VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

SVILUPPO DELLE COMPETENZE DALLA LETTURA ALLA SCRITTURA SCRIVERE TESTI POETICI La fantasia è come i bambini trova ovunque trampolini per saltare a piedi pari nei suoi mondi straordinari. (Nicola Cinquetti, La forchetta fidanzata, Nuove Edizioni Romane) Seguendo le indicazioni del poeta Nicola Cinquetti, tuffati anche tu, usando la fantasia, nel mondo straordinario dei testi poetici. Poetare fa rima con inventare 1 Metti i verbi in rima Trova dei verbi che facciano rima con quelli elencati e che abbiano con essi anche qualche legame di significato. Per esempio: scavare - ritrovare; uscire - partire; comprare - pagare. parlare ......................................... fermare ......................................... tirare ......................................... dormire ......................................... cominciare ......................................... udire ......................................... avere ......................................... colorare ......................................... rivestire ......................................... 2 Scrivi frasi e mettile in rima Scrivi frasi in rima con le seguenti coppie di parole, come negli esempi. 3 Trascrivi le conte Dividetevi in gruppi di 3 o 4. Ogni gruppo dovrà: • raccogliere e trascrivere sul quaderno almeno una conta per ciascuno dei propri componenti; • chiedere a genitori e nonni di ciascuno di riferire le conte di loro conoscenza, e trascriverle sul quaderno; • individuare le rime di ciascuna conta ed evidenziarle con colori diversi. Alla fine del lavoro, le conte dei vari gruppi saranno lette in classe e riunite in un unico fascicolo dal titolo Quante conte! 4 Componi anche tu limerick bizzarri Completa i limerick, tenendo conto dei preziosi suggerimenti di Gianni Rodari. Ricalchiamo la struttura del limerick, usandola come una vera e propria guida alla composizione e rispettando la combinazione delle rime (il primo, il secondo e il quinto verso rimano tra loro, il quarto rima con il terzo). Possiamo comporre noi stessi un limerick alla maniera di Edward Lear. PRIMA OPERAZIONE: SCELTA DEL PROTAGONISTA 1 Un signore molto piccolo di Como SECONDA OPERAZIONE: INDICAZIONE DI UNA QUALITÀ, ESPRESSA CON UN'AZIONE 2 una volta salì in cima al Duomo TERZA OPERAZIONE: REALIZZAZIONE-REAZIONE ALLA PRECEDENTE AZIONE 3-4 e quando fu in cima era alto come prima QUARTA OPERAZIONE: SCELTA DELL'EPITETO FINALE 5 quel signore micropiccolo di Como (G. Rodari, Grammatica della fantasia, Einaudi) 1 C’era uno scolaro di Milano 2 che non studiava mai l’italiano 3 ................................................... 4 ................................................... 5 ................................................... 1 C’era una professoressa di matematica 2 che ci era molto simpatica 3 ................................................... 4 ................................................... 5 ................................................... 1 Il bidello Celestino 2 amava ballare da sera a mattino 3 ................................................... 4 ................................................... 5 ................................................... 5 Dal bianco al nero: cambia un elemento della Leggi questa bella poesia di Roberto Piumini; poi usala tue poesie, secondo le indicazioni. La neve nera Stanca di essere bianca la neve bevve inchiostro. La neve nera nera coprì la terra intera. Si vedeva soltanto un piccolo orso bianco. E l’orso urlò a nessuno ma lo sentì la luna. La luna che è assorbente discese lentamente. E bevve quella neve la luna bianca e lieve. Si bevve tutto il nero e scomparve nel cielo. La luna scomparì ma il mondo era ancor lì. (R. Piumini, C’era un bambino profumato di latte, Mondadori) • Che cosa rende particolare questa poesia? Quale caratteristica della neve viene cambiata? • Ora prova a pensare di cambiare il colore del corvo: da nero quale è, lo immaginiamo giallo. Mantieni le terzine (le strofe composte da tre versi) e, per quanto ti è possibile, il tipo di verso. Incominciamo insieme… Il corvo giallo Stanco di essere nero il corvo mangiò un tuorlo. Il corvo giallo giallo … [Continua tu] • Adesso, invece, prova a pensare a un piccolo grillo che non vuole più saltare ma… volare: gli dedichiamo una poesia? Il grillo alato Stanco di essere salterino rubò le ali al moscerino. Il grillo volava, volava … [Continua tu] 6. Usa la personificazione a. Componi un verso per ciascuno dei seguenti elementi, attribuendo a ognuno di essi una caratteristica e un’azione umana. Usa la tecnica della personificazione, come nell’esempio. Il vento Il ruscello La strada I rami degli alberi La cima della montagna La cucina b. Ora scrivi una poesia che abbia le seguenti caratteristiche: • linguaggio poetico: uso della personificazione • struttura: libera • tema a scelta: un animale / un elemento della natura (vento, pioggia, sole…) 7 Usa l’anafora Rileggi la poesia Oggi di p. 503, dove c’è un ampio uso della ripetizione. Tenendola come modello, scrivi una poesia che abbia le seguenti caratteristiche: • linguaggio poetico: uso dell’anafora • struttura: quattro strofe (una quartina, una sestina, una terzina e un unico verso finale) • tema a scelta: un tuo stato d’animo / una brutta giornata 8 Crea i tuoi haiku Sapevi che in Giappone più di 10 milioni di persone si dedicano a scrivere haiku? Prova tu, adesso, a scrivere dei brevi haiku “all’italiana”. Ricorda: rapidità ed efficacia! Ti possono essere utili i consigli della poetessa Sue Cowling: «Tieni ben aperti occhi e orecchie, perché la poesia è ovunque, cerca di vedere le cose familiari con occhi diversi, prova a dire ogni cosa nel modo più economico, gioca con le parole e vedi cosa succede…». Cerca di provocare la sorpresa, riassumendo il momento magico delle piccole cose, come in questi versi del poeta e scrittore francese Maxence Fermine. Musica di neve Grillo d’inverno Sotto i miei passi Neve limpida Passerella di silenzio E di bellezza • Cominciamo insieme, con l’aiuto di uno schema. • Prova tu, seguendo lo schema. • L’haiku può anche servire per inviare messaggi brevi ed efficaci a qualcuno che ci sta a cuore, come fa un personaggio di un romanzo di Stephen King: per conquistare la ragazzina di cui è innamorato, il ragazzo le manda un haiku scritto su una cartolina: Brace d’inverno i capelli tuoi dove il mio cuore brucia Bello, vero? Perché non provi anche tu?
SVILUPPO DELLE COMPETENZE DALLA LETTURA ALLA SCRITTURA SCRIVERE TESTI POETICI La fantasia è come i bambini trova ovunque trampolini per saltare a piedi pari nei suoi mondi straordinari. (Nicola Cinquetti, La forchetta fidanzata, Nuove Edizioni Romane) Seguendo le indicazioni del poeta Nicola Cinquetti, tuffati anche tu, usando la fantasia, nel mondo straordinario dei testi poetici. Poetare fa rima con inventare 1 Metti i verbi in rima Trova dei verbi che facciano rima con quelli elencati e che abbiano con essi anche qualche legame di significato. Per esempio: scavare - ritrovare; uscire - partire; comprare - pagare. parlare    ......................................... fermare    ......................................... tirare    ......................................... dormire ......................................... cominciare ......................................... udire    ......................................... avere    ......................................... colorare ......................................... rivestire    ......................................... 2 Scrivi frasi e mettile in rima Scrivi frasi in rima con le seguenti coppie di parole, come negli esempi. 3 Trascrivi le conte Dividetevi in gruppi di 3 o 4. Ogni gruppo dovrà: • raccogliere e trascrivere sul quaderno almeno una conta per ciascuno dei propri componenti; • chiedere a genitori e nonni di ciascuno di riferire le conte di loro conoscenza, e trascriverle sul quaderno; • individuare le rime di ciascuna conta ed evidenziarle con colori diversi. Alla fine del lavoro, le conte dei vari gruppi saranno lette in classe e riunite in un unico fascicolo dal titolo Quante conte! 4 Componi anche tu limerick bizzarri Completa i limerick, tenendo conto dei preziosi suggerimenti di Gianni Rodari. Ricalchiamo la struttura del limerick, usandola come una vera e propria guida alla composizione e rispettando la combinazione delle rime (il primo, il secondo e il quinto verso rimano tra loro, il quarto rima con il terzo). Possiamo comporre noi stessi un limerick alla maniera di Edward Lear. PRIMA OPERAZIONE: SCELTA DEL PROTAGONISTA 1 Un signore molto piccolo di Como SECONDA OPERAZIONE: INDICAZIONE DI UNA QUALITÀ, ESPRESSA CON UN'AZIONE 2 una volta salì in cima al Duomo TERZA OPERAZIONE: REALIZZAZIONE-REAZIONE ALLA PRECEDENTE AZIONE 3-4 e quando fu in cima era alto come prima QUARTA OPERAZIONE: SCELTA DELL'EPITETO FINALE 5 quel signore micropiccolo di Como (G. Rodari, Grammatica della fantasia, Einaudi) 1 C’era uno scolaro di Milano 2 che non studiava mai l’italiano 3 ................................................... 4 ................................................... 5 ................................................... 1 C’era una professoressa di matematica 2 che ci era molto simpatica 3 ................................................... 4 ................................................... 5 ................................................... 1 Il bidello Celestino 2 amava ballare da sera a mattino 3 ................................................... 4 ................................................... 5 ................................................... 5 Dal bianco al nero: cambia un elemento della Leggi questa bella poesia di Roberto Piumini; poi usala tue poesie, secondo le indicazioni. La neve nera Stanca di essere bianca la neve bevve inchiostro. La neve nera nera coprì la terra intera. Si vedeva soltanto un piccolo orso bianco. E l’orso urlò a nessuno ma lo sentì la luna. La luna che è assorbente discese lentamente. E bevve quella neve la luna bianca e lieve. Si bevve tutto il nero e scomparve nel cielo. La luna scomparì ma il mondo era ancor lì. (R. Piumini, C’era un bambino profumato di latte, Mondadori) • Che cosa rende particolare questa poesia? Quale caratteristica della neve viene cambiata? • Ora prova a pensare di cambiare il colore del corvo: da nero quale è, lo immaginiamo giallo. Mantieni le terzine (le strofe composte da tre versi) e, per quanto ti è possibile, il tipo di verso. Incominciamo insieme… Il corvo giallo Stanco di essere nero il corvo mangiò un tuorlo. Il corvo giallo giallo … [Continua tu] • Adesso, invece, prova a pensare a un piccolo grillo che non vuole più saltare ma… volare: gli dedichiamo una poesia? Il grillo alato Stanco di essere salterino rubò le ali al moscerino. Il grillo volava, volava … [Continua tu] 6. Usa la personificazione a. Componi un verso per ciascuno dei seguenti elementi, attribuendo a ognuno di essi una caratteristica e un’azione umana. Usa la tecnica della personificazione, come nell’esempio. Il vento Il ruscello La strada I rami degli alberi La cima della montagna La cucina b. Ora scrivi una poesia che abbia le seguenti caratteristiche: • linguaggio poetico: uso della personificazione • struttura: libera • tema a scelta: un animale / un elemento della natura (vento, pioggia, sole…) 7 Usa l’anafora Rileggi la poesia Oggi di p. 503, dove c’è un ampio uso della ripetizione. Tenendola come modello, scrivi una poesia che abbia le seguenti caratteristiche: • linguaggio poetico: uso dell’anafora • struttura: quattro strofe (una quartina, una sestina, una terzina e un unico verso finale) • tema a scelta: un tuo stato d’animo / una brutta giornata 8 Crea i tuoi haiku Sapevi che in Giappone più di 10 milioni di persone si dedicano a scrivere haiku? Prova tu, adesso, a scrivere dei brevi haiku “all’italiana”. Ricorda: rapidità ed efficacia! Ti possono essere utili i consigli della poetessa Sue Cowling: «Tieni ben aperti occhi e orecchie, perché la poesia è ovunque, cerca di vedere le cose familiari con occhi diversi, prova a dire ogni cosa nel modo più economico, gioca con le parole e vedi cosa succede…». Cerca di provocare la sorpresa, riassumendo il momento magico delle piccole cose, come in questi versi del poeta e scrittore francese Maxence Fermine. Musica di neve Grillo d’inverno Sotto i miei passi Neve limpida Passerella di silenzio E di bellezza • Cominciamo insieme, con l’aiuto di uno schema. • Prova tu, seguendo lo schema. • L’haiku può anche servire per inviare messaggi brevi ed efficaci a qualcuno che ci sta a cuore, come fa un personaggio di un romanzo di Stephen King: per conquistare la ragazzina di cui è innamorato, il ragazzo le manda un haiku scritto su una cartolina: Brace d’inverno i capelli tuoi dove il mio cuore brucia Bello, vero? Perché non provi anche tu?