VOLTIAMO PAGINA ANTOLOGIA 1

SVILUPPO DELLE COMPETENZE DALLA LETTURA ALLA SCRITTURA SCRIVERE TESTI ESPOSITIVI Selezionare le informazioni principali di un testo espositivo e preparare schemi di informazioni 2 Leggi e seleziona le informazioni principali Ti presentiamo un testo espositivo che spiega le caratteristiche di un'oasi del WWF. Leggilo con molta attenzione, perché dovrai selezionare le informazioni necessarie per svolgere i lavori proposti. Oasi WWF Grotte del Bussento L’oasi si trova nel paese di Morigerati, in provincia di Salerno, ed è aperta tutto l’anno. Questa oasi è molto particolare perché nell’abitato il fiume Bussento scava un profondo e spettacolare canyon e suggestive grotte. L’oasi è il progetto di conservazione più importante del wwf Italia e rappresenta un intervento concreto in difesa del territorio naturale e della biodiversità. Creata nel 1985, ha un’estensione di 607 ettari. È un’oasi di protezione della fauna e del paesaggio. È dotata di percorso natura e area attrezzata per la visita alle grotte. Si effettuano: visite guidate, campi di lavoro, settimane verdi, campi di studio e ricerche. L’oasi offre stimoli validi per tutti i sensi: particolari scorci paesaggistici, il frastuono di rapide e cascate, i profumi della vegetazione; c’è la possibilità di osservare gli animali da apposite strutture, in condizioni di tranquillità per il visitatore e per gli animali stessi. La presenza di molte specie animali, alcune delle quali in via di estinzione, conferma l’importanza di conservare l’ecosistema del fiume Bussento. Molto ricca è la fauna dei corsi d’acqua dove senza dubbio domina la più numerosa popolazione di lontre (Lutra lutra) d’Italia. Nelle aree più prossime alle sorgenti vivono le salamandre, tra cui la rara salamandra dagli occhiali (Salamandrina terdigitata). La fauna acquatica è caratterizzata inoltre dalla presenza di trote, gamberi e granchi. Lungo le sponde si possono vedere il merlo acquaiolo (Cinclus cinclus), i piccoli trampolieri, mentre nelle pozze ci sono varie specie di rane e rospi. Tra le gole rocciose vola il raro biancone (Circaetus gallicus), rapace di grandi dimensioni che si nutre prevalentemente dei rettili che frequentano l’oasi. Inoltre ricordiamo altri rapaci, come il raro astore, il gheppio e il nibbio. È inoltre presente il corvo imperiale. Nei boschi di lecci sono presenti il gatto selvatico e il lupo. - Ora consulta il testo per completare il seguente schema. Scrivere brevi testi espositivi 3 Prepara schede di tipo espositivo Scrivi tre brevi schede di tipo espositivo per spiegare le caratteristiche di un animale tra quelli presenti nell’oasi. Che caratteristiche avrà, per esempio, il merlo acquaiolo? Perché si chiama così? L’esercizio è avviato, completa se vuoi oppure scegli un altro animale. Il merlo acquaiolo: NOME SCIENTIFICO: Cinclus cinclus Ordine: Passeriformes Famiglia: Cinclidae Il Cinclus cinclus è di taglia media: la sua lunghezza va dai 17 ai 19 centimetri, l’apertura alare raggiunge i 31 centimetri, mentre il suo peso è di circa 65 grammi…
SVILUPPO DELLE COMPETENZE DALLA LETTURA ALLA SCRITTURA SCRIVERE TESTI ESPOSITIVI Selezionare le informazioni principali di un testo espositivo e preparare schemi di informazioni 2 Leggi e seleziona le informazioni principali Ti presentiamo un testo espositivo che spiega le caratteristiche di un'oasi del WWF. Leggilo con molta attenzione, perché dovrai selezionare le informazioni necessarie per svolgere i lavori proposti. Oasi WWF Grotte del Bussento L’oasi si trova nel paese di Morigerati, in provincia di Salerno, ed è aperta tutto l’anno. Questa oasi è molto particolare perché nell’abitato il fiume Bussento scava un profondo e spettacolare canyon e suggestive grotte. L’oasi è il progetto di conservazione più importante del wwf Italia e rappresenta un intervento concreto in difesa del territorio naturale e della biodiversità. Creata nel 1985, ha un’estensione di 607 ettari. È un’oasi di protezione della fauna e del paesaggio. È dotata di percorso natura e area attrezzata per la visita alle grotte. Si effettuano: visite guidate, campi di lavoro, settimane verdi, campi di studio e ricerche. L’oasi offre stimoli validi per tutti i sensi: particolari scorci paesaggistici, il frastuono di rapide e cascate, i profumi della vegetazione; c’è la possibilità di osservare gli animali da apposite strutture, in condizioni di tranquillità per il visitatore e per gli animali stessi. La presenza di molte specie animali, alcune delle quali in via di estinzione, conferma l’importanza di conservare l’ecosistema del fiume Bussento. Molto ricca è la fauna dei corsi d’acqua dove senza dubbio domina la più numerosa popolazione di lontre (Lutra lutra) d’Italia. Nelle aree più prossime alle sorgenti vivono le salamandre, tra cui la rara salamandra dagli occhiali (Salamandrina terdigitata). La fauna acquatica è caratterizzata inoltre dalla presenza di trote, gamberi e granchi. Lungo le sponde si possono vedere il merlo acquaiolo (Cinclus cinclus), i piccoli trampolieri, mentre nelle pozze ci sono varie specie di rane e rospi. Tra le gole rocciose vola il raro biancone (Circaetus gallicus), rapace di grandi dimensioni che si nutre prevalentemente dei rettili che frequentano l’oasi. Inoltre ricordiamo altri rapaci, come il raro astore, il gheppio e il nibbio. È inoltre presente il corvo imperiale. Nei boschi di lecci sono presenti il gatto selvatico e il lupo. - Ora consulta il testo per completare il seguente schema. Scrivere brevi testi espositivi 3 Prepara schede di tipo espositivo Scrivi tre brevi schede di tipo espositivo per spiegare le caratteristiche di un animale tra quelli presenti nell’oasi. Che caratteristiche avrà, per esempio, il merlo acquaiolo? Perché si chiama così? L’esercizio è avviato, completa se vuoi oppure scegli un altro animale. Il merlo acquaiolo: NOME SCIENTIFICO: Cinclus cinclus Ordine: Passeriformes Famiglia: Cinclidae Il Cinclus cinclus è di taglia media: la sua lunghezza va dai 17 ai 19 centimetri, l’apertura alare raggiunge i 31 centimetri, mentre il suo peso è di circa 65 grammi…