VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

DIDATTICA INCLUSIVA - Leggiamo INSIEME Nel silenzio, signori e signore… Leggi e ascolta una breve poesia. Il poeta spiega che il silenzio non è l’assenza di rumori, come in genere si crede. Anche quando siamo in silenzio, infatti, siamo circondati dai rumori. Se ascoltiamo con attenzione potremo riconoscere molti suoni. Chi ha scritto la poesia Roberto Piumini è un poeta e scrittore che ha pubblicato molti libri dedicati ai ragazzi. Nel silenzio, signori e signore, ci sono molti suoni, molto rumore. C’è sss di vento, c’è iii di violino, c’è lll di rubinetto, c’è eee di sega, c’è nnn di nave, zzz di zanzara, iii di fischi, ooo di stupore. Nel silenzio, come vedete, c’è molto suono, signori e signore, c’è molto rumore. (Tratto da: R. Piumini, Io mi ricordo, Nuove Edizioni Romane) DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE onomatopea: parola che imita suoni, rumori, versi di animali (drin, dindon, sibilare…). rima: serie di suoni uguali ripetuti nelle parole finali dei versi (signore - rumore). strofa: gruppo di più versi. verso: insieme di parole scritte su una riga, in una poesia. COMPRENDERE 1. A chi si rivolge il poeta? A. A un pubblico numeroso B. A nessuno in particolare C. A una persona che gli è molto cara (mamma, fratello…) 2. Quale espressione ti aiuta a capirlo? Trovala e riscrivila sui puntini. Nel silenzio, ..................................................................., ci sono molti suoni. ANALIZZARE 3. Quante strofe ci sono in questa poesia? A. 1 B. 3 C. 4 4. Quanti versi ci sono? A. 12 B. 13 C. 14 5. Ci sono delle rime nella poesia, ovvero delle parole che finiscono allo stesso modo? SÌ NO 6. Quante onomatopee sono presenti nella poesia che hai letto? A. Quattro B. Otto C. Dieci 7. Trascrivi qui sotto almeno quattro onomatopee presenti nella poesia. 1 ............................................................................................ 2 ............................................................................................ 3 ............................................................................................ 4 ............................................................................................ 8. I poeti usano spesso la ripetizione, ripetono cioè suoni, parole, frasi. Nella poesia che hai letto, trovi parole o frasi che, anche se non sono del tutto uguali, sono molto simili e riprendono lo stesso significato? Quali? Sottolineale nel testo della poesia e riscrivile. 9. Per quale motivo, secondo te, il poeta ha usato la ripetizione? A. Per fare la rima B. Per esprimere gioia C. Per dare più forza alle cose che dice RICORDA Nelle poesie, come hai imparato, non si va a capo quando finisce la riga, ma quando lo decide il poeta. Il verso è dunque l’insieme delle parole che occupano un certo spazio nella riga. I versi sono riuniti in gruppi che si chiamano strofe. Le strofe sono separate tra loro da uno spazio bianco.
DIDATTICA INCLUSIVA - Leggiamo INSIEME Nel silenzio, signori e signore… Leggi e ascolta una breve poesia. Il poeta spiega che il silenzio non è l’assenza di rumori, come in genere si crede. Anche quando siamo in silenzio, infatti, siamo circondati dai rumori. Se ascoltiamo con attenzione potremo riconoscere molti suoni. Chi ha scritto la poesia Roberto Piumini è un poeta e scrittore che ha pubblicato molti libri dedicati ai ragazzi. Nel silenzio, signori e signore, ci sono molti suoni, molto rumore. C’è sss di vento, c’è iii di violino, c’è lll di rubinetto, c’è eee di sega, c’è nnn di nave, zzz di zanzara, iii di fischi, ooo di stupore. Nel silenzio, come vedete, c’è molto suono, signori e signore, c’è molto rumore. (Tratto da: R. Piumini, Io mi ricordo, Nuove Edizioni Romane) DIZIONARIO MULTILINGUE PAROLE CHIAVE PER CAPIRE onomatopea: parola che imita suoni, rumori, versi di animali (drin, dindon, sibilare…). rima: serie di suoni uguali ripetuti nelle parole finali dei versi (signore - rumore). strofa: gruppo di più versi. verso: insieme di parole scritte su una riga, in una poesia. COMPRENDERE 1. A chi si rivolge il poeta? A. A un pubblico numeroso B. A nessuno in particolare C. A una persona che gli è molto cara (mamma, fratello…) 2. Quale espressione ti aiuta a capirlo? Trovala e riscrivila sui puntini. Nel silenzio, ..................................................................., ci sono molti suoni. ANALIZZARE 3. Quante strofe ci sono in questa poesia? A. 1  B. 3  C. 4 4. Quanti versi ci sono? A. 12  B. 13  C. 14 5. Ci sono delle rime nella poesia, ovvero delle parole che finiscono allo stesso modo? SÌ NO 6. Quante onomatopee sono presenti nella poesia che hai letto? A. Quattro  B. Otto  C. Dieci 7. Trascrivi qui sotto almeno quattro onomatopee presenti nella poesia. 1 ............................................................................................ 2 ............................................................................................ 3 ............................................................................................ 4 ............................................................................................ 8. I poeti usano spesso la ripetizione, ripetono cioè suoni, parole, frasi. Nella poesia che hai letto, trovi parole o frasi che, anche se non sono del tutto uguali, sono molto simili e riprendono lo stesso significato? Quali? Sottolineale nel testo della poesia e riscrivile. 9. Per quale motivo, secondo te, il poeta ha usato la ripetizione? A. Per fare la rima B. Per esprimere gioia C. Per dare più forza alle cose che dice RICORDA Nelle poesie, come hai imparato, non si va a capo quando finisce la riga, ma quando lo decide il poeta. Il verso è dunque l’insieme delle parole che occupano un certo spazio nella riga. I versi sono riuniti in gruppi che si chiamano strofe. Le strofe sono separate tra loro da uno spazio bianco.