VERIFICA FORMATIVA con autovalutazione

VERIFICA FORMATIVA con autovalutazioneSport e ginnastica per stare meglio Più ginnastica a scuolaLa ginnastica in classe può diventare un'occasione per aumentare la forza muscolare, ossea e migliorare la quantità di massa magra del corpo nei bambini e negli adolescenti. Ma 60 minuti alla settimana, l'ora di ginnastica normalmente svolta nelle scuole, non bastano. Una ricerca mostra infatti che i benefici si ottengono con 200 minuti alla settimana. Ad affermarlo sono i ricercatori della Lund University in Svezia che, per due anni, hanno condotto uno studio su 2625 bambini, maschi e femmine, dai 7 ai 9 anni nelle scuole svedesi. Un terzo del campione ha fatto ginnastica per 200 minuti la settimana, il gruppo di controllo per 60 minuti. Le attività erano quelle normalmente svolte nelle scuole, come giochi con la palla, corsa e salti. Nessun allenamento extra durante le vacanze. I ragazzini che facevano ginnastica per 200 minuti alla settimana hanno sensibilmente migliorato la forza muscolare, la resistenza e la forza delle ossa in confronto al gruppo di controllo. Gli specialisti concludono che le ore dedicate all'attività fisica nelle scuole dovrebbero essere incrementate perché «il movimento permette uno sviluppo migliore ai piccoli e diminuisce il rischio di incorrere in malattie muscolo-scheletriche da adulti».(www.ansa.it/saluteebenessere) La novità viene dalla Svezia e prova che il movimento non solo fa bene, cosa ormai scontata, ma produce vantaggi duraturi nel tempo che, con grande probabilità, passano dai genitori ai figli. Due studi forniscono la risposta a una delle domande più ricorrenti degli scienziati: perché il movimento fa bene? Sin qui, i ricercatori hanno sempre ritenuto la dieta come la forza propulsiva delle mutazioni: a seconda dei cibi mangiati, il nostro corpo cambia modo di comportarsi e alza o diminuisce il rischio di contrarre determinate malattie. Ma adesso la svolta: non basta mangiar sano, bisogna mettersi in tuta da ginnastica e sudare.Protagonisti del primo studio un gruppo di maschi adulti svedesi, in salute ma con abitudini sedentarie. Grazie alle nuove tecniche viene tracciato il profilo dei loro geni, poi sono schedati in base a conformazione muscolare, misura del giro vita, pressione sanguigna e livelli di colesterolo. A questo punto per le cavie volontarie inizia la “tortura quotidiana”: sei mesi di esercizio fisico con tanto di personal trainer a sorvegliare i loro sforzi. Dalla corsa alla ginnastica aerobica, i benefici arrivano come previsto: la circolazione va meglio, i chili scendono e le condizioni generali di salute virano tutte sul bello stabile. Ma la vera sorpresa per gli scienziati è il cambiamento del profilo dei geni, come se anche loro fossero andati in palestra e fossero più forti, più efficaci nel difenderci dagli assalti esterni.Il secondo studio rivela che a essere interessati dalla trasformazione sono principalmente i muscoli e che gli effetti positivi arrivano da subito, dopo il primo allenamento. Questa volta i volontari pedalano sulle cyclette fino a consumare quattrocento calorie: i confronti con gli esami precedenti indicano anche in questo caso una trasformazione genetica. E un’ulteriore elaborazione dei dati regala un altro duro colpo alla nostra scarsa forza di volontà: quelli che si sono impegnati di più, cioè che hanno bruciato grassi più velocemente, sono quelli con le modifiche più radicali e più durature. Non c’è invece ancora una risposta definitiva sul fatto che le trasformazioni siano permanenti e passino dai genitori ai figli: gli scienziati svedesi sono convinti di sì, ma per averne la prova scientifica servono altre indagini. Di sicuro c’è lo sconforto di tutti i pigri del mondo. «Altro che destino segnato nei geni, ancora una volta la scienza spiega che siamo responsabili della nostra salute. Svegliamoci, nel mondo ci prendono in giro per le nostre pance!», si legge tra i messaggi, nella pagina dei commenti.(Adatt. da: M. Vincenzi, in «la Repubblica») COMPRENSIONE1. Il titolo del riquadro “Più ginnastica a scuola” anticipaA. gli effetti della ricerca, grazie alla quale adesso si fa più ginnastica a scuolaB. l’obiettivo della ricerca: dimostrare che 200 minuti di ginnastica a settimana sono pochiC. l’introduzione in tutte le scuole svedesi di un maggior numero di ore di ginnasticaD. i risultati della ricerca: per una buona salute occorrono più ore di ginnastica2. Qual è la “novità” (riga 1 del testo) che proviene da recenti studi in Svezia?A. La dieta corretta è il fattore principale per godere di un’ottima saluteB. Il movimento produce vantaggi a lungo termine, probabilmente ereditariC. L’alimentazione corretta produce benefici che passano di padre in figlioD. I benefici sulla salute dovuti a costante attività fisica sono sicuramente ereditari3. Quale delle seguenti affermazioni riassume in modo corretto e completo il primo paragrafo del testo (righe 1-8)?Per avere una salute buona e durevoleA. basta fare tanto sport in modo atletico e continuativoB. l’alimentazione sana va accompagnata da tanto movimentoC. è fondamentale adottare sempre una sana alimentazioneD. non importa quel che si mangia, purché si faccia tanto sport4. Come si è svolto il primo esperimento su un gruppo di maschi adulti svedesi? Consulta il testo alle righe 9-18 e indica quali affermazioni sono vere e quali false.a. Le persone scelte, anche se praticavano sport, avevano problemi di saluteb. All’inizio sono state schedate le loro caratteristiche fisiche e di salutec. Durante l’attività fisica sono stati seguiti da un allenatore personaled. Nonostante tanta corsa e ginnastica aerobica, i vantaggi non ci sono statie. Le persone coinvolte nell’esperimento lo hanno fatto di propria volontà5. Qual è stata la vera sorpresa, dopo il primo studio condotto dagli scienziati?A. Il cambiamento nella circolazione del sangueB. Il rafforzamento delle caratteristiche geneticheC. Il miglioramento delle condizioni generali di saluteD. Una notevole riduzione della massa corporea6. Quale esercizio fisico hanno affrontato i volontari del secondo studio scientifico?7. Perché nel testo si parla di “duro colpo alla nostra scarsa forza di volontà” (righe 23-24) e di “sconforto di tutti i pigri del mondo” (riga 29)? Perché dai dati del secondo studio è emerso cheA. anche se si impegnano con più forza di volontà, i pigri non possono rimediare al loro cattivo stato di saluteB. nonostante l’impegno dei genitori i cambiamenti non influenzano lo stato di salute dei figliC. occorre veramente sconfiggere la pigrizia per riuscire a bruciare almeno quattrocento calorieD. più ci si impegna nello sport e si bruciano grassi, più i benefici per la salute sono evidenti e a lungo termine8. Esiste la prova definitiva che le trasformazioni genetiche siano permanenti ed ereditarie? Scegli la risposta corretta e completala con le parole del testo.a. Sì, perché ...b. No, perché ...9. Indica la percentuale delle donne che in Italia praticano saltuariamente attività fisica.A. 21,9%B. 48%C. 25%D. 38%10. In base ai dati rappresentati nei grafici, indica quali delle seguenti affermazioni sono vere e quali false. Metti una crocetta per ogni riga.a. Rispetto agli uomini, le donne italiane fanno più attività fisicab. Il 60% dei ragazzi italiani fra 11 e 14 anni pratica sportc. In Spagna la percentuale di chi pratica sport è superiore alla media europead. Quasi la metà della popolazione francese pratica sport in modo continuativoe. Più del 50% degli italiani pratica qualche attività sportiva11. Scrivia. la percentuale della media europea di persone che praticano sport in modo continuativob. il Paese europeo in cui si pratica più sportLESSICO12. Nella frase «Sin qui, i ricercatori hanno sempre ritenuto la dieta…» (righe 4-5), la locuzione “Sin qui” potrebbe essere sostituita daA. In questo luogoB. Nonostante ciòC. Fino ad oraD. In effetti13. L’espressione “la forza propulsiva delle mutazioni” (riga 5) significaA. la causa che fa sviluppare i cambiamentiB. la causa che pone un freno ai cambiamentiC. l’energia che si oppone ai cambiamentiD. l’energia che propone i cambiamenti14. Scegli e indica il sinonimo di “contrarre” (riga 7) più adatto al contesto.A. curareB. prendereC. alleviareD. ridurreANALISI DEL TESTO ESPOSITIVO15. Nel testo del riquadro e dell’articolo principale vi sono alcuni elementi in comune e altri diversi. Completa la tabella, con una crocetta per ogni riga.a. Il testo riporta i risultati di studi condotti da ricercatori svedesib. Gli studi riguardano gli effetti dell’esercizio fisico sulla salutec. La ricerca è stata fatta su un campione di bambini in età scolared. Gli studi riguardano persone adulte con abitudini sedentarie16. Indica a quale degli elementi che caratterizzano il testo espositivo (dati, citazioni, presenza di termini specifici) appartiene ciascun elemento tratto dal testo.a. «Svegliamoci, nel mondo ci prendono in giro per le nostre pance!»b. conformazione muscolare, misura del giro vita, pressione sanguigna e livelli di colesteroloc. uno studio su 2625 bambini, maschi e femmine, dai 7 ai 9 annid. «il movimento permette uno sviluppo migliore ai piccoli e diminuisce il rischio di incorrere in malattie muscoloscheletriche da adulti» AUTOVALUTAZIONE • Ho trovato la lettura del testo narrativo ☐ facile ☐ di media difficoltà ☐ difficile • Negli esercizi ☐ ho capito le consegne ☐ non ho capito bene le consegne ☐ conoscevo il significato delle parole ☐ non conoscevo il significato delle parole • Ho avuto difficoltà a rispondere alle domande n° ..........
VERIFICA FORMATIVA con autovalutazioneSport e ginnastica per stare meglio Più ginnastica a scuolaLa ginnastica in classe può diventare un'occasione per aumentare la forza muscolare, ossea e migliorare la quantità di massa magra del corpo nei bambini e negli adolescenti. Ma 60 minuti alla settimana, l'ora di ginnastica normalmente svolta nelle scuole, non bastano. Una ricerca mostra infatti che i benefici si ottengono con 200 minuti alla settimana. Ad affermarlo sono i ricercatori della Lund University in Svezia che, per due anni, hanno condotto uno studio su 2625 bambini, maschi e femmine, dai 7 ai 9 anni nelle scuole svedesi. Un terzo del campione ha fatto ginnastica per 200 minuti la settimana, il gruppo di controllo per 60 minuti. Le attività erano quelle normalmente svolte nelle scuole, come giochi con la palla, corsa e salti. Nessun allenamento extra durante le vacanze. I ragazzini che facevano ginnastica per 200 minuti alla settimana hanno sensibilmente migliorato la forza muscolare, la resistenza e la forza delle ossa in confronto al gruppo di controllo. Gli specialisti concludono che le ore dedicate all'attività fisica nelle scuole dovrebbero essere incrementate perché «il movimento permette uno sviluppo migliore ai piccoli e diminuisce il rischio di incorrere in malattie muscolo-scheletriche da adulti».(www.ansa.it/saluteebenessere) La novità viene dalla Svezia e prova che il movimento non solo fa bene, cosa ormai scontata, ma produce vantaggi duraturi nel tempo che, con grande probabilità, passano dai genitori ai figli. Due studi forniscono la risposta a una delle domande più ricorrenti degli scienziati: perché il movimento fa bene? Sin qui, i ricercatori hanno sempre ritenuto la dieta come la forza propulsiva delle mutazioni: a seconda dei cibi mangiati, il nostro corpo cambia modo di comportarsi e alza o diminuisce il rischio di contrarre determinate malattie. Ma adesso la svolta: non basta mangiar sano, bisogna mettersi in tuta da ginnastica e sudare.Protagonisti del primo studio un gruppo di maschi adulti svedesi, in salute ma con abitudini sedentarie. Grazie alle nuove tecniche viene tracciato il profilo dei loro geni, poi sono schedati in base a conformazione muscolare, misura del giro vita, pressione sanguigna e livelli di colesterolo. A questo punto per le cavie volontarie inizia la “tortura quotidiana”: sei mesi di esercizio fisico con tanto di personal trainer a sorvegliare i loro sforzi. Dalla corsa alla ginnastica aerobica, i benefici arrivano come previsto: la circolazione va meglio, i chili scendono e le condizioni generali di salute virano tutte sul bello stabile. Ma la vera sorpresa per gli scienziati è il cambiamento del profilo dei geni, come se anche loro fossero andati in palestra e fossero più forti, più efficaci nel difenderci dagli assalti esterni.Il secondo studio rivela che a essere interessati dalla trasformazione sono principalmente i muscoli e che gli effetti positivi arrivano da subito, dopo il primo allenamento. Questa volta i volontari pedalano sulle cyclette fino a consumare quattrocento calorie: i confronti con gli esami precedenti indicano anche in questo caso una trasformazione genetica. E un’ulteriore elaborazione dei dati regala un altro duro colpo alla nostra scarsa forza di volontà: quelli che si sono impegnati di più, cioè che hanno bruciato grassi più velocemente, sono quelli con le modifiche più radicali e più durature. Non c’è invece ancora una risposta definitiva sul fatto che le trasformazioni siano permanenti e passino dai genitori ai figli: gli scienziati svedesi sono convinti di sì, ma per averne la prova scientifica servono altre indagini. Di sicuro c’è lo sconforto di tutti i pigri del mondo. «Altro che destino segnato nei geni, ancora una volta la scienza spiega che siamo responsabili della nostra salute. Svegliamoci, nel mondo ci prendono in giro per le nostre pance!», si legge tra i messaggi, nella pagina dei commenti.(Adatt. da: M. Vincenzi, in «la Repubblica») COMPRENSIONE1. Il titolo del riquadro “Più ginnastica a scuola” anticipaA. gli effetti della ricerca, grazie alla quale adesso si fa più ginnastica a scuolaB. l’obiettivo della ricerca: dimostrare che 200 minuti di ginnastica a settimana sono pochiC. l’introduzione in tutte le scuole svedesi di un maggior numero di ore di ginnasticaD. i risultati della ricerca: per una buona salute occorrono più ore di ginnastica2. Qual è la “novità” (riga 1 del testo) che proviene da recenti studi in Svezia?A. La dieta corretta è il fattore principale per godere di un’ottima saluteB. Il movimento produce vantaggi a lungo termine, probabilmente ereditariC. L’alimentazione corretta produce benefici che passano di padre in figlioD. I benefici sulla salute dovuti a costante attività fisica sono sicuramente ereditari3. Quale delle seguenti affermazioni riassume in modo corretto e completo il primo paragrafo del testo (righe 1-8)?Per avere una salute buona e durevoleA. basta fare tanto sport in modo atletico e continuativoB. l’alimentazione sana va accompagnata da tanto movimentoC. è fondamentale adottare sempre una sana alimentazioneD. non importa quel che si mangia, purché si faccia tanto sport4. Come si è svolto il primo esperimento su un gruppo di maschi adulti svedesi? Consulta il testo alle righe 9-18 e indica quali affermazioni sono vere e quali false.a. Le persone scelte, anche se praticavano sport, avevano problemi di saluteb. All’inizio sono state schedate le loro caratteristiche fisiche e di salutec. Durante l’attività fisica sono stati seguiti da un allenatore personaled. Nonostante tanta corsa e ginnastica aerobica, i vantaggi non ci sono statie. Le persone coinvolte nell’esperimento lo hanno fatto di propria volontà5. Qual è stata la vera sorpresa, dopo il primo studio condotto dagli scienziati?A. Il cambiamento nella circolazione del sangueB. Il rafforzamento delle caratteristiche geneticheC. Il miglioramento delle condizioni generali di saluteD. Una notevole riduzione della massa corporea6. Quale esercizio fisico hanno affrontato i volontari del secondo studio scientifico?7. Perché nel testo si parla di “duro colpo alla nostra scarsa forza di volontà” (righe 23-24) e di “sconforto di tutti i pigri del mondo” (riga 29)? Perché dai dati del secondo studio è emerso cheA. anche se si impegnano con più forza di volontà, i pigri non possono rimediare al loro cattivo stato di saluteB. nonostante l’impegno dei genitori i cambiamenti non influenzano lo stato di salute dei figliC. occorre veramente sconfiggere la pigrizia per riuscire a bruciare almeno quattrocento calorieD. più ci si impegna nello sport e si bruciano grassi, più i benefici per la salute sono evidenti e a lungo termine8. Esiste la prova definitiva che le trasformazioni genetiche siano permanenti ed ereditarie? Scegli la risposta corretta e completala con le parole del testo.a. Sì, perché ...b. No, perché ...9. Indica la percentuale delle donne che in Italia praticano saltuariamente attività fisica.A. 21,9%B. 48%C. 25%D. 38%10. In base ai dati rappresentati nei grafici, indica quali delle seguenti affermazioni sono vere e quali false. Metti una crocetta per ogni riga.a. Rispetto agli uomini, le donne italiane fanno più attività fisicab. Il 60% dei ragazzi italiani fra 11 e 14 anni pratica sportc. In Spagna la percentuale di chi pratica sport è superiore alla media europead. Quasi la metà della popolazione francese pratica sport in modo continuativoe. Più del 50% degli italiani pratica qualche attività sportiva11. Scrivia. la percentuale della media europea di persone che praticano sport in modo continuativob. il Paese europeo in cui si pratica più sportLESSICO12. Nella frase «Sin qui, i ricercatori hanno sempre ritenuto la dieta…» (righe 4-5), la locuzione “Sin qui” potrebbe essere sostituita daA. In questo luogoB. Nonostante ciòC. Fino ad oraD. In effetti13. L’espressione “la forza propulsiva delle mutazioni” (riga 5) significaA. la causa che fa sviluppare i cambiamentiB. la causa che pone un freno ai cambiamentiC. l’energia che si oppone ai cambiamentiD. l’energia che propone i cambiamenti14. Scegli e indica il sinonimo di “contrarre” (riga 7) più adatto al contesto.A. curareB. prendereC. alleviareD. ridurreANALISI DEL TESTO ESPOSITIVO15. Nel testo del riquadro e dell’articolo principale vi sono alcuni elementi in comune e altri diversi. Completa la tabella, con una crocetta per ogni riga.a. Il testo riporta i risultati di studi condotti da ricercatori svedesib. Gli studi riguardano gli effetti dell’esercizio fisico sulla salutec. La ricerca è stata fatta su un campione di bambini in età scolared. Gli studi riguardano persone adulte con abitudini sedentarie16. Indica a quale degli elementi che caratterizzano il testo espositivo (dati, citazioni, presenza di termini specifici) appartiene ciascun elemento tratto dal testo.a. «Svegliamoci, nel mondo ci prendono in giro per le nostre pance!»b. conformazione muscolare, misura del giro vita, pressione sanguigna e livelli di colesteroloc. uno studio su 2625 bambini, maschi e femmine, dai 7 ai 9 annid. «il movimento permette uno sviluppo migliore ai piccoli e diminuisce il rischio di incorrere in malattie muscoloscheletriche da adulti» AUTOVALUTAZIONE • Ho trovato la lettura del testo narrativo ☐ facile ☐ di media difficoltà ☐ difficile • Negli esercizi ☐ ho capito le consegne ☐ non ho capito bene le consegne ☐ conoscevo il significato delle parole ☐ non conoscevo il significato delle parole • Ho avuto difficoltà a rispondere alle domande n° ..........