VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

1 Il testo narrativo ER IL PIACERE P DI LEGGERE G. Paulsen, In fondo la scuola mi piace era limitata a sorridere senza rispondere. Poi aveva chiesto: Allora, perché ho messo queste cose sui vostri banchi? Felipe aveva urlato: 40 Non ne ho la più pallida idea! Mrs Zajac aveva aggiunto: Ho dato qualcosa a ciascuno di voi. Clarence si era informato: Ce le teniamo queste cose? e lei aveva detto di no, che era solo una finzione e si era messa a parlare di 45 termini come «tuo , «suo , «mio , non «di me , che indicavano l appartenenza. Se si era di lunedì, e lei sorprendeva qualcuno a passare un bigliettino, probabilmente lo avrebbe ritirato e se lo sarebbe messo in tasca, ma se era venerdì, si poteva passarla liscia coi bigliettini e con 50 molte altre cose, specialmente se si trattava di un venerdì prima delle vacanze. I venerdì erano le giornate migliori, tranquille e felici, con la lettura a voce alta. Dopo l intervallo Mrs Zajac si sedeva e leggeva dei racconti o dei libri, e si poteva ascoltare e intanto scrivere lettere o disegnare o mettere in ordine nel banco, purché non si disturbassero 55 gli altri. Mrs Zajac aveva un carattere focoso e urlava con Robert, che spesso trasgrediva le regole. «Il che non rende le cose piacevoli pensava Judith, ma in complesso lei approvava l insegnante. «Credo sia una delle migliori insegnanti che io abbia mai avuto aveva deciso. « 60 proprio carina ed è chiara. Mi piace la gente sincera. Con lei non si deve stare ad aspettare che ti dica le cose, te le sbatte in faccia. Questo fa impazzire i ragazzi a volte, ma è così che si fa. gentile ma severa ed è giusta . (Tratto da: T. Kidder, Un posto che si chiama scuola, Rizzoli) COMPRENDERE 1. Perché, secondo Julio, Mrs Zajac è giusta? 2. Come si comportava Mrs Zajac se sorprendeva qualcuno a passare un bigliettino? 3. Perché Judith approvava l insegnante? 16 5394A_1_Forme.indd 16 26/01/18 12:33

VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1