VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

La Cenerentola pellerossa AUDIO 3 La fiaba Cyrus Macmillan Il testo Cenerentola riesce a realizzare i suoi sogni: sottrarsi alla povertà e all ingiustizia, migliorare le proprie condizioni di vita e, soprattutto, essere felice. Questo sogno appartiene naturalmente a tutti i popoli della Terra: ecco perché la fiaba di Cenerentola, con qualche inevitabile differenza, è narrata in tanti Paesi del mondo. Ti proponiamo ora la storia di una Cenerentola pellerossa. Vi troverai la magia di un popolo nomade dedito alla caccia e alla raccolta. L autore Cyrus Macmillan (Prince Edward Island, Canada, 1882-1953) è stato uno scrittore e uomo politico canadese. Insegnante all Università di Montreal, raccolse in due volumi numerose fiabe tradizionali canadesi, appartenenti al patrimonio dei pellerossa. Lettura attiva Mentre leggi, tieni due matite colorate a portata di mano e sottolinea: le frasi che fanno riferimento a luoghi diversi da quelli della Cenerentola dell Ottocento; parole, frasi o situazioni che nel testo ti aiutano a capire che i personaggi appartengono a una tribù pellerossa. Sulle spiagge di un ampia baia della costa atlantica viveva un tempo un grande guerriero indiano, che si diceva avesse compiuto molte imprese strabilianti. Ma questa è una cosa che nessuno sa con certezza, poiché egli aveva un meraviglioso e stranissimo potere: quello 5 di rendersi invisibile. In questo modo poteva confondersi indisturbato tra i nemici e scoprire i loro piani. Era noto tra quei popoli con il nome di «Vento Forte l Invisibile e viveva in una tenda vicino al mare con sua sorella, che lo aiutava in ogni cosa. Molte ragazze sarebbero state felici di sposarlo e lo cercavano per via delle sue grandi 10 prodezze. Tuttavia, era noto che Vento Forte avrebbe sposato soltanto la prima ragazza che fosse riuscita a vederlo mentre tornava a casa la sera. Molte ci provavano, ma ci volle tanto tempo prima che qualcuna ci riuscisse. Ora, nel villaggio viveva un grande capo che aveva tre figlie. La 15 loro madre era morta da tempo e lui le aveva cresciute da solo. Una delle tre era molto più giovane delle altre, molto bella e gentile e per questo era amata da tutti. Le sue sorelle maggiori, però, erano invidiose delle sue qualità e la trattavano in modo molto crudele. La vestirono di stracci e le tagliarono i lunghi capelli neri per farla sem20 brare brutta e la sfigurarono ustionandole il viso con le braci. Poi mentirono al padre, dicendogli che la ragazza aveva fatto tutte queste cose da sola. Ma la giovane era paziente, mantenne il suo cuore gentile e continuò a lavorare allegramente. Come le altre ragazze, anche le due figlie maggiori del capo del vil25 laggio cercarono di conquistare Vento Forte. Una sera, al tramonto, camminarono sulla spiaggia con la sorella di Vento Forte e attesero il suo arrivo. Poco dopo l eroe tornò a casa trascinando la sua slitta. E la sorella chiese, come al solito: Lo vedete? 30 Sì risposero le due, mentendo. Che cosa ha usato per farsi le spalline? chiese la sorella. 188 5394A_2 3 4_Generi.indd 188 26/01/18 12:35
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1