VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

Il corvo e la volpe AUDIO i generi Esopo Il testo Una volpe, con parole gentili ma false, riesce a rubare un pezzo di carne dal becco di un corvo vanitoso. L autore Della vita di Esopo si conosce poco o nulla. La leggenda racconta che fosse uno schiavo deforme e balbuziente, vissuto in Grecia nel VI secolo avanti Cristo. Si sa che alcune favole a lui attribuite circolavano già nel V secolo come testi scolastici. Esopo ha raccolto le favole della tradizione orale e ha offerto, con grande ricchezza di invenzione, materia per i favolisti posteriori, come Fedro e La Fontaine. Un corvo aveva rubato un pezzo di carne ed era andato a posarsi su un albero. Lo vide la volpe e, desiderosa di impadronirsi di quel buon boccone, si piantò là sotto e cominciò a tessere le lodi della perfezione e della bellezza del corvo: nessuno era più adatto di lui, so5 stenne, a essere il re degli uccelli, e lo sarebbe diventato senz altro se avesse avuto anche una bella voce. Il corvo allora, deciso a mostrare che neanche questa gli mancava, lasciato cadere il pezzo di carne si mise a gracchiare a perdifiato. La volpe si precipitò ad afferrare il bottino, dicendo: 10 Oh corvo, se avessi anche un po di cervello, davvero non ti mancherebbe nulla per diventare re degli uccelli Ecco una favola fatta apposta per gli stolti. (Tratto da: Le più belle fiabe di Esopo, a cura di F. Saba Sardi, Mondadori) 107 5394A_2 3 4_Generi.indd 107 26/01/18 12:34
VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1