VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

3 La fiaba Oda li guardò e li trovò uguali. Allora prese un piccolo ragno e lo mise tra i due veli. Da uno sbucò un orribile ramarro con tre teste che 65 mangiò il ragno. Oda prese l altro. Sei astuta, donna del fiume disse Kulala ora ecco due veli neri. Uno è quello del buio e l altro è quello della luce di fuoco. Uno porta il sonno, l altro acceca. Oda li guardò. Poi prese da una foglia due gocce d acqua e le lasciò 70 cadere sui veli. Una di esse evaporò per il calore della luce. Oda prese l altro velo. Brava, donna del fiume disse Kulala ma ora ti attende la prova più difficile. Ecco due veli rossi. Uno è quello del sonno, che insieme agli altri tre ridarà la pace alle notti di tuo marito e alle tue. 75 L altro è il velo del sonno eterno, la morte. Se lo toccherai, morirai. Oda stavolta non esitò e ne scelse subito uno. Era proprio quello del sonno. Lo mise sul capo e subito cadde addormentata. Quando si svegliò, Kulala la guardava sorridente e le porgeva una tazza di hakarà caldo. 80 Mi hai sorpreso, donna del fiume. Con quale magia hai riconosciuto il velo del sonno, il più misterioso di tutti? Nessuna magia disse la donna ho lavato per tanti anni i panni nel fiume, e so riconoscerli. Il velo del sonno era più consumato perché viene usato per tante volte e tante notti. Il velo della morte era 85 più nuovo, poiché si usa una volta sola. Kulala rise e con un soffio la fece volare fino alla soglia della sua capanna. Oda mise i quattro veli sulla testa del marito e quello finalmente dormì, e fu salvo. (Tratto e adattato da: S. Benni, Il bar sotto il mare, Feltrinelli) 176 5394A_2 3 4_Generi.indd 176 26/01/18 12:35
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1