VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

Cittadinanza attiva SPECIALE IL SOGNO DI ANDARE A SCUOLA Il brano che hai letto nelle pagine precedenti parla della realtà africana intorno al 1960. Ma oggi, passati più di cinquant’anni, la situazione è cambiata? Leggi una testimonianza e sottolinea le frasi più significative. Un collegio per garantire a tante bambine la possibilità di studiare. C’è un Paese dell’Africa in cui un popolo è stato decimato1 dalla miseria, e dove a una generazione di bambini la violenza ha rubato tutto, anche l’infanzia. Questo Paese è l’Angola, una terra in cui per 27 anni è stata combattuta una terribile guerra civile, conclusasi solo nel 2002. Una delle zone più colpite è quella del Municipio di Alto Zambese. In questo territorio, l’assistenza sanitaria è assente; le vie di comunicazione, come la quasi totalità delle strutture, sono quasi inesistenti e rese particolarmente pericolose dalle mine, che rappresentano la drammatica eredità di una guerra che continua a mietere vittime. La grande quantità di mine disseminate in tutto il Paese rende infatti gli spostamenti molto rischiosi. Per questo, per la mancanza di insegnanti e per la grave povertà che costringe anche i più piccoli a doversi procurare del cibo attraverso la caccia e la pesca, la maggior parte dei bambini e dei ragazzi non va a scuola. Se possibile, la situazione femminile è ancora più drammatica: quasi tutte le donne non sanno né leggere né scrivere. Per gettare le basi di una crescita sociale e di uno sviluppo duraturo, i missionari sono impegnati nell’educazione e nell’istruzione, in particolar modo delle bambine. È stato realizzato un collegio per dare a 40 ragazzine dai 7 ai 14 anni, provenienti dalle campagne, la possibilità di studiare. Beneficeranno di questo progetto tutte le bambine che, a causa delle grandi distanze e della mancanza di mezzi di trasporto, non hanno la possibilità di raggiungere i centri scolastici, rimanendo così escluse da ogni tipo di istruzione e formazione. Queste ragazze vedranno realizzarsi il loro sogno più grande: imparare a leggere e a scrivere, apprendere un mestiere e diventare, una volta tornate nei villaggi d’origine, donne indipendenti e promotrici di sviluppo. (“Terre lontane”, Missione don Bosco) 1. decimato: ridotto enormemente (letteralmente, di dieci volte) di numero. AL CINEMA Dal Kenya al Marocco, dalla Patagonia all’India, i ragazzi hanno in comune un grande desiderio di imparare, nonostante le difficoltà e gli ostacoli quotidiani. • Quanti chilometri al giorno? (da Vado a scuola di Pascal Plisson)
Cittadinanza attiva SPECIALE IL SOGNO DI ANDARE A SCUOLA Il brano che hai letto nelle pagine precedenti parla della realtà africana intorno al 1960. Ma oggi, passati più di cinquant’anni, la situazione è cambiata? Leggi una testimonianza e sottolinea le frasi più significative. Un collegio per garantire a tante bambine la possibilità di studiare. C’è un Paese dell’Africa in cui un popolo è stato decimato1 dalla miseria, e dove a una generazione di bambini la violenza ha rubato tutto, anche l’infanzia. Questo Paese è l’Angola, una terra in cui per 27 anni è stata combattuta una terribile guerra civile, conclusasi solo nel 2002. Una delle zone più colpite è quella del Municipio di Alto Zambese. In questo territorio, l’assistenza sanitaria è assente; le vie di comunicazione, come la quasi totalità delle strutture, sono quasi inesistenti e rese particolarmente pericolose dalle mine, che rappresentano la drammatica eredità di una guerra che continua a mietere vittime. La grande quantità di mine disseminate in tutto il Paese rende infatti gli spostamenti molto rischiosi. Per questo, per la mancanza di insegnanti e per la grave povertà che costringe anche i più piccoli a doversi procurare del cibo attraverso la caccia e la pesca, la maggior parte dei bambini e dei ragazzi non va a scuola. Se possibile, la situazione femminile è ancora più drammatica: quasi tutte le donne non sanno né leggere né scrivere. Per gettare le basi di una crescita sociale e di uno sviluppo duraturo, i missionari sono impegnati nell’educazione e nell’istruzione, in particolar modo delle bambine. È stato realizzato un collegio per dare a 40 ragazzine dai 7 ai 14 anni, provenienti dalle campagne, la possibilità di studiare. Beneficeranno di questo progetto tutte le bambine che, a causa delle grandi distanze e della mancanza di mezzi di trasporto, non hanno la possibilità di raggiungere i centri scolastici, rimanendo così escluse da ogni tipo di istruzione e formazione. Queste ragazze vedranno realizzarsi il loro sogno più grande: imparare a leggere e a scrivere, apprendere un mestiere e diventare, una volta tornate nei villaggi d’origine, donne indipendenti e promotrici di sviluppo. (“Terre lontane”, Missione don Bosco) 1. decimato: ridotto enormemente (letteralmente, di dieci volte) di numero. AL CINEMA Dal Kenya al Marocco, dalla Patagonia all’India, i ragazzi hanno in comune un grande desiderio di imparare, nonostante le difficoltà e gli ostacoli quotidiani. • Quanti chilometri al giorno? (da Vado a scuola di Pascal Plisson)