una zona dove gli alberi sembrano bruciati, vede una pietra lucida di colore blu. Eragon ha paura, ma si fa coraggio e raccoglie lo strano oggetto. SVILUPPO Più tardi, a casa, Eragon prova a rompere la pietra. Non ci riesce, ma dalla pietra sembra uscire uno strano, debole squittìo, un verso breve e acuto. Eragon si chiede: «Che cosa contiene quella pietra? ma non trova una risposta, posa la pietra e si addormenta. Durante la notte, uno squittìo molto forte lo sveglia. Si guarda intorno, ma non vede nessuno. Eragon prova un senso di inquietudine: prende la pietra, la accarezza, la rimette su un tavolino e ritorna a dormire. Dopo poco, viene svegliato da un forte rumore: la pietra si muove, batte contro la parete e continua a squittire. Con un altro movimento la pietra cade a terra. Sulla sua superficie compare una spaccatura. Eragon è stupito e osserva con attenzione tutta la scena. A poco a poco, dall apertura appare una piccola testa nera. Eragon non crede ai suoi occhi: non si trattava di una pietra, ma di un uovo! Eragon rimane immobile e, in pochi istanti, vede uscire un piccolo drago. Prova tenerezza nei confronti del cucciolo e allunga una mano per accarezzarlo. Non appena lo tocca, sente scorrere nelle vene una forte energia e da quel momento riesce a comunicare con il drago. CONCLUSIONE L animaletto gli fa capire che ha fame. Eragon gli dà della carne secca. Il piccolo drago mangia fino a riempirsi e poi si addormenta in braccio al ragazzo. Eragon piano piano torna a letto e si mette a dormire insieme a lui. (Adatt. da: Christopher Paolini, Eragon, Fabbri) 4 La narrazione fantasy 5394A_2 3 4_Generi.indd 229 229 26/01/18 12:35
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1